Florence + the Machine il nuovo album “Dance Fever”

Uscirà il 13 maggio

1784

Florence + the Machine condivide i dettagli del suo quinto album in studio dal titolo Dance Fever che uscirà il 13 maggio via Polydor Records. L’annuncio arriva con il suo nuovo singolo ‘My Love’ che debutta insieme a un video dell’acclamata regista Autumn de Wilde.

Ascolta e guarda QUI.

Dance Fever è stato registrato prevalentemente a Londra nel corso della pandemia in previsione della riapertura del mondo. Evoca ciò che Florence ha perso di più nel mezzo dell’isolamento – l’essere nel vortice del movimento e dell’unione, le discoteche, i balli, i festival, – e la speranza di riunirsi di nuovo. È l’album che riporta il meglio di Florence – con la stessa energia e forza che mette dal vivo sul palco ispirata dalla figura di Boudicca (la regina celtica che ha vissuto nell’Inghilterra orientale e che guidò la più grande rivolta contro i romani nel 60 d.C.), brandendo inni come una spada fiammeggiante.

Poco prima della pandemia Florence era rimasta affascinata dalla choreomania, un fenomeno rinascimentale in cui gruppi di persone – a volte migliaia – ballavano selvaggiamente fino allo sfinimento. L’immaginario le risuonava, rimandandola alla tournée senza sosta durata per più di un decennio.

L’immagine e il concetto di danza, e la choreomania, sono rimasti centrali mentre Florence intrecciava le proprie esperienze di danza con elementi folcloristici che arrivano dal Medioevo. In tempi recenti di torpore e confinamento, la danza le ha offerto propulsione, energia e un modo di guardare alla musica in modo più coreografico.

Partendo, come sempre, con un quaderno di poesie e idee, Florence nel marzo 2020 era appena arrivata a New York per iniziare a registrare il disco con Jack Antonoff quando il Covid-19 l’ha costretta a ritirarsi a Londra. Rintanata in casa, le canzoni cominciarono a trasformarsi, con cenni alla dance, al folk, all’Iggy Pop degli anni ’70, a brani folk “longing-for-the-road” alla Lucinda Williams o Emmylou Harris e altro.

Una volta tornata a Londra, ‘My Love’ fu un brano particolare che si trasformò da un’entità all’altra con l’aiuto di Dave Bayley dei Glass Animals. Welch aveva scritto la canzone nella sua cucina come una “sad little poem”, e quando l’ha registrata in acustico non sembrava funzionare. Bayley suggerì di usare i sintetizzatori e presto si espanse con un’energia che riempiva il pavimento e il petto.

Con l’amore di Dave per i synth e le fascinazioni che caratterizzano Florence, iniziò ad emergere una sorta di suono alla “Nick Cave at the club” che diede forma al disco. Liricamente, ha preso ispirazione dalle tragiche eroine dell’arte pre-raffaellita, dalla narrativa gotica di Carmen Maria Machado e Julia Armfield, dall’onda viscerale del cinema horror folk, da The Wicker Man e The Witch a Midsommar.

Dance Fever è un album che vede Florence all’apice delle sue potenzialità, arrivando a una piena consapevolezza di sé, dove si prende gioco del suo stesso personaggio, giocando con le idee di identità, maschile e femminile, redentrice, celebrativa, entrando pienamente nel suo posto nel pantheon iconico.

My Love’ segue la recente pubblicazione dei brani ‘King‘ e ‘Heaven is Here‘, entrambi presentati con i video di Autumn de Wilde e coreografati da Ryan Heffington.

Dance Fever  è prodotto da Florence Welch, Jack Antonoff e Dave Bayley.

 

Pre-ordina ‘Dance Fever’ : Capitol.lnk.to/DanceFever