”L’Etang” di Gisèle Vienne alla Triennale di Milano

28-30 aprile.

690

Gisèle Vienne

L’Etang

Ideazione, regia, scenografia, drammaturgia: Gisèle Vienne

 interpretazione: Adèle Haenel, Henrietta Wallberg

 luci: Yves Godin

 sound design: Adrien Michel

 musiche originali: Stephen F. O’Malley & François J. Bonnet

 produzione: DACM

Company Gisèle Vienne

 coproduzione: Nanterre­Amandiers CDN, Théâtre national de Bretagne, Maillon, Théâtre de Strasbourg – Scène européenne, Holland Festival, Fonds Transfabrik – Fonds franco­allemand pour le spectacle vivant, Centre Culturel André Malraux, Comédie de Genève, La Filature – Scène nationale de Mulhouse, Le Manège – Scène nationale de Reims, MC2: Grenoble, Ruhrtriennale, TANDEM – Scène nationale, Kaserne Basel, International Summer Festival Kampnagel Hamburg, Festival d’Automne à Paris, Théâtre Garonne, CCN2 – Centre Chorégraphique national de Grenoble, BIT Teatergarasjen, Black Box Teater

 con il sostegno di: CND Centre national de la danse, La Colline – Théâtre national, Théâtre Vidy­Lausanne

 ringraziamenti: Etienne Bideau­Rey, Nelson Canart, Zac Farley, Erik Houllier, Tristan Lahoz, César Van Looy, Jean­Paul Vienne, Point Ephémère per lo spazio prove, Playroom – SMEM per lo studio di registrazione

 con il supporto di: Ministère de la culture et de la Communication – DRAC Grand Est, Région Grand Est, Ville de Strasbourg, Institut français per le tournée internazionali

durata 90’

spettacolo in francese con sovratitoli in italiano e inglese

prima italiana

Adattamento di una delle opere giovanili di Robert Walser, un testo privato che lo scrittore svizzero regalò alla sorella agli inizi del Novecento, L’Etang prende le mosse dal classico dramma familiare: un ragazzino che non si sente amato dalla madre inscena il suicidio nel tentativo disperato di riceverne l’attenzione.

Descrivendo la violenza delle norme sociali, il testo sperimenta livelli di realtà e temporalità e confonde i limiti tra interiorità ed esteriorità. Una performance disturbante che indaga nel profondo le convenzioni del teatro e della famiglia, una partitura vocale a dieci voci per attrici e marionette recitata da Adèle Haenel – vincitrice di due Premi César e straordinaria interprete nel film Ritratto della giovane in fiamme di Céline Sciamma – e Henrietta Wallberg attraverso un gioco complesso di dissociazione. Un caleidoscopio di sensazioni ed emozioni, diretto da una delle registe cult della scena europea.

In occasione dello spettacolo – e in collaborazione con Institut Français Milano – giovedì 28 aprile il Public Program di Triennale Milano propone dopo la prima (ore 21.00) un incontro per indagare la pratica e la poetica di Gisèle Vienne, che vedrà protagonista l’artista in dialogo con Simone Frangi, ricercatore e curatore. Partecipano all’incontro anche le attrici Adèle Haenel e Henrietta Wallberg.

Gisèle Vienne è un’artista, coreografa e regista franco-austriaca. Dopo la laurea in filosofia, si forma alla scuola per burattinai École nationale supérieure des Arts de la Marionnette. Lavora regolarmente con lo scrittore Dennis Cooper, tra gli altri collaboratori. Negli ultimi due decenni, i suoi lavori sono stati presentati in tutta Europa, in Asia e in America. Tra i suoi spettacoli si annoverano: I Apologize (2004), Kindertotenlieder (2007), Jerk (2008), This is how you will disappear (2010), LAST SPRING: A Prequel (2011), The Ventriloquists Convention (2015) in collaborazione con Puppentheater Halle e Crowd (2017).

Nel 2020 crea con Etienne Bideau-Rey la quarta versione di Showroomdummies al Rohm Theater di Kyoto. Nel 2021 dirige il film Jerk. Ha esposto le sue fotografie in musei quali il Whitney Museum di New York, il Centre Pompidou, il Museo Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires.

 

 

 

 

 

INFO

 Prezzi

22 euro (intero) – 16 euro (under 30/over 65/gruppi) – 11 euro (studenti)

 

Biglietteria

02 72434208/239

e-mail biglietteria@triennale.org

I biglietti si possono acquistare sui siti https://triennale.org e https://www.vivaticket.com/it/venue/triennale-milano/11034050 oppure presso i punti vendita Vivaticket e la biglietteria di Triennale Milano.

Nei giorni di programmazione la biglietteria resta aperta fino all’inizio dello spettacolo.

 

 

Abbonamenti

FOG 1+1=3
Acquista i biglietti per due spettacoli e ricevi in omaggio un biglietto per un terzo spettacolo a scelta.
44 euro: intero
34 euro: ridotto under 30 / over 65
24 euro: ridotto studenti

FOG Seven
L’abbonamento consente di acquistare il biglietto per 7 spettacoli a scelta.
94 euro: intero
77 euro: ridotto under 30 / over 65
50 euro: ridotto studenti

FOG Ten
L’abbonamento consente di acquistare il biglietto per 10 spettacoli a scelta.
120 euro: intero
100 euro: ridotto under 30 / over 65
80 euro: ridotto studenti

 

PROMOZIONI

Spettacolo + mostra in Triennale Milano

Acquistando un biglietto per uno degli spettacoli inseriti nel programma della stagione hai diritto all’ingresso ridotto per le mostre in Triennale Milano e viceversa. Promozione valida entro 30 giorni dall’acquisto del biglietto e applicabile ai titoli d’ingresso delle singole mostre.

 

CONVENZIONI

Per conoscere tutte le convenzioni attive per la stagione teatrale di Triennale Milano, visita il sito https://triennale.org

Triennale Milano Teatro è convenzionato con LEDHA e applica tariffe ridotte a persone con disabilità. È anche convenzionato con 18app e Carta del Docente. Tutte le informazioni sui siti https://www.18app.italia.it/#!/, https://cartadeldocente.istruzione.it/#/.

 

Web https://triennale.org

facebook https://www.facebook.com/triennalemilano/

Instagram https://www.instagram.com/triennalemilano/

Triennale Milano

viale Alemagna 6

20121 Milano