Thomas Guggeis debutta al Piermarini sostituendo Daniel Barenboim

Venerdì 6 maggio il giovane direttore che dal 2023 guiderà l’Opera di Francoforte

798

Sarà Thomas Guggeis, classe 1993, Kapellmeister all’Opera di Berlino e dal 2023
Generalmusikdirektor dell’Opera di Francoforte, a sostituire Daniel Barenboim nella tournée
europea della West-Eastern Divan Orchestra che venerdì 6 maggio tocca anche il Teatro alla Scala il ciclo di Orchestre Ospiti. Al Maestro Barenboim è stata recentemente diagnosticata una malattia vascolare infiammatoria che lo ha costretto a sottoporsi a trattamento nelle ultime due settimane. Ci si aspetta che si riprenda completamente. Seguendo il consiglio dei suoi medici, completerà il suo attuale percorso di cure rinunciando alla tournée per concentrarsi sul suo recupero. Dopo la diagnosi nel mese di aprile il M° Barenboim aveva dovuto rinunciare ad alcune serate alla Staatsoper Unter den Linden ed era stato proprio il M° Guggeis a dirigere in sua vece Le nozze di Figaro.

Il Maestro Barenboim ha dichiarato: “Ritirarsi da questo tour è doloroso. Il lavoro con la WEDO è molto speciale per me e non vedevo l’ora di eseguire con loro Má vlast di Smetana. Tuttavia, in questo momento, devo dare la priorità alla mia salute e sono grato che Thomas Guggeis abbia accettato di occuparsi del tour. Má vlast è un pezzo molto toccante per la WEDO da portare nelle capitali europee, specialmente in questo momento. “Má vlast” significa “la mia patria” ed è molto significativo e simbolico che la nostra Orchestra, che ancora non ha una patria, esegua questo pezzo a Praga. Io sarò con tutti i musicisti in spirito e non vedo l’ora di riunirmi con loro in estate”.
La tournée europea segna il ritorno in grande stile della Divan all’attività internazionale con
concerti alla Philharmonie de Paris il 5 maggio, a Milano il 6, alla Isarphilharmonie l’8, al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles il 9 e alla Philharmonie de Luxembourg il 10, per concludersi il 12 e 13 con il debutto alla Smetana Hall per l’apertura del Festival di Primavera di Praga. Significativo quindi il programma, il ciclo di poemi sinfonici Má vlast dedicato da Bedrich Smetana ai paesaggi della sua terra.

Thomas Guggeis ha studiato direzione d’orchestra alla Hochschule für Musik und Theater di
Monaco di Baviera e al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano (ha anche conseguito una laurea in meccanica quantistica). Ha iniziato la sua carriera professionale come pianista ripetitore alla Staatsoper di Berlino, dove è stato assistente di Daniel Barenboim. Nel marzo 2018 ha suscitato grande scalpore sostituendo Christoph von Dohnányi in una nuova produzione di Salome alla Staatsoper dove dalla Stagione 2020/21 ricopre la posizione di Staatskapellmeister dirigendo regolarmente un vasto repertorio. Ha recentemente debuttato alla Wiener Staatsoper con Salome e Die tote Stadt che dirigerà anche alla Semperoper di Dresda, e ha già diretto anche al Metropolitan di New York. In questi giorni è impegnato in Die lustigen Weiber von Windsor di Nicolai a Berlino, dove alla fine del mese dirigerà anche Jenůfa. Il pubblico milanese conosce Thomas Guggeis per le sue collaborazioni con l’Orchestra Verdi.

La West-Eastern Divan Orchestra

Per 20 anni, la West-Eastern Divan Orchestra è stata una presenza significativa nel mondo della musica internazionale. Nel 1999, Daniel Barenboim e lo studioso di letteratura palestinese Edward W. Said hanno creato un laboratorio per giovani musicisti per promuovere la coesistenza e il dialogo interculturale. Hanno chiamato l’Orchestra e il Laboratorio come la raccolta di poesie Il divano occidentale-orientale di Johann Wolfgang von Goethe, un’opera centrale per lo sviluppo del concetto di cultura globale. Le prime sessioni di prove dell’Orchestra hanno avuto luogo a Weimar e Chicago. Un numero uguale di musicisti israeliani e arabi forma la base dell’ensemble, insieme a membri provenienti da Turchia, Iran e Spagna. Si incontrano ogni estate per le prove, seguite da un tour internazionale di concerti.

Il ciclo di Orchestre Ospiti

Il ciclo di ospitalità di grandi orchestre straniere, che lo scorso 29 aprile ha visto trionfare Esa- Pekka Salonen alla testa dell’Orchestre de Paris, si conclude l’8 e 9 settembre con Christian Thielemann e la Staatskapelle Dresden.

Per informazioni di Biglietteria:
– La Scala Risponde lascalarisponde@fondazionelascala.it
– Infotel +39 02 72 003 744 (dal lunedì al sabato, dalle 12 alle 18)
– Biglietteria Teatro alla Scala, Largo Ghiringhelli (dal lunedì al sabato, dalle 12 alle 18)