BANDA GIOVANILE SINFONICA NAZIONALE – ANBIMA

l'8 dicenbre al Maggio Musicale Fiorentino

524

A.N.B.I.M.A. (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome)

La Banda Giovanile Sinfonica Nazionale ANBIMA

debutta al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

 Mercoledì 8 dicembre 2021, alle ore 20.00, la Banda Giovanile Sinfonica Nazionale ANBIMA debutta al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Il concerto è realizzato in partnership con la Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, gode del patrocinio del Ministero della Cultura, della SIAE, del Comune di Firenze e della collaborazione degli sponsors Buffet&Crampon Paris, Scomegna Edizioni Musicali, Onerati Strumenti Musicali.

Fin dall’autunno 2020, centinaia di giovani musicisti già, selezionati dalle Bande giovanili provinciali italiane, si sono perfezionati nel repertorio musicale contemporaneo per banda sinfonica con i più noti e prestigiosi professori d’orchestra, prime parti delle compagini sinfoniche nazionali ed europee, delle Bande militari e dei Conservatori statali di musica italiani, tutti accomunati dall’aver iniziato la loro carriera musicale nella Banda del paese natale per poi imporsi sui palcoscenici delle più prestigiose Fondazioni e Istituzioni lirico-sinfoniche.

Gli oltre 250 allievi delle diverse regioni italiane hanno seguito le masterclasses di Luca Mazzon, flautista della Göttinger Symphony Orchestra; Riccardo Crocilla e Leonardo Cremonini, rispettivamente primo e secondo clarinetto dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino; Alessandro Dorella, primo clarinetto del Teatro Regio di Torino; Stefano Cardo, clarinetto basso dell’Orchestra e della Filarmonica del Teatro alla Scala; Diego Di Mario, primo trombone dell’Orchestra sinfonica nazionale della RAI; Lucy Derosier e Massimo Mazzoni, entrambi docenti di sax del Conservatorio statale di musica “Giovan Battista Pergolesi” di Fermo; Jonathan Faralli, docente preparatore dell’Orchestra Giovanili Italiana e dell’Istituto superiore di studi musicali ‘Pietro Mascagni’ di Livorno; Luigi Picatto, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro Regio; Devid Ceste, secondo trombone dell’Orchestra sinfonica nazionale della RAI; Donato De Sena, prima tromba dell’Orchestra Regionale Toscana; Mario Barsotti, tubista dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino; Luigi Tedone, primo fagotto dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova; Alessandro Dorella, primo clarinetto del Teatro Regio di Torino e Giuseppe Panepinto, primo corno della Banda Nazionale dell’Esercito.

I docenti, portavoce della conservazione e della diffusione del patrimonio bandistico alle nuove generazioni, della valorizzazione dei giovani talenti, della trasmissione di quei loro saperi professionali utili alla professione del Musicista, hanno selezionato i 116 migliori strumentisti che formeranno la neo Banda Giovanile Sinfonica Nazionale e saliranno sul palcoscenico del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Eccoli qua, divisi per Regioni, ma uniti nella prima formazione bandistica giovanile della nostra Nazione: Giovanni Letta dall’Abruzzo; Chiara Giampà, Samuela Guido, Francesco Malieni, Pasquale Startari, Claudio Zappalà dalla Calabria; Mariapia Galasso, Luigi Miele, Luca Morrone, Giammarco Piscitelli, Agostino Zimbardi dalla Campania; Francesco Albertazzi, Enrico Bertoli, Lorenzo Cingolani, Giona Dall’Aglio, Giacomo Fiorio, Lucia Fiorio, Elia Zaccherini dall’Emilia Romagna; Benedetta Basso, Anna Beretta, Marco Colombo, Fabio De Cecco, Alessio Ellero, Matilda Luna Faccio, Christian Iacuzzi, Elisabetta Mesaglio, Gianluca Milan, Giorgia Moro, Moira Moro, Andrea Palmarin, Sofia Pennino, Eleonora Petrocchi, Filippo Pittaro, Elena Popesso, Lorenzo Secolin, Nicola Sgrazzutti, Christian Soranzio, Stefano Trentin, Mattia Turco, Marco Zucchiatti dal Friuli Venezia Giulia; Oerd Dakoveli, Stefano Iafrate, Umberto Pietricola, Francesco Urbano dal Lazio; Livia Cevini, Olga Massa, Arianna Musso dalla Liguria; Tommy Cusini, Mattia De Monti, Erika Maria Nardo, Stefano Ottomaniello, Emanuele Rainoldi, Marco Tognolini dalla Lombardia; AliceBastari, Daniele Bolletta, Gianluigi Canistro, Tommaso Chiarini, Federico Ciacci, Lorenzo Curzi, Vittoria Di Giambattista, Giovanni Fragasso, Ivan Georgiev, Andrea Mancuso, Matteo Mangani, Michele Monnati, Matteo Tarabelli, Lisa Vagnini dalle Marche; Lorenzo Abbona, Margherita Bertaccini, Matteo Bertolino, Elisabetta Bertotto, Michele Bongioanni, Davide Cibrario, Giacomo De Bona, Camilla Destefanis, Philiph Fontana, Vittorio Gamba, Alessandra Giorgi, Lorenzo Ingaramo, Gianluca Mittone, Emanuele Momo, Luca Monferrino, Giulio Reita, Daniele Spano, Giuseppe Ulloa, Michela Vair, Sara Zacchero dal Piemonte; Samuele Cavallo, Giuseppe Cavone, Mattia D’Errico, Pasquale Di Domenico, Simone Greco, Elia Leardi, Sante Leone, Raffaele Pontrandolfo, Donato Turrone dalla Puglia; Marco Conte Bellocchi, Chiara Sofia Francesca Di Carmine, Samuele Lo Cascio, Francesco Prisinzano, Andrea Sudano dalla Sicilia; Ares Neal Avigliano, Francesco Bertini, Elisa Cipriani, Marco Martelli, Tommaso Mazzini, Francesca Nardi, Enrico Ruberti, Duccio Santi dalla Toscana; Valentina Antonelli, Micaela Baldwin, Letizia Rossi dall’Umbria; Asia Fraccaro, Maria Fraccaro, Michela Maria Magrin dal Veneto.

Dirigerà il M° Alessandro Cadario, giovane direttore d’orchestra italiano che collabora con importanti realtà internazionali come l’Orchestra del Teatro Mariinsky, il Coro e l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Filarmonica di Monte Carlo, l’Orchestra Filarmonica della Fenice, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, il Coro e l’Orchestra del Teatro Massimo di
Palermo, il Coro e l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, l’Orchestra Regionale della Toscana, la Haydn
Orchester, la Filarmonica Arturo Toscanini.

Nel 2015 è salito sul podio del Teatro alla Scala per il Festival delle Orchestre Internazionali e nel 2016 è stato nominato Direttore Ospite Principale dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano.
Nel 2017 è stato scelto dalla Presidenza del Senato per dirigere il prestigioso concerto natalizio,
trasmesso in diretta su RAI 1 dall’Aula del Senato. Nel 2018 ha debuttato al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo e nel 2019 ha inaugurato al Teatro Filarmonico la stagione sinfonica della Fondazione Arena di Verona. Nella scorsa stagione ha diretto con successo al Rossini Opera Festival, al Teatro Carlo Felice, per le prossime stagioni lirico-sinfoniche debutterà al Festival del Maggio Musicale Fiorentino, per la ‘Jeanne Dark’ di Fabio Vacchi, e alla Royal Opera House di Muscat.

Il programma si aprirà con Cerimonial Fanfare di Marco Tamanini, poi sarà la volta delle esecuzioni dei brani Disillusione di Raffaele Caravaglios per la trascrizione di Stefano Gatta, Prima Lux di Giancarlo Aleppo, Images of a City di Franco Cesarini, Old Folk Songs from Iceland di Luciano Feliciani e Ascesa nel Cielo di Marte di Angelo Inglese.

Quest’ultimo brano, che chiuderà la prima parte del concerto, è dedicato alla Banda Giovanile Sinfonica Nazionale e sarà da lei eseguito in prima assoluta mondiale.

La seconda parte sarà aperta dalla composizione di Michele Mangani, titolata Suoni dall’Altopiano, che passerà il testimone ai brani Via della Terra di Marco Somadossi, Divertimento di Lorenzo Pusceddu, Cinecittà di Daniele Carnevali, American Rhapsody di Pietro Damiani.

Ingresso libero e gratuito ma con obbligo di prenotazione biglietti sul sito del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino al seguente link: https://www.maggiofiorentino.com/events/concerto-banda-giovanile-sinfonica-nazionale-anbima