IUC, Ton Koopman e Tini Mathot per i due clavicembali

Bach, Soler, Mozart e Couperin per il recital di sabato 30 aprile alle 17.30 in Aula Magna della Sapienza di Roma.

522

Un maestro assoluto del barocco, Ton Koopman in duo con sua moglie, la clavicembalista olandese Tini Mathot per il recital I due clavicembali, imperdibile appuntamento di sabato 30 aprile ore 17.30 in Aula Magna della Sapienza di Roma, nell’ambito della stagione concertistica della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti.
“Sono già stato alcune volte alla IUC, ricordo la sala, ricordo in particolare un pubblico molto caloroso, sempre molto desideroso di ascoltare la musica barocca e sono molto felice di tornare, questa volta con mia moglie” il commento del Maestro impegnato in un appuntamento che spicca per la rarità dell’occasione.

“Abbiamo scelto un programma, che prevede una gran varietà di pezzi – prosegue Koopman – sia per uno che per due clavicembali. Un concerto esclusivamente di musiche di Bach, per esempio, sarebbe fantastico, ma inserito Mozart, che naturalmente non è più musica barocca e ho inserito anche dei brani originalmente non composti per due clavicembali, ma visto che lo stesso François Couperin ha detto che la sua musica rende meglio se è suonata da due clavicembali… Poi sempre della stessa famiglia di musicisti c’è anche Luis Couperin, di cui suono due brani per clavicembalo solo”.

Koopman, nato a Zwolle in Olanda, è una figura di riferimento assoluto nel movimento dell’interpretazione antica: come specialista di musica antica ha concentrato i suoi studi sulla musica barocca, con particolare attenzione a Bach. Nel corso della sua carriera si è esibito nelle più celebri sale da concerto e nei più prestigiosi festival e ha fondato l’Amsterdam Baroque Orchestra e l’Amsterdam Baroque Choir ensemble considerati fra i migliori gruppi musicali al mondo su strumenti d’epoca.
Il maestro torna in concerto alla IUC con la moglie, la clavicembalista olandese Tini Mathot, docente e responsabile tecnico delle registrazioni di Koopman, con cui ha messo a punto un ricco repertorio per clavicembalo e organo a 4 mani, per 2 clavicembali, per 2 organi e per clavicembalo e fortepiano che spazia dalle opere più celebri a quelle inedite. In programma musiche di Bach, François Couperin, Luis Couperin, Mozart e Soler.
“La collaborazione tra me e mia moglie Tini è nata perché era una mia studentessa, e durante il periodo in cui ha studiato con me – spiega Koopman – abbiamo iniziato a suonare un repertorio di pezzi per due clavicembali, a quattro mani, e ci siamo resi conto di quanto era bello eseguire insieme questa musica nello stile del XVII secolo”.
Per accedere ai concerti è necessario il green pass rafforzato ed è richiesta la mascherina FFP2. In sala saranno osservate tutte le norme covid-19 vigenti al momento del concerto. Biglietti  Interi € 18 – € 13 (+DP), Under 30 € 7, Under 18 € 5. Per informazioni www.concertiiuc.it – Tel. 06.3610051-52, botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it