VillaInVita Fermo festival

Dal 24 giugno al 3 agosto

561

PROGRAMMA

  • VENERDÌ 24 GIUGNO

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA

MyM – CIAO CIAO EDITION 

  • VENERDÌ 15 LUGLIO

MANUEL AGNELLI

IN CONCERTO 

  • DA MERCOLEDÌ 20 A DOMENICA 24 LUGLIO

FESTIVAL SHAKESPEARE NEL PARCO 

II edizione

a cura di PROSCENIO TEATRO

  • DOMENICA 24 LUGLIO

KHORA.TEATRO con Il Teatro Menotti

LE OPERE COMPLETE DI SHAKESPEARE IN 90’

di Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield

interpretato e diretto da Lorenzo Degl’Innocenti

Fabrizio Checcacci, Roberto Andrioli

  • MERCOLEDÌ 27 LUGLIO

Best Sound / Savà

DRUSILLA FOER

ELEGANZISSIMA ESTATE 

direzione artistica Franco Godi

pianoforte Loris Di Leo

clarinetto e sax Nico Gori

  • MERCOLEDÌ 3 AGOSTO

BALLETTO DI MILANO

direttore artistico Carlo Pesta

CARMEN SUITE – TANGOS

musiche e coreografie autori vari

Torna ad animarsi il bellissimo palcoscenico estivo di Villa Vitali con la settima edizione di Villa in Vita Fermo Festival promosso dal Comune di Fermo con l’AMAT e il contributo di Regione Marche e MiC.

Dopo l’incredibile successo sanremese con Ciao Ciao, La Rappresentante di Lista, progetto fondato nel 2011 dalla cantante Veronica Lucchesi e dal polistrumentista Dario Mangiaracina, inaugura il cartellone il 24 giugno con MyM – Ciao Ciao Edition. Sarà un esplosivo live full band, uno show a 360° come ormai d’abitudine per La Rappresentate di Lista, ormai una garanzia per i fan più affezionati e una sorpresa per chi ha conosciuto il progetto in questi mesi. Ciao Ciao dal debutto sanremese si è rivelato un grande successo, Disco di Platino con quasi 40 milioni di streaming audio e video, al 9 posto nella classifica globale delle nuove uscite più ascoltate su Spotify, nella top 200 Global della piattaforma, al 3 posto tra i singoli più venduti delle Classifiche FIMI/Gfk e tra i brani più trasmessi in radio.

Manuel Agnelli, cantautore, musicista, produttore discografico, autore, conosciuto soprattutto come fondatore e frontman della più importante rock band italiana degli ultimi decenni, gli Afterhours, da lui fondata nel 1985 e noto giudice di X-Factor è atteso in concerto il 15 luglio con il meglio della sua discografia, a rappresentanza del panorama rock e alternativo italiano. In scaletta ci saranno tutti i più grandi e conosciuti successi accanto alla sua storica band, così come i nuovissimi progetti di Manuel Agnelli da solista, tra i quali gli inediti La profondità degli abissi e Pam Pum Pam, composti e pubblicati lo scorso dicembre come colonna sonora del film Diabolik.

Il 27 luglio a Villa Vitali una sera di mezza estate con l’amatissima Drusilla Foer, carismatica icona di stile, cantante e attrice, che stupirà con il suo recital Eleganzissima, un viaggio fra gli aneddoti tratti dalla vita straordinaria di Madame Foer, vissuta fra l’Italia, Cuba, l’America e l’Europa, costellata di incontri e grandi amicizie con persone fuori dal comune e personaggi famosi, fra il reale e il verosimile. Il pubblico si trova coinvolto in un viaggio, ricco di musica e canzoni dal vivo, nella realtà poco ordinaria di un personaggio realmente straordinario, in un’alternanza di momenti che strappano la risata e altri dall’intensità commovente. La direzione artistica è di Franco Godi, presente anche sul palco per un cameo alla chitarra, nuove canzoni saranno proposte al pubblico, fra le quali alcune inedite, che Drusilla interpreterà dal vivo, accompagnata dai suoi musicisti Loris di Leo al pianoforte e Nico Gori al sax e clarinetto.

Il 3 agosto per la conclusione di Villa in Vita il palcoscenico di Villa Vitali ospita il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta, tra le compagnie italiane più prestigiose, con una serata di danza in due atti dal titolo Carmen Suite – Tangos. Carmen nell’immaginario collettivo è l’incarnazione della femminilità e della seduzione. La suite del Balletto di Milano, tra appassionati pas de deux e le tante e vivaci danze d’assieme di gitani, soldati e sigaraie, ripercorre la storia della bella gitana. Un balletto realizzato sulle stupende musiche di Georges Bizet, non solo tratte dall’omonima opera, ma anche dalle due Suites e dall’Arlesienne n. 2 le cui sonorità enfatizzano la vicenda e il clima d’energia e passione. Nella seconda parte della serata Tangos è pura emozione ed energia. Il Balletto di Milano, guardando al tango tradizionalmente creato e ballato dalla gente, gioca tra stili, milonghe e tanghi contemporanei per offrire una visione generata da nuove interpretazioni e forme inattese su particolari sonorità musicali. 

Il cartellone di Villa in Vita si arricchisce, dal 20 al 24 luglio, del Festival Shakespeare nel Parco, giunto alla seconda edizione e curato da Proscenio Teatro (programma e informazioni complete su https://shakespearenelparco.it/). Tra i tanti appuntamenti in programma il 24 luglio il festival ospita Le opere complete di Shakespeare in 90’ di Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield, interpretato e diretto da Lorenzo Degl’Innocenti, Fabrizio Checcacci e Roberto Andrioli. Dopo il debutto al Fringe Festival di Edimburgo nel 1987, questa originalissima commedia è stata replicata per nove anni con crescente successo al Criterion Theatre di Londra, fino a diventare uno degli spettacoli più conosciuti al mondo, una parodia di tutte le opere di Shakespeare eseguita in forma comicamente abbreviata, un’immersione leggera e stravagante nel mondo shakespeariano.

Informazioni e prevendita biglietteria Teatro dell’Aquila 0734 284295, AMAT e biglietterie del circuito vivaticket. Inizio spettacoli ore 21.15.

 

VENERDÌ

24 GIUGNO

LA RAPPRESENTANTE

DI LISTA

MyM

CIAO CIAO EDITION

Dopo l’incredibile successo sanremese con CIAO CIAO, il progetto fondato nel 2011 dalla cantante Veronica Lucchesi e dal polistrumentista Dario Mangiaracina, torna sui palchi dei più importanti festival e rassegne estive. 

LRDL è pronta a portare in tutta Italia – insieme al suo repertorio decennale – MY MAMMA CIAO CIAO EDITION (Woodworm/Numero Uno – Sony Music Italy), la riedizione digitale disponibile su tutte le piattaforme dell’ultimo album My Mamma uscito lo scorso 5 marzo 2021 durante l’esperienza sanremese con Amare, che si arricchisce di due nuovi brani: CIAO CIAO, in gara alla 72sima edizione del Festival e già certificato Disco di Platino, e BE MY BABY , il brano prodotto da Papa D e Cosmo per la serata delle cover proprio con Cosmo, insieme a Margherita Vicario e Ginevra.

MyM – CIAO CIAO EDITION sarà un nuovo e imprevedibile sviluppo delle performance con cui la band negli anni ha stupito il proprio pubblico e un ulteriore spazio per raccontare l’universo artistico de LRDL. Sarà un esplosivo live full band, uno show a 360° come ormai d’abitudine per La Rappresentate di Lista, ormai una garanzia per i fan più affezionati e una sorpresa per chi ha conosciuto il progetto in questi mesi e sta contribuendo al successo su tutti i livelli di CIAO CIAO.

Acclamata dal pubblico e dalla critica e già certificata Disco di Platino, con quasi 40 milioni di streaming audio e video, CIAO CIAO è entrata al 9 posto nella classifica globale delle nuove uscite più ascoltate su Spotify, stabilendosi anche nella top 200 Global della piattaforma, ha debuttato al 3 posto tra i singoli più venduti delle Classifiche FIMI/Gfk e si conferma ancora sul podio dei brani più trasmessi in radio Sui social media i numeri sono in crescita sin dall’inizio della settimana sanremese: i follower su Instagram sono più che raddoppiati, quelli su Tik Tok arrivati a oltre 55mila, con più di 10 milioni di visualizzazioni, il brano è stato utilizzato in oltre 70mila video. Anche il videoclip, che riprende l’ormai celebre coreografia portata sul palco dell’Ariston, ha raccolto ad oggi oltre 20 milioni di views. Non è mancato il sostegno di personaggi come Paolo Sorrentino, che ha utilizzato CIAO CIAO per un “finale alternativo” sulla sua pagina Instagram dell’ultima pellicola È stata la mano di Dio, a Tiziano Ferro, passando per club calcistici, squadre olimpiche e molto altro.

La Rappresentante di Lista (LRDL) è un progetto che nasce nel 2011 dall’incontro tra la cantante Veronica Lucchesi e il polistrumentista Dario Mangiaracina. I due si erano conosciuti a Milano l’anno prima durante l’allestimento di uno spettacolo teatrale e si erano successivamente spostati a Palermo per unirsi a un gruppo di artisti che, sotto la spinta della protesta del Teatro Valle di Roma, aveva riaperto il Teatro Garibaldi. Durante l’occupazione, Dario e Veronica, incontrano vari esponenti della scena musicale siciliana tra cui Roberto Cammarata, chitarrista e produttore palermitano. Grazie anche alla collaborazione con questi musicisti nasce il primo album de LRDL che verrà pubblicato nel 2014 da Garrincha Dischi. Da Palermo parte il primo tour del duo e (Per la) Via di Casa viene candidato alle Targhe Tenco come miglior disco d’esordio. Veronica e Dario iniziano a scrivere il secondo disco Bu Bu Sad già durante questo primo tour strutturando quella che sarà la loro cifra stilistica: una scrittura fortemente visionaria e una sintesi tra cantautorato e sonorità elettroniche. Prendono in prestito dai dibattiti sull’identità sessuale il termine “queer” (strambo, oltre il genere, trasversale) definendosi una “queer pop band”. Giorgio Canali, qualche tempo dopo, li definirà “obliqui”. Nel marzo del 2017 esce Bu Bu Sad Live registrato durante il tour nei club. Nell’agosto dello stesso anno la band è ospite dello Sziget Festival e della rassegna Musicultura. Dopo un tour di oltre 200 date, a Gennaio del 2018, LRDL porta in scena Bu Bu Suite: riscrittura per ensemble di musica da camera del repertorio della band in collaborazione con il M° compositore Francesco Leineri. 

Con la fine del tour, prima in Marocco e poi in Toscana, Veronica e Dario iniziano a definire la scrittura delle nuove canzoni. La produzione del terzo disco, Go Go Diva, uscito per Woodworm nel 2018, ha inizio all’interno dello studio Fat Sounds di Palermo e prosegue a Milano con Fabio Gargiulo. A maggio 2019, inoltre, LRDL si è esibita sul palco del Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni a Roma.

A gennaio 2020 il brano Questo corpo, estratto dal disco Go Go Diva, è stato inserito all’interno della colonna sonora della serie TV The New Pope, creata e diretta da Paolo Sorrentino, sequel della fortunatissima The Young Pope sempre a firma del regista Premio Oscar. A febbraio 2020 LRDL sale sul palco del Teatro Ariston di Sanremo al fianco di Rancore e Dardust, nella serata dei duetti, esibendosi nel brano Luce di Elisa. Le musiche di Go Go Diva sono state incluse nella colonna sonora della serie Il Cacciatore 2, in forma riarrangiata dalla band stessa. Veronica Lucchesi, inoltre, ha recitato nella stessa serie. Alle riprese hanno preso parte anche gli altri componenti della band, impersonando membri della band di Maria, ruolo di Veronica Lucchesi. Anticipato dal singolo Alieno e da Amare, presentato a Sanremo 71, il 5 marzo 2021 viene pubblicato il nuovo album, My Mamma, contaminato dalla creatività di quello che inizia a prendere la forma di un vero e proprio collettivo artistico. Il successo è immediato: My Mamma ha debuttato al primo posto della classifica di vendita vinili FIMI e al quinto posto della classifica album. Amare è stata invece certificata Disco di Platino, entrando sul podio dei brani più trasmessi dalle radio italiane. Si tratta di nuovo passo per la LRDL, che unisce la sua vocazione innata per il laboratorio, a un’esplorazione sempre più consapevole e matura nei temi, nella scrittura e nella produzione. L’album è stato seguito da un tour estivo che ha registrato numerosi sold out in tutta la penisola e affascinato il pubblico dei maggiori festival, confermando la band come una tra le realtà più trasversali e interessanti del panorama musicale contemporaneo. È uscito da poco il loro primo romanzo, Maimamma, legato a filo diretto con l’ultimo album: la storia di una donna – Lavinia – che sta per dare alla luce un figlio alle soglie dell’apocalisse. Maimamma esplora temi cari a LRDL come come quelli del corpo, della maternità, dell’ecologia, dell’eredità che lasceremo ai nostri figli. LRDL è stata in gara tra i Big della 72^ edizione del Festival di Sanremo con il brano Ciao Ciao, già certificato Disco di Platino, contenuto in My Mamma – Ciao Ciao Edition, la riedizione digitale dell’album, insieme a Be My Baby con Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra.

 

VENERDÌ

15 LUGLIO

MANUEL AGNELLI

IN CONCERTO

Manuel Agnelli è un cantautore, musicista, produttore discografico, autore, conosciuto soprattutto come fondatore e frontman della più importante rock band italiana degli ultimi decenni: gli Afterhours, da lui fondata nel 1985. L’attuale formazione della band è composta da Manuel Agnelli, leader e voce del gruppo, Roberto Dell’Era (basso), Rodrigo D’Erasmo (violino, tastiere), Xabier Iriondo (chitarra), Fabio Rondanini (batteria) e Stefano Pilia (chitarre). La prima formazione comprendeva Paolo Cantù alla chitarra, Lorenzo Olgiati al basso, Alessandro Pellizzari alla batteria, poi sostituito da Max Donna. Il nome del gruppo voleva essere un omaggio ai The Velvet Underground di Lou Reed, autori della canzone omonima.

L’esordio avviene con il 45 giri My Bit Boy del 1987, seguito, un anno più tardi, dal mini LP All the Good

Children Go to Hell, entrambi prodotti e distribuiti dalla Toast Records. Nel 1989 Manuel fonda insieme ad altri ‘agitatori cultirali’ l’etichetta discografica Vox Pop, che in cinque anni produce una novantina di dischi e band come Ritmo Tribale, Africa Unite, Mau Mau, Prozac +, Casino Royale e Sottotono.

Nel 1990 esce l’album d’esordio degli Afterhours, During Christine’s Sleep che lascia già intendere il talento rock della band. Grazie all’influente rivista americana “Alternative Press” – che lo segnala come disco del mese – gli Afterhours vengono invitati a rappresentare l’Italia al New Music Seminar di New York. Dopo il mini LP Cocaine Head del 1992, primo lavoro con Giorgio Prette alla batteria e che vede la presenza di Cesare Malfatti dei La Crus alla chitarra, il gruppo viene invitato a suonare al Berlin Indipendence Days. Nel 1993 pubblicano l’album Pop Kills Your Soul, con testi sempre in inglese e con una formazione rinnovata a quattro elementi, entra infatti nel gruppo il chitarrista Xabier Iriondo, mentre lasciano Cantù e Olgiati. Registrano anche Mio Fratello è Figlio Unico di Rino Gaetano per l’album tributo legato ad Arezzo Wave. È la prima traccia ufficiale cantata in italiano. L’anno seguente gli Afterhours registrano una spettacolare versione de La Canzone Popolare per il tributo ad Ivano Fossati.

Nel 1995 esce un nuovo album, Germi, il primo interamente cantato in lingua italiana. L’album contiene i semi della filosofia Afterhours: melodia e rumore, sperimentazione pop e ironia. Il singolo Dentro Marilyn, contenuto nel disco, è stato reinterpretato dalla straordinaria voce di Mina, ribattezzato per l’occasione con il titolo Tre Volte Dentro Me. Nel 1997 la band pubblica, con l’etichetta discografica Mescal, l’album Hai Paura del Buio? È il secondo album cantato in lingua italiana e grazie ad esso la band verrà consacrato definitivamente come una delle più significative della scena indie rock italiana. L’album diventa presto una pietra miliare per gli amanti del rock alternativo e riscuoterà un grande successo anche il tour successivo.

Nel 1998 partecipano per la prima volta al grande concerto del Primo Maggio a Roma. Vi torneranno altre quattro volte. Manuel si dedica anche alla produzione artistica di vari artisti come: Massimo Volume, La Crus, Cristina Donà, Scisma. Nel 1999 esce l’album Non è per sempre, che sarà presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre compilata da Rolling Stone Italia. Il suono è meno ruvido e aggressivo, più ricercato con l’ingresso in pianta stabile dei violini di Dario Ciffo e di Roberta Castoldi al violoncello. Il Non è per sempre tour approda anche a Bologna, dove allo stadio Dall’Ara gli Afterhours condividono lo stesso palco con i R.E.M. Alla fine dell’estate 2000, viene pubblicato da Mondadori il libro di Manuel Agnelli intitolato Il meraviglioso tubetto, in vendita insieme ad una versione speciale dell’ultimo disco con alcune tracce inedite. Nel 2001 esce Siam tre piccoli porcellin, album live della band contenente l’inedito La Sinfonia dei topi. Viene inaugurato il Tora! Tora! Festival, festival itinerante ideato e organizzato da Manuel Agnelli, che riunisce il meglio della scena alternativa italiana. Sul palco, infatti, salgono tra gli altri: Marlene Kuntz, Subsonica, Massimo Volume, Cristina Donà e Modena City Ramblers.

Grazie al Tora! Tora! Festival il musicista milanese si aggiudica il premio come “Evento live dell’anno” al Meeting delle etichette indipendenti. Un anno ricco di soddisfazioni in cui riceve anche l’Italian Music Awards in qualità di miglior produttore italiano dopo aver prodotto l’album Solo un grande sasso dei Verdena. Arriva una svolta anche se in negativo: Xabier Iriondo, chitarrista ed elemento importantissimo per la band lascia per dedicarsi ad altri progetti. Nel 2002 viene pubblicato l’album Quello che non c’è, piazzatosi in pochi giorni sul podio, al secondo posto della classifica ufficiale FIMI-Gfk degli album più venduti. Il sound degli Afterhours cambia e si evolve ancora. Inizia, per la band, un lungo tour che li vedrà affiancati in alcuni casi dai Mercury Rev e dai The Twilight Singers di Greg Dulli, già leader degli Afghan Whigs. La band ottiene un altro riconoscimento dall’Italian Music Awards, grazie al brano Quello che non c’è premiato per il miglior testo. Nello stesso anno produce Trasparente, terzo album di Marco Parente.

Nel 2004 esce il singolo Gioia e Rivoluzione, brano storico degli Area, riproposto oltre che in versione live anche all’interno del film di Guido Chiesa Lavorare con lentezza (presentato a settembre al Festival del Cinema di Venezia), dove gli Afterhours interpretano la band guidata da Demetrio Stratos.

Agnelli canta e suona la chitarra nell’album She Loves You dei Twilight Singers di Greg Dulli. La collaborazione con Dulli durerà nel tempo visto che Agnelli è coautore di due pezzi dell’album Powder Burns dei Twilight Singers. Nel 2005 viene pubblicato l’album Ballate per piccole iene, che vede la partecipazione di Greg Dulli in veste di produttore. L’album – anticipato dal singolo Ballata per la mia piccola iena -debutta direttamente alla seconda posizione nella classifica dei dischi più venduti in Italia. Questo album, e questo tour, vedono l’ingresso nel gruppo di Roberto Dell’Era, che nel gruppo suona il basso al posto di Andrea Viti. Nello stesso periodo entra ufficialmente nella band anche il polistrumentista Enrico Gabrielli. Il tour registra tutte le date sold out totalizzando più di 30.000 presenze. Nel 2006, esce la versione in inglese intitolata Ballads For Little Hyenas, distribuita in Europa, Canada e Stati Uniti. La band parte per un lunghissimo tour che farà tappa anche in US e in Canada accompagnati da Greg Dulli e per la data di Roma anche da Mark Lanegan (ex Screaming Trees). Il Ballate per piccole iene Tour, prosegue per tutto il 2007 sui palchi di Italia ed Europa (esordio al prestigioso Festival Eurosonic di Groningen, poi Germania, Spagna, Olanda, Lussemburgo, Belgio, Regno Unito).

Gli Afterhours vengono selezionati per esibirsi al SXSW South By South West Festival, il più importante evento per addetti ai lavori a livello mondiale che si tiene ad Austin. Da qui partono per un secondo tour che tocca le principali città americane, concludendosi con le date alla Knitting Factory di New York ed al Troubador di Los Angeles. Al rientro dal secondo tour americano, la band si esibisce in una serie di date culminate con l’ottima esibizione sul palco del primo maggio a Roma di fronte a 700.000 persone. Nello stesso anno vengono pubblicati da Emi Music (Virgin) due doppi DVD antologici, Non usate precauzioni/Fatevi infettare (1985-1997) e Io non tremo (1997-2006), che narrano la storia degli Afterhours. Entrambi i DVD scalano la vetta delle classifiche di vendita, il secondo rimanendo per 3 settimane al primo posto. Tra il 2007 ed il 2008 gli Afterhours si ritirano in studio per la realizzazione de I Milanesi Ammazzano il Sabato, pubblicato poi su etichetta Universal Music nel 2008. Alla realizzazione dell’album prendono parte ospiti quali Greg Dulli, Stef Kamil Carlens (dEus, Zita Swoon), Brian Ritchie (Violent Femmes), Cesare Malfatti (La Crus, Amor Fou) e John Parish (P.J. Harvey). Gli Afterhours si imbarcano nuovamente per il Nord America, dove si esibiscono al North by North West Festival di Toronto e suonano alla prestigiosa Mercury Lounge di New York. Nel 2009 sono invitati a partecipare alla 59° edizione del Festival di Sanremo con il brano Il paese è reale, grazie al quale ottengono il Premio della Critica Mia Martini, assegnato dalla Sala Stampa del Teatro Ariston.

Ad aprile Enrico Gabrielli comunica l’intenzione di lasciare la band ed entra ufficialmente il violinista Rodrigo D’Erasmo. La band torna ad esibirsi nuovamente negli USA, invitati al SXSW Festival di Austin e proseguendo per una serie di concerti sulla East Coast. La prestigiosa rivista americana “Spin Magazine” inserisce gli Afterhours nella lista delle “The 100 Greatest Bands You’ve Never Heard Of”, una lista delle migliori band meno note al pubblico mainstream, che meritano di essere ascoltate.

Gli Afterhours si esibiscono ad Hit Week Los Angeles 2009 e sono selezionati per il Canadian Music Fest di Toronto e nuovamente per in SXSW di Austin del 2010.

A conferma dell’apprezzamento di Mina per la band milanese esce a novembre Adesso è facile, brano contenuto nell’album della cantante, arrangiato dagli Afterhours, scritto e cantato in duetto con Manuel Agnelli. Nello stesso anno è nuovamente premiato come “Miglior produttore dell’anno” dal MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) per il progetto Il paese è reale. Nel 2010 parte il progetto Il teatro degli Afterhours, che vede la band protagonista sui palchi di alcuni tra i più prestigiosi teatri italiani, con una particolare performance che coniuga musica, reading di testi di Flaiano, Manganelli e Pasolini e teatro, affiancati da ospiti come gli attori Antonio Rezza e Claudia Pandolfi, e musicisti come Emidio Clementi (Massimo Volume), Vasco Brondi (Le Luci della Centrale Elettrica), Xabier Iriondo, Gnu Quartet. In occasione del tour estivo, dopo anni di lontananza dagli Afterhours, Xabier Iriondo torna a suonare con la sua storica band. La band viene inoltre invitata a suonare per due date live a Shanghai dal Commissario Generale del Governo per l’Expo 2010. Nello 2011 suona le tastiere nel tour italiano di Damo Suzuki, ex cantante dei Can: il concerto di Roma, in particolare, viene registrato e pubblicato su cd con il titolo Sette modi per salvare Roma. Nel 2012 esce Padania, prodotto in modo completamente indipendente, che fa aggiudicare alla band la Targa Tenco per il “Miglior album” dell’anno e il PIMI (Premio Italiano per la Musica Indipendente), organizzato dal MEI come “Miglior gruppo”. Nel 2014 Universal Music Italia pubblica l’edizione speciale di Hai paura del buio?. Il progetto vede coinvolti diversi artisti di spicco della musica italiana ed internazionale, che hanno collaborato con gli Afterhours, per reinterpretare i brani che compongono l’album e proporre al pubblico una versione nuova e particolare, come tra gli altri Edoardo Bennato, Eugenio Finardi, Robert Wyatt; Joan as Police Woman, Greg Dulli, Mark Lanegan, Nic Cester.

A novembre la formazione subisce nuovi cambiamenti significativi: Giorgio Prette e Giorgio Ciccarelli lasciano il gruppo vengono sostituti da Fabio Rondanini e Stefano Pilia. Nel 2016 il gruppo annuncia l’uscita di Folfiri o Folfox (Universal Music), doppio album con 18 brani. Il disco debutta al primo posto tra i dischi più venduti in Italia di FIMI-Gfk.

Manuel Agnelli prende parte come giudice alla decima edizione del talent musicale X-Factor, ruolo che ricoprirà anche nelle due edizioni successive (2017 e 2018). Nel 2017 esce l’antologia Foto di Pura Gioia (Antologia 1987-2017), 4 CD che raccontano i 30 anni di percorso degli Afterhours. Il disco è accompagnato da una nuova versione del brano Bianca che vede la partecipazione di Carmen Consoli e il cui video è diretto da Cosimo Alemà. Tra il 2017 ed il 2018 il gruppo propone un tour celebrativo con la partecipazione in alcune date dello storico batterista Giorgio Prette. Nel 2018 Agnelli presta la voce a Caravaggio nel film Caravaggio – l’Anima e il Sangue, prodotto da Sky. Il film vince il Globo d’Oro.

Sempre nel 2018, è protagonista e tra gli autori di Ossigeno, programma in onda su Rai Tre che propone un viaggio attraverso la parola scritta e quella cantata con ospiti in studio chiamati a raccontarsi attraverso ricordi e musica come The Editors, Anna Calvi, Brunori Sas, Ghemon, Ivano Fossati, Jade Bird.

Durante il programma Manuel suona con Ben Harper, Stewart Copeland, Adrian Belew, Joan as Police Woman, Baustelle, Salmo, Daniele Silvestri, Max Gazzè. Il 10 Aprile 2018 la band celebra in un data unica i 30 anni di carriera con un concerto sold out al Mediolanum Forum di Assago. Nel 2019 esce, su etichetta Island Records (Universal Music) , l’album live Noi siamo Afterhours, formato da un doppio CD con la scaletta quasi integrale e da un DVD contenente il docufilm con le immagini del concerto evento al Forum, alternate a filmati d’archivio che ripercorrono la storia della band. L’album debutta nella Top 10 della classifica album FIMI-Gfk. Il docufilm, per la regia di Giorgio Testi, viene presentato alla Festa del Cinema di Roma lo stesso anno. A febbraio Manuel è ospite di Daniele Silvestri nel brano Argentovivo feat. Rancore nella serata del 69° Festival di Sanremo dedicata dei duetti. Per questo brano, di cui è coautore, si aggiudica il Premio Della Critica Mia Martini, il Premio Sala Stampa Lucio Dalla e, successivamente, la Targa Tenco come miglior canzone. A marzo torna a condurre Ossigeno, la cui edizione ha come tema la spaccatura generazionale e la transizione che obbliga l’uomo e l’artista in particolare a confrontarsi con le nuove generazioni e le nuove idee. A novembre Island Records pubblica il vinile in tiratura limitata di An Evening With Manuel Agnelli, un’edizione speciale voluta dal frontman degli Afterhours testimonianza dell’omonimo tour ripartito proprio il 18 novembre da Roma che lo vede protagonista assoluto, insieme al polistrumentista Rodrigo D’Erasmo, sui palchi dei più prestigiosi teatri italiani. A dicembre Manuel è direttore artistico, dove con la sua band Afterhours duetta insieme a Daniele Silvestri, Carmen Consoli, Rancore, Lous and the Yakuza, Fatoumata Diawara e Damon Albarn. Nel gennaio 2020 il duo Agnelli – D’Erasmo conquista il Rockol Awards 2019 come “Miglior Live Italiano per la Critica” per il loro tour An Evening With Manuel Agnelli. A settembre gli Afterhours salgono sul palco dell’Arena di Verona per Heroes, il primo concerto live in streaming a pagamento, nato per la raccolta fondi a favore delle categorie del settore musicale più colpite dagli effetti della pandemia Covid-19.

Ad ottobre Manuel Agnelli torna come giudice a X-Factor, dopo un anno di assenza, per la quattordicesima edizione. Il 28 gennaio 2021 fa il suo debutto ufficiale da solita ed esce il 45 giri su vinile in edizione limitata di La Profondità Degli Abissi composto dal brano omonimo che dà il titolo al disco e da Pam Pum Pam. Entrambi gli inediti sono stati realizzati per la colonna sonora del film Diabolik dei Manetti bros.

 

MERCOLEDÌ

27 LUGLIO

DRUSILLA FOER

ELEGANZISSIMA

ESTATE

direzione artistica Franco Godi

pianoforte Loris Di Leo

clarinetto e sax Nico Gori

produzione Best Sound produzione esecutiva Savà

Eleganzissima è il recital in divenire, scritto e interpretato da Drusilla Foer. 

Eleganzissima è un viaggio fra gli aneddoti tratti dalla vita straordinaria di Madame Foer, vissuta fra l’Italia, Cuba, l’America e l’Europa, e costellata di incontri e grandi amicizie con persone fuori dal comune e personaggi famosi, fra il reale e il verosimile. Il recital, ricco di musica e canzoni dal vivo, svela un po’ di lei: familiare per i suoi racconti così confidenziali e unica, per quanto quei ricordi sono eccezionali e solo suoi. Il pubblico si trova coinvolto in un viaggio nella realtà poco ordinaria di un personaggio realmente straordinario, in un’alternanza di momenti che strappano la risata e altri dall’intensità commovente. La direzione artistica è di Franco Godi, presente anche sul palco per un cameo alla chitarra, mentre la produzione è della sua Best Sound. 

Un successo clamoroso e consolidato e ormai un format di culto, Eleganzissima va in scena in una versione rivisitata, arricchita di nuovi racconti e di nuove canzoni, fra le quali alcune inedite, che Drusilla interpreta dal vivo, accompagnata dai suoi musicisti Loris di Leo al pianoforte e Nico Gori al sax e clarinetto.

Attrice, cantante, autrice di successo, nell’ottobre 2021 Drusilla ha pubblicato il suo primo romanzo autobiografico, Tu non conosci la vergogna – la mia vita eleganzissima, edito da Mondadori e già alla terza ristampa. Reduce da un anno molto intenso fra la TV e la radio, Drusilla a fine settembre 2021 è stata protagonista di un progetto sontuoso al Teatro Olimpico di Vicenza, in apertura del 74° Ciclo dei Classici, come voce narrante in scena de L’Histoire du Soldat – musica di Igor Stravinskij, libretto di Charles Ferdinand Ramuz – nella versione del regista Giancarlo Marinelli, con André De La Roche nei panni del Diavolo (e coreografo) e Beatrice Venenzi come direttore d’Orchestra.

 

MERCOLEDÌ

3 AGOSTO

BALLETTO DI MILANO

direttore artistico Carlo Pesta

CARMEN SUITE

TANGOS

serata di danza in due atti

musiche e coreografie autori vari

Carmen nell’immaginario collettivo è l’incarnazione della femminilità e della seduzione. Bella e anticonformista, passionale e desiderata, sfida chiunque voglia sottometterla, usando il suo fascino e la sua personalità per ottenere tutto ciò che desidera. La suite del Balletto di Milano, tra appassionati pas de deux e le tante e vivaci danze d’assieme di Gitani, Soldati e Sigaraie, ripercorre la storia della bella gitana che, mossa dall’amore per la libertà e l’indipendenza, resterà incondizionatamente fedele a sé stessa anche se consapevole che questo la condurrà alla morte. Un balletto realizzato sulle stupende musiche di Georges Bizet, non solo tratte dall’omonima opera, ma anche dalle due Suites e dall’Arlesienne n. 2 le cui sonorità enfatizzano la vicenda e il clima d’energia e passione.

Nella seconda parte della serata Tangos è pura emozione ed energia. È tango non come arte codificata, con propri schemi universalmente condivisi ed immutati nei secoli, ma come forma creativa in costante evoluzione. Il Balletto di Milano, guardando al tango tradizionalmente creato e ballato dalla gente, gioca tra stili, milonghe e tanghi contemporanei per offrire una visione generata da nuove interpretazioni e forme inattese su particolari sonorità musicali. 

Ambasciatore della danza italiana nel mondo, il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta è tra le Compagnie italiane più prestigiose. Riconosciuto e sostenuto da Ministero della Cultura, da Regione Lombardia da cui ha ottenuto anche il prestigioso Riconoscimento di Rilevanza Regionale e dal Comune di Milano, il Balletto di Milano svolge la propria attività nei maggiori teatri italiani e all’estero dove è presente in teatri ed istituzioni di primo piano. Il Balletto di Milano è in residenza al Teatro Lirico Giorgio Gaber e vanta un organico formato da danzatori diplomati presso le migliori Accademie internazionali e un ampio ed esclusivo repertorio che spazia dai grandi titoli classici rivisitati a produzioni esclusive.

 

BIGLIETTI:

La rappresentante di Lista posto unico non numerato 28 euro

Manuel Agnelli posto unico numerato 28 euro

Eleganzissima Estate posto unico numerato 33 euro ridotto* 28 euro

Carmen Suite – Tangos posto unico numerato 25 euro

Shakespeare nel parco Festival

BIGLIETTI (spettacoli del 20,22,24 luglio) 15 euro ridotto* 12 euro 

ABBONAMENTI  (spettacoli del 20,22,24 luglio) 35 euro ridotto* 30 euro 

ABBONAMENTO SPECIAL (spettacoli del 20,22,24 luglio)       15 euro

studenti scuole di ogni ordine e grado

BIGLIETTERIA PRESSO VILLA VITALI

331 2767671

dal 1 luglio

dal martedì al sabato dalle ore 16.30 alle ore 19.30

il giorno di spettacolo dalle ore 16.30 ad inizio spettacolo 

venerdì 24 giugno La rappresentante di lista 

BIGLIETTERIA TEATRO DELL’AQUILA aperta orario 10 – 13 e 16.30 – 19.30

BIGLIETTERIA VILLA VITALI aperta dalle ore 20

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIE:

BIGLIETTERIA TEATRO DELL’AQUILA

0734 284295 

aperta fino al 30 giugno 

martedì e mercoledì orario 16.30 – 19.30

giovedì, venerdì, sabato orario 10 – 13 e 16.30 – 19.30

AMAT e biglietterie del circuito

071 2072439

www.amatmarche.net

VENDITA ON LINE:

www.vivaticket.com

INIZIO SPETTACOLI

ore 21.15

*riduzione valida per studenti, giovani fino a 25 anni, over 65