Nice Festival di Settimo Torinese

Presso il parco Alcide De Gasperi dal 17 al 22 maggio

637

Martedì 17 maggio prende il via il primo Festival di circo contemporaneo del centro di produzione blucinQue/Nice, il Nice Festival di Settimo Torinese, che si terrà presso il parco Alcide De Gasperi dal 17 al 22 maggio con una programmazione intensa e i migliori artisti provenienti da tutto il mondo. Si apre così una stagione di spettacolo ricchissima – al festival di Settimo seguiranno il Nice Festival Chieri, il festival Sul Filo del Circo di Grugliasco e il Nice Festival Torino – grazie alla rete di partenariato avviata dal neonato centro di produzione e che vede protagonisti, oltre a quello di Settimo Torinese, i comuni di Grugliasco, Chieri, Torino e Moncalieri.

Nove spettacoli e compagnie differenti per un totale di 20 repliche su 6 giorni di festival con una media di 3-4 repliche al giorno cui si aggiungono, il martedì e giovedì, 4 appuntamenti dedicati alle scuole del territorio. In scena 39 artisti provenienti da Italia, Croazia, Portogallo, Spagna, Francia, Grecia, Argentina, Messico, Cile, Colombia, Brasile, Uruguay e Repubblica Ceca: sono questi i numeri del Nice Festival di Settimo Torinese, una prima edizione che intende collegarsi alla tradizione della città di Settimo Torinese pur rinnovandola profondamente. Nel 2022 il tradizionale Festival dell’Innovazione e della Scienza di Settimo giunge infatti alla sua decima edizione e, in occasione del Nice Festival, si analizzerà il rapporto fra circo e scienza invitando a intervenire prima degli spettacoli la fisica Veronica Rossetti.

“Il Nice Festival rappresenta qualcosa di nuovo per la nostra Città. Un calendario di grande qualità artistica ma anche un buon esempio di sinergia con altri Comuni del territorio per promuovere spettacolo e cultura – afferma Elena Piastra, sindaca di Settimo Torinese -:  Il protocollo di intesa con il centro di produzione blucinQue/Nice, firmato dai Comuni di Settimo, Torino, Chieri, Grugliasco e Moncalieri, dà sostanza a una produzione artistica di respiro internazionale. Non si tratta soltanto di organizzare eventi, ma di sostenere nuove compagnie capaci di portare un’offerta innovativa sul nostro territorio e di renderlo attrattivo su scala vasta. Il progetto che ci vede coinvolti rappresenta un’eccellenza di caratura internazionale con cui la Città può tessere relazioni fruttuose: rappresenta un volano per la vita culturale di Settimo e potrà portare nuove ricadute positive su scala ampia”.

Rinforzo arriva dalle parole di Silvano Rissio, Presidente di Fondazione ECM: “Il circo contemporaneo proposto con il Nice Festival è uno spettacolo di valore artistico indiscusso che accresce l’offerta culturale promossa da Fondazione Ecm. Questo Festival saprà coniugare un’indiscussa qualità culturale con l’interesse di un pubblico vasto e di ogni fascia d’età. Trovo particolarmente valida l’idea di legare gli spettacoli al filo rosso della scienza, una scelta che rafforza il ruolo primario della nostra Città nella divulgazione scientifica, declinata anche in eventi di natura prettamente artistica”.

Veronica Rossetti ha una laurea in fisica e una specializzazione in fisica applicata alla medicina. Lavora a tempo pieno come Fisico Medico presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, è titolale di alcuni corsi universitari di fisica medica e ha insegnato matematica e fisica nelle scuole superiori. Parallelamente alla fisica si dedica al teatro, e nel 2016 ha fondato con due amiche la compagnia Rossoinvaligia. Da sempre convinta che la trasmissione del sapere sia uno dei compiti fondamentali di qualunque scienziato e che la comprensione dei fenomeni che regolano la nostra quotidianità sia una curiosità che chiunque avrebbe diritto di soddisfare, cercherà di spiegare agli spettatori alcuni semplici principi fisici che stanno alla base di diverse discipline circensi, quali la gravità, l’equilibrio, la forza centrifuga, l’energia e alcuni fenomeni senza i  quali lo spettacolo non sarebbe tale, come la luce e il suono.

Gli spettacoli, che saranno aperti al pubblico a prezzi popolari con lo scopo di far crescere la cultura del circo contemporaneo e creare così nuove generazioni di spettatori, in grado di valutare con spirito critico gli spettacoli e riconoscerne la qualità, andranno in scena in due differenti location all’interno del parco: su un palco open air e all’interno dello chapiteau della compagnia Teatro Nelle Foglie. I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria che si troverà davanti allo chapiteau Teatro Nelle Foglie e che sarà aperta due ore prima del primo spettacolo di giornata – la domenica un’ora prima del primo spettacolo della mattina – oppure su Vivaticket e tramite la nuova APP del centro di produzione denominata blucinQue Nice e che è disponibile su Apple e Play Store. Rimane sempre attiva la biglietteria all’interno del Parco Culturale Le Serre presso i locali di Fondazione Cirko Vertigo in via Tiziano Lanza 31 – Grugliasco.

Si inizia martedì 17 maggio alle ore 17:00 con Clown in libertà di Teatro Necessario, un momento di euforia, ricreazione e ritualità catartica per tre buffi e talentuosi clown, colti da un’eccitazione infantile all’idea di avere una scena e un pubblico a loro completa disposizione.

Alle 20:00, in doppia replica sia martedì 17 che mercoledì 18 maggio, Gelsomina Dreams, dichiarato omaggio della regista e coreografa Caterina Mochi Sismondi al mondo felliniano, è un viaggio onirico in bilico tra danza, musica dal vivo e amarcord circense tanto evocata nel lavoro cinematografico di Fellini, che prende vita attraverso il percorso degli artisti della compagnia blucinQue.

In programma martedì 17 e mercoledì 18 maggio alle ore 22:00 e giovedì 19 e venerdì 20 maggio alle 21:00, Llabyellov, primo lavoro da solista di Carlo Cerato. Ironico, tecnico, originale, lo spettacolo è un collage astratto di esplorazioni di giocoleria, forme, colori, costumi, videoproiezioni, musica. In scena assieme all’artista bastoni, anelli, palline, piume, gelati, girandole, racchette da badminton.

Mercoledì 18 maggio alle ore 17:00 appuntamento con Nanirossi show, dell’omonima compagnia costituita da Elena Fresh e Matteo Mazzei. Spettacolo tout public dai caratteri tipici dell’arte di strada, Nanirossi show porta una ventata di aria fresca al repertorio del teatro di strada italiano, tramite quello che è il cavallo di battaglia di questo duo.

 Giovedì 19 maggio alle ore 17:00 l’umorismo e le acrobazie di El Nino Del Retrete conquisteranno il pubblico di Cartoon Toylete. Protagonista il bambino che ognuno conserva dentro di sé e che prende vita grazie a un personaggio bizzarro e divertente che usa sulla scena un linguaggio comprensibile da tutti.

Doppia replica, mercoledì 18 e giovedì 19 maggio ore 21:30 per Krama, prima creazione di Collettivo 6tu, giovane compagnia formatasi nel 2021 e composta integralmente da artisti formatisi presso l’Accademia di Fondazione Cirko Vertigo: in scena tutto funziona grazie all’equilibrio tra gli elementi, non c’è prevalenza di un elemento a discapito dell’altro ma tutto sta in piedi perché ogni componente dà e riceve le proprie emozioni e quelle dei compagni. La reciproca fiducia permette di creare atmosfere armoniche nelle quali è possibile cogliere energia, affiatamento e sostegno.

Venerdì 20 maggio alle 17:00 risate a non finire con Frank Duro e Gustavo Leumann di Circo Pacco. Rifiutati dal Nouveau Cirque e radiati dal circo classico, tentano di allestire il loro spettacolo, 100% Paccottiglia, cercando con ogni mezzo di guadagnarsi il centro della scena a colpi di numeri al limite del ridicolo, tra piogge di pop-corn ed eccentriche acrobazie. Una visual comedy irriverente e dissacrante, una vera parodia sul mondo del circo contemporaneo.

Gli ultimi due giorni di festival si chiudono con due spettacoli in doppia replica: In Fabula di Fondazione Cirko Vertigo, che andrà in scena sabato 21 maggio alle 16:00 e alle 20:00 e domenica 22 maggio alle 10:30 e alle 16:00. In un mondo fiabesco, il racconto di Cappuccetto Rosso viene rivisitato in chiave circense dagli artisti dell’Accademia per Artista di circo contemporaneo di Cirko Vertigo: fra danza, poesia e giocoleria una bimba indaga i misteri della notte e le sue paure più recondite. Il lupo diventa specchio delle parti più intime e oscure dell’animo umano, delle quali la bambina ha paura, al punto tale che lupo e bambina divengono due volti della stessa personalità.

Chiude il festival lo spettacolo Kairòs di Compagnia Teatro Nelle Foglie, che sarà visibile sabato 21 maggio alle 17:00 e alle 21:00 e domenica 22 maggio alle 11:30 e alle 17:00. Muovendosi tra clessidre, orologi, pendoli e lancette, pianoforti e rottami, i personaggi di Kairòs entrano in un tempo-spazio in cui la fantasia può esprimersi liberamente e viaggiare come un veliero su un mare lontano. Nato durante il periodo pandemico, lo spettacolo verte su una tematica attuale e sulla quale il lockdown ha costretto tutti a riflettere: quella del tempo e la sua percezione.

A questi appuntamenti, si aggiungono, nelle mattinate di martedì e giovedì alle 9:30 e 10:30, quattro repliche dello spettacolo In Fabula di Fondazione Cirko Vertigo, dedicate unicamente agli studenti delle scuole del territorio. In tali date è prevista per i bambini, prima dello spettacolo, una visita guidata allo chapiteau di Compagnia Teatro nelle Foglie, con spiegazione alle classi di cosa sia uno chapiteau e cosa si possa fare al suo interno oltre che un piccolo excursus sulla storia del circo.

Al Nice Festival di Settimo Torinese seguiranno il Nice Festival di Chieri, in programma il 25-26 giugno e 3 luglio, il Festival Sul Filo del Circo di Grugliasco, dall’1 al 9 luglio e il Nice Festival di Torino, previsto dal 26 al 30 ottobre presso il teatro Café Müller e il teatro Colosseo.

Il centro di produzione blucinQue/Nice intende farsi promotore di una vera e propria rete in grado di orientare i territori nel rispetto delle loro caratteristiche, a tutti i livelli: sociale, economico e valoriale. Si favorirà una circuitazione transfrontaliera delle compagnie ospitate e il partenariato con i Comuni, di respiro triennale, intende creare sul territorio una comunità di spettatori stabile. Alla rete dei cinque Comuni, in pieno accordo con le politiche della Città Metropolitana, si aggiungono le terre canavesane di Agliè, San Giorgio Canavese e Castellamonte, presso le quali si terrà il Festival della Reciprocità. Sul territorio di Moncalieri è invece in via di definizione, nella seconda parte dell’anno, una programmazione sul solco delle iniziative degli ultimi anni. Il centro di produzione, oltre all’organizzazione dei festival sopracitati e della produzione e diffusione di spettacoli prodotti e coprodotti, cura inoltre le stagioni teatrali della Città di Grugliasco e del teatro Cafè Müller di Torino.

La direzione artistica del settore creativo del centro blucinQue/Nice è affidata alla coreografa e regista Caterina Mochi Sismondi, fondatrice di compagnia blucinQue, che sceglie le compagnie da coprodurre e che rappresenta con il suo lavoro un punto di riferimento nel settore del teatrodanza e del circo contemporaneo in Italia mentre la direzione di produzione è di Paolo Stratta (che si occupa della programmazione). L’obiettivo di creare una rete per la promozione dello spettacolo dal vivo e del circo contemporaneo rappresenta un unicum in Italia, una bussola per orientare artisti e spettatori.

 

IL NICE FESTIVAL DI SETTIMO TORINESE è realizzato

Con il contributo di: Comune di Settimo Torinese, Fondazione ECM, MIC, MAECI

Con il patrocinio di: Città Metropolitana e Regione Piemonte

Progetto del centro di produzione blucinQue/Nice

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo

 

LA RETE DI FESTIVAL 2022 è realizzata

con il contributo di: Comune di Chieri, Comune di Grugliasco, Comune di Moncalieri, Comune di Settimo Torinese, Città di Torino, Fondazione ECM, MIC

Con il patrocinio di: Città Metropolitana e Regione Piemonte

Progetto del centro di produzione blucinQue/Nice

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo

Info su www.blucinque.it