River to River Florence Indian Film

216

 Un viaggio attraverso l’intera città di Calcutta e tre film d’artista in collaborazione con la più importante Biennale dell’Asia. Saranno questi gli eventi al centro della quinta giornata del 21/mo River to River Florence Indian Film Festivalmartedì 7 dicembre al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/R) e online nella sala virtuale Più Compagnia in collaborazione con Mymovies.it.

Alle 20.30 in prima italiana, è in programma il film “Nazarband”, recente lavoro dal celebrato regista bengalese Suman Mukhopadhyay (virtualmente in sala): appena uscita dal carcere, Vasanti si avventura tra i vicoli della megalopoli per ritrovare il suo passato accompagnata dal piccolo truffatore Chandu, in una traversata che potrà cambiare la vita di entrambi. Tra gli eventi specialialle 18.00 sarà inaugurata la collaborazione con la prestigiosa Biennale di Kochi-Muziris, la maggiore mostra d’arte dell’India e il più grande festival di arte contemporanea in Asia. Saranno proiettati, in esclusiva per l’Italiatre film dell’artista Sudarshan Shettyuna delle voci più autorevoli nel panorama contemporaneo del Subcontinente, già esposto al Centre Pompidou di Parigi e al Guggenheim di New York. Si parte con “Cuckoo Calling”, che esplora la necessità umana di esprimere amore, sempre legata a un inevitabile senso di perdita, per continuare con “A Story and A Song”, un’indagine sul momento in cui una storia diviene tale o rimane confinata nel silenzio, e “Shoonya Ghar (Empty is this house)”, la costruzione di un set cinematografico su cui si dispiegano nascita, morte, danza, musica e violenza secondo la tradizione narrativa indiana. Sarà presente l’artista in collegamento live, mentre in sala sarà ospite il co-fondatore della Biennale Shwetal Patel.

Al cinema La Compagnia il festival si aprirà alle 16.30 con una selezione di corti, tra cultura popolare e tradizioni di famiglia: “Gowripuram” di Avinash Varma, come risolvere il problema della siccità in un villaggio rurale; “Roots” di Hussina Raja, una coppia con grandi aspettative sul futuro scopre presto che dovrà superare numerosi ostacoli per essere accettata (alla presenza dell’assistente alla produzione Farrah Chaudhry); “Itwaar” di Rahul Srivastava, la storia di Anubhav che il cinismo trasforma in un ipocondriaco, influenzando la sua salute mentale e i suoi legami familiari; “Under the rug” di Nayanika Chatterjee, animazione che racconta l’ossessione di una famiglia per la propria routine.

Alle 18.00, in Saletta Mymovies, continuano le proiezioni di “Mumbai Diaries 26/11”, la miniserie dedicata agli attacchi terroristici avvenuti a Mumbai il 26 novembre 2008, dal punto di vista dell’equipe medica del Bombay General Hospital. Lo staff medico si trova ad affrontare, insieme ad altri soccorritori, una crisi che causerà alla città immensi danni. In questa battaglia per salvare vite e aiutare il prossimo, chi tenta di riparare la situazione rimarrà maggiormente coinvolto emotivamente e fisicamente.

Inoltre, per tutti gli appassionati della buona tavola, il River to River in collaborazione con l’Istituto Cescot (Piazza Pier Vettori 8/10 a Firenze) organizza dalle 18.00 alle 21.00 un corso di cucina indiana (info e prezzi: 055 2705306 – g.beni@cescot.fi.it). Come sempre, presso il bar ristorante del cinema La Compagnia, sarà possibile assaggiare specialità dall’India.

I WAS A SARI

Da sempre attento a intercettare le realtà più interessanti del Subcontinente, per la sua 21ma edizione il River to River Florence Indian Film Festival si apre alla moda. Nasce così l’incontro con I was a Sari, il marchio di accessori e abbigliamento ready to weardistribuito da Oxfam Italia, che dona nuova vita agli abiti femminili tradizionali dismessi (le sari, appunto) trasformandoli in vestiti pregiati, gioielli, calzature e tessuti ornamentali realizzati a mano da artigiane degli slum dell’IndiaEtico, unico e sostenibile: un brand made in Mumbai che si schiera con le donne e con l’ambiente, promuovendo un concept di moda fatta di pezzi unici, con una storia da raccontare. Il progetto è presente ogni giorno al festival con un punto informazioni e un punto vendita delle varie creazioni.

BOOK CORNER

Al cinema La Compagnia sarà presente un corner curato da Tatatà, con libri ispirati all’India e alle tematiche del Festival, che saranno disponibili anche su bookdealer.it.

 

Per informazioni: www.rivertoriver.it