“Alfabeto delle emozioni”

Mercoledì 8 dicembre ore 21.00 a Campi Bisenzio

258
© Marco Borrelli phborrelli@gmail.com

Stefano Massini, lo scrittore amato per i suoi racconti in tv il giovedì sera a “Piazzapulita” e padrone di casa con Andrea Delogu nella trasmissione “Ricomincio da Rai tre”, arriva al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante 23). Mercoledì 8 dicembre alle 21.00 il raccontastorie più popolare del momento porterà sul palcoscenico il suo “Alfabeto delle emozioni”: un viaggio ironico e profondo nel labirinto del nostro sentire, che abbina a ogni lettera un’emozione per non correre più il rischio, in quest’epoca confusa, di diventare analfabeti emotivi. Massini trascina la sala in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. Scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni. Ad andare in scena è la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinta con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore.

Con i suoi affreschi narrativi Massini emoziona e fa riflettere, creando cortocircuiti grazie a uno stile unico che intreccia vicende, personaggi, eventi quotidiani e fatti di cronacaRacconti e storie nati dai materiali più diversi, come accade nei suoi popolarissimi interventi televisivi su La7, nelle colonne del quotidiano “La Repubblica” – su cui cura le rubriche “Manuale di sopravvivenza” e “Parole in corso” –, nei romanzi, nei saggi, nelle opere teatrali diffuse in tutto il mondo. Le sue speciali lezioni/racconti dedicate ai libri nel talent “Amici” e nel programma “#Maestri” lo hanno fatto conoscere e apprezzare anche da un pubblico di giovanissimi. I suoi testi sono tradotti in 27 lingue e portati in scena da registi come Luca Ronconi o il premio Oscar Sam Mendes. “Qualcosa sui Lehman” (Mondadori, 2016) è stato uno dei romanzi più acclamati degli ultimi anni.

La programmazione del teatro continuerà sabato 11 dicembre con una doppia propostaalle 17.30 per gli amanti del noir ci sarà “Un tè in giallo”, letture sceniche dei più appassionanti radiodrammi anni 40 e 50 interpretate da talentuosi attori campigiani, a cura di Guido Materi. Alle 21.00 invece torna la rassegna dedicata a Andrea Cambi, che seleziona il meglio del teatro toscano in ricordo dell’indimenticabile comico scomparso nel 2009. Per l’occasione andrà in scena “Balcanikaos”, una dichiarazione d’amore per le sonorità, le tradizioni, gli odori le feste dell’Est Europa firmata da Andrea Kaemmerle; uno spettacolo tra teatro e musica in cui artisti come Goran Bregovic, Emir Kusturica e Kocani Orkestar vengono accostati a scrittori del calibro di Joroslav Hasek, Bohumil Hrabal, Franz Kafka, Rainer Maria Rilke e Michail Bulkakov.

Ingresso

Platea e palchi platea 23,50€ (ridotto under 18, over 65, studenti fino a 26 anni 20,00€)

Palchi I ordine 18,50€ (ridotto under 18, over 65, studenti fino a 26 anni 15,50€)

Palchi II ordine 13,50€ (ridotto under 18, over 65, studenti fino a 26 anni 11,50€)

Riduzioni (solo su biglietto intero stagione di prosa)

Coop -1€ non cumulabile

Arci -2 € non cumulabile

Last Minute 17,50€

Rassegna Andrea Cambi

Posto unico intero 15€ (ridotto under, over 65, studenti fino a 26 anni 12€)

Ai prezzi è necessario aggiungere il diritto di prevendita