Zia Caterina e il suo amore per gli altri sul palcoscenico del Teatro Niccolini

Sabato 4 dicembre a San Casciano

352
Un incontro con la donna, la tassista, la volontaria che investe la sua vita nel regalare sorrisi a sostegno delle bambine e dei bambini malati di tumore

Dietro gli occhiali colorati, che indossa con allegria e leggerezza ogni volta che intraprende un viaggio a bordo della sua inconfondibile macchina dei sogni, c’è lo sguardo pieno di amore di una donna forte e determinata che ha trovato la forza di rialzarsi dopo la perdita del compagno Stefano. Caterina Bellandi è rinata zia Caterina, ha trovato un’altra parte di sé nella poesia di un cammino solidale e altruistico, è tornata ad accogliere la vita a braccia aperte portando avanti la missione quotidiana e permanente di una volontaria al volante, che dà colore ai percorsi di malattia dei più piccoli al fianco e a supporto delle loro famiglie. Una ‘guida’ metaforica nella complessa dimensione della vita che attraversa paesi, incontra persone, regala sorrisi e speranze. C’è questo e tanto altro nella serata evento organizzata dal Comune di San Casciano che pone al centro il messaggio universale di pace e generosità interpretato con originalità da zia Caterina. Un incontro con lei e la sua biografa Alessandra Cotoloni su cui il Teatro Niccolini alza il sipario sabato 4 dicembre alle ore 21.

Zia Caterina non è solo una tassista ironica che divora chilometri, felice di coprire lunghe distanze per trasmettere fiducia e portare aiuto dove avverte il bisogno. E’ ad un tempo madre, sorella, compagna di giochi, amica di tutte le bambine e i bambini malati oncologici che porta a spasso sul suo Taxi Milano 25, lo strumento di lavoro lasciato in eredità dal compagno, anch’esso trasformato in un baluardo di fantasia, decorato con le immagini dei Supereroi, come zia Caterina ama definire i piccoli grandi uomini e le piccole grandi donne che incontra lungo la sua strada, peluche, luci e voglia di andare avanti. Ed è questa la molla che ha fatto scattare nella scrittrice senese Alessandra Cotoloni il desiderio di raccontare la storia di zia Caterina e trasferirla nero su bianco nel volume “Taxi Milano 25, In viaggio con Zia Caterina, una rivoluzionaria dei nostri tempi”, con la prefazione di Simone Cristicchi e la postfazione di don Luigi Verdi, comunità di Romena.

Altro protagonista della serata è dunque il libro, firmato dall’architetta responsabile dell’Ufficio Unesco di Siena Alessandra Cotoloni, che narra e descrive le diverse tappe di un viaggio che ha del miracoloso, che interrompe la quotidianità per “varcare tutti i confini su cui siamo soliti vivere, dispensare generosità senza limiti, lasciarci trasportare dal flusso di energia”. Taxi Milano 25 ruota intorno al tema dell’incontro, al valore della relazione nella scoperta e nella conoscenza dell’altro che si estende a cerchi concentrici e ripercorre luoghi, spazi, cuori che zia Caterina investe con la sua travolgente personalità: da Luca a Patch Adams, dalla struttura ospedaliera pediatrica Meyer a Padre Bernardo. Un mondo pieno di sentimenti che lentamente emergono e diventano segni, testimonianze, esperienze individuali e collettive che danno una grande lezione di civiltà, consapevolezza e responsabilità.

La serata che vedrà la partecipazione del sindaco Roberto Ciappi e della vicesindaca Elisabetta Masti ha l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di Milano 25 Odv.

L’ingresso è libero e si accede con Green pass.

Per informazioni e prenotazioni: 055 8256380, biblioteca@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it.