”Il cielo, la mappa, la Terra: la natura della modernità” alla Fondazione Sabe per l’arte

Sabato 9 aprile 2022, ore 17.

500

Sabato 9 aprile 2022 alle ore 17, la Fondazione Sabe per l’arte di Ravenna ospita una conferenza con Franco Farinelli dal titolo Il cielo, la mappa, la Terra: la natura della modernità.

L’evento, patrocinato dal Comune di Ravenna e dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, si inserisce nell’ambito delle attività collaterali alla mostra personale Un viaggio di Gabriella Benedini, visitabile presso gli spazi della Fondazione fino al 16 luglio 2022. La navigazione, la carta celeste e la mappa sono temi centrali nella produzione artistica di Benedini, argomenti affascinanti e sempre attuali che accompagnano la storia dell’umanità. Franco Farinelli ci condurrà in uno straordinario viaggio a ritroso per comprendere la natura della modernità attraverso di essi.

Senza il cielo, spiega infatti Farinelli, non avremmo in termini cognitivi nemmeno la Terra, come l’intera storia della cultura occidentale dimostra. Ciò è particolarmente vero per l’epoca moderna, durante la quale le stelle non soltanto rappresentano la “crittografia della merce”, come scriveva Walter Benjamin, ma indirizzano e governano l’intera umanizzazione del mondo. Quella che ancora oggi viene chiamata la faccia della Terra è il risultato – nei lineamenti che l’uomo vi ha impresso sopra oltre che nella sua concezione – della proiezione cartografica, vale a dire della trasposizione sul piano terreno, cioè orizzontale, della logica dei sovrastanti corpi celesti che regolano in verticale il funzionamento del mondo. “La Terra è la copia del cielo”, come scrive Ermete Trismegisto, senza il quale la nascita del Rinascimento risulterebbe incomprensibile.

Franco Farinelli è professore emerito di Geografia all’Università di Bologna, dove ha diretto per anni prima l’Istituto di Geografia e poi il Dipartimento di Filosofia e Scienze della Comunicazione. Ha insegnato presso le università di Ginevra, Uppsala, Lugano, Los Angeles (UCLA), Berkeley e a Parigi alla Sorbona e all’Ecole Normale Supérieure. I suoi libri sono tradotti in Europa, Asia e America.

Fondazione Sabe per l’arte nasce nel 2021 con l’obiettivo di promuovere e diffondere l’arte contemporanea – con particolare attenzione alla scultura – nella città di Ravenna attraverso mostre, incontri, proiezioni e altre attività culturali. Presieduta da Norberto Bezzi e da Mirella Saluzzo, si avvale della consulenza di un comitato scientifico coordinato da Francesco Tedeschi, docente di storia dell’arte contemporanea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e composto dai professori dell’Università di Bologna Claudio Marra, Federica Muzzarelli, Gian Luca Tusini e Claudio Spadoni, già direttore del Museo d’Arte della città di Ravenna. La direzione artistica è affidata a Pasquale Fameli, critico d’arte e studioso dell’ateneo bolognese. La Fondazione si dedica inoltre alla catalogazione delle opere di Mirella Saluzzo e alla costituzione di una biblioteca specializzata sulla scultura contemporanea.

 

 

 

INFO

Ingresso libero fino a esaurimento posti, con certificazione verde Covid-19 rafforzata (Super Green Pass) e mascherina FFP2. La conferenza sarà trasmessa anche in streaming tramite il sito: https://www.sabeperlarte.org e il canale YouTube della Fondazione: https://www.youtube.com/channel/UCU3LNLQ7Sv-uveJSWfDcF8A 

 

Informazioni:
info@sabeperlarte.org | https://www.sabeperlarte.org

 

Gabriella Benedini. Un viaggio
A cura di Francesco Tedeschi
Sede Fondazione Sabe per l’arte | via Giovanni Pascoli 31, Ravenna
Periodo 26 marzo – 16 luglio 2022
Orari giovedì, venerdì e sabato ore 16-19
Ingresso libero con certificazione verde Covid-19 rafforzata e mascherina