LO SCHIACCIANOCI AL TEATRO COMUNALE DI FERRARA

264

LO SCHIACCIANOCI: ARRIVA AL TEATRO COMUNALE DI FERRARA IL GRANDE CLASSICO DEL BALLETTO CON RUSSIAN CLASSICAL BALLET DI MOSCA

Al Teatro Comunale di Ferrara “Claudio Abbado” sabato 8 e domenica 9 gennaio arriva l’acclamata compagnia diretta da Evgeniya Bespalova che dal 2005 ha l’obiettivo di conservare la tradizione del balletto classico russo. Musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij e coreografia di Marius Petipa

Lo Schiaccianoci arriva a Ferrara, in scena al Teatro Comunale “Claudio Abbado” sabato 8 (ore 20.30) e domenica 9 gennaio (ore 16). Tra i capolavori del balletto classico, divenuto appuntamento immancabile delle festività natalizie, è l’ultima opera del coreografo Marius Petipa. Le musiche sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij, il quale seguì minuziosamente le indicazioni del coreografo, tra i massimi esponenti del teatro imperiale russo di fine Ottocento. In scena Russian Classical Ballet, la prestigiosa e acclamata compagnia di Mosca diretta da Evgeniya Bespalova e composta da un cast di stelle del balletto russo.

Biglietti disponibili su www.teatrocomunaleferrara.it, il circuito Vivaticket e in Biglietteria (corso Martiri della Libertà 21, Ferrara). Prezzi da 13 a 38 euro.

Lo spettacolo, con libretto di Marius Petipa e Vasili Vainonen, si basa sulla fiaba “Lo schiaccianoci e il re dei topi” di E.T.A. Hoffmann, e racconta la storia di una ragazza che sogna il suo principe. Nella battaglia contro il Re dei Topi, lo Schiaccianoci è in pericolo. La giovane, Clara, superando le sue paure, lancia la sua scarpa e annienta la terribile creatura. Si rompe l’incantesimo: lo Schiaccianoci si trasforma in un bellissimo principe, che porta Clara nel suo Regno dei Dolci, dove la Fata dello Zucchero condivide la gioia con tutti i bambini che, come la ragazza, possono ancora sognare. Una storia che attiva l’immaginazione, portando gli spettatori nel regno della fantasia. La composizione di “The Nutcracker” ha reso immortale il genio di Čajkovskij esaltandolo, in passaggi melodici come “Danza dello zucchero fatato” e “Il valzer dei fiori”. Questa produzione è irresistibile e rappresenta un momento imperdibile e indimenticabile di quella stagione.

Il Russian Classical Ballet – diretto da Evgeniya Bespalova – si propone, già dalla sua fondazione avvenuta nel 2005 nella città di Mosca, di conservare la tradizione del balletto classico russo. La compagnia è composta da un cast di ballerini diplomati nelle scuole coreografiche più prestigiose: Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk, Perm’. Corpo di ballo e solisti, provenienti dalle principali compagnie, danno corpo a questo ensemble. “Lavoriamo con i migliori artisti delle migliori scuole di balletto russe – spiega Evgeniya Bespalova -. Tra i ballerini emergenti da tenere d’occhio sul palco ci sarà la coppia Elena Kabanova e Alexander Merkushev, che si distinguono per la loro straordinaria professionalità, rendimento e tecnica brillante”. La scenografia, anticipa la direttrice che per lo spettacolo cura anche i costumi, sarà tipicamente classica. “Intendiamo conservare le tradizioni del balletto classico russo e per quanto possibile seguiremo l’estetica della coreografia creata dai migliori maestri di balletto. Le nostre scene e costumi, pertanto, saranno classici e tradizionali”. Quanto alla favola senza tempo dello Schiaccianoci, Evgeniya Bespalova non ha dubbi: “è uno spettacolo che rimarrà sempre senza tempo, per via della nostra fede nella bontà e nelle fiabe natalizie. Ognuno di noi, anche se adulto, è stato un bambino nel passato. Pertanto vogliamo tutti che il bene trionfi sempre sul male, questo ci dona speranza”.