Accademia Nazionale di Santa Cecilia, online il bando del Concorso Internazionale di Composizione “Luciano Berio”

La seconda edizione del concorso per giovani compositori. La chiusura delle iscrizioni il 15 novembre 2022

580

È online il bando per la seconda edizione del Concorso Internazionale di Composizione “Luciano Berio” (concorso membro della Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica) organizzato e promosso dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in collaborazione con il Centro Studi Luciano Berio l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, il Teatro Carlo Felice, la Universal Edition (UE) e con il supporto della SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e della Fondazione Boris Christoff.
Le iscrizioni si chiuderanno il 15 novembre 2022; la fase finale del Concorso si terrà a Roma il 15 e 16 gennaio 2023, al termine della quale sarà annunciato il vincitore. La missione del Concorso, riservata a compositori under 40, è la promozione della musica contemporanea e dei giovani compositori attraverso la creazione e la diffusione di nuovi brani per orchestra sinfonica. Alla prima edizione del concorso, vinto dal compositore cinese Yikeshan Abudushalamu, hanno partecipato compositori dai 13 ai 40 anni e sono arrivate 128 candidature: 89 dall’Europa, 14 dalle Americhe, 22 dall’Asia, 2 dall’Australia e 1 dall’Africa, mentre le nazioni rappresentate sono state 37. Il brano composto da Abudushalamu è stato eseguito in prima mondiale dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano il 12 marzo del 2021 nell’ambito della Stagione Sinfonica 2020-2021. La composizione verrà nuovamente eseguita dall’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia in tournée alla Oper Bonn il prossimo 27 agosto 2022, sempre con la direzione di Antonio Pappano. Repression, inoltre, è stato eseguito dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, diretta da Michele Gamba, il 3 febbraio 2022, mentre il prossimo 22 novembre sarà eseguito dall’Orchestra Filarmonica della Scala con la direzione di Thomas Adès.

IL CONCORSO
Il Concorso Berio 2022 è finalizzato alla selezione di un compositore vincitore a cui verrà assegnata una commissione del valore di 20.000 euro per la composizione di un brano originale per orchestra sinfonica che sarà eseguito in prima mondiale nell’ambito della Stagione Sinfonica 2024-2025 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Il brano del vincitore del Concorso verrà pubblicato dalla Universal Edition (UE) via “scodo” (il nuovo strumento web per la pubblicazione di partiture musicali ideato e lanciato nel 2021 dalla Universal Edition https://www.universaledition.com/scodo/about) e sarà successivamente inserito nella programmazione delle altre orchestre partner: una cordata di eccellenze nell’ambito delle Istituzioni musicali unite per promuovere una competizione rivolta ai giovani compositori, un modo per valorizzare nuovi talenti. A completare il mosaico sarà una prestigiosa giuria internazionale presieduta dal Direttore Musicale dell’Accademia di Santa Cecilia Antonio Pappano e composta da Luca Francesconi (Italia), Tania León (USA), Philippe Manoury (Francia) e Hilda Paredes (Messico).

Per partecipare al concorso si dovranno inviare due partiture, una per orchestra sinfonica e una con organico libero. Sono ammessi lavori già precedentemente composti o eseguiti, purché presentati in forma anonima; l’opportunità che si vuole offrire ai giovani compositori è infatti di presentarsi con le opere che ritengono più rappresentative del loro stile creativo. La giuria sarà dunque chiamata a premiare il compositore più convincente, a cui sarà affidata la composizione di un nuovo brano per orchestra sinfonica. Il primo premio, oltre alla commissione del valore di 20.000 euro, comprende anche 6 esecuzioni del nuovo brano garantite dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dalle orchestre partner; inoltre, la Universal Edition offrirà al vincitore un abbonamento gratuito di due anni al proprio portale “scodo” e metterà a disposizione di tutti i concorrenti la possibilità di avere una valutazione gratuita dei loro lavori.

In occasione di questa nuova edizione, il Presidente-Sovrintendente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Michele dall’Ongaro, ha dichiarato:

«Pensando a questo concorso ci siamo domandati: “Come lo avrebbe organizzato Luciano Berio?”. Berio avrebbe puntato al massimo, e avrebbe voluto creare il miglior concorso di composizione del mondo. Noi abbiamo cercato di seguire quell’ipotetico modello offrendo ai giovani autori la possibilità di farsi conoscere attraverso grandi orchestre, interpreti, commissioni ed editori. Speriamo che questa seconda edizione confermi l’incoraggiante esito della prima».

La collaborazione con il Centro Studi Luciano Berio, nell’ambito della quale è stato ideato il concorso di composizione, comprende inoltre una serie di giornate studio dedicate a temi legati alla figura di Luciano Berio, la prima delle quali è programmata l’11 marzo 2023 all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, in occasione dell’esecuzione del brano Sinfonia di Berio diretta da Pablo Heras-Casado (9, 10, 11 marzo).

www.santacecilia.it