«L’aiuto becchino»

Venerdì 24, sabato 25, domenica 26 giugno 2022 al Parco La Castellina di San Pietro Belvedere - Capannoli (Pisa)

194

Teatro comico per il festival di cene e teatro “Utopia del Buongusto” 2022 

In scena la storia vera di una famiglia che viveva in un cimitero

Teatro comico per il festival di cene e teatro Utopia del Buongusto 2022 (la XXV edizione), a cura di Guascone Teatro, per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle.

Venerdì 24, sabato 25, domenica 26 giugno 2022 alle 21,30 al Parco La Castellina di San Pietro Belvedere – Capannoli (Pisa), Guascone Teatro presenta «L’aiuto becchino». Di e con Andrea Kaemmerle, Fabrizio Liberati, Marco Fiorentini. Regia Andrea Kaemmerle. In scena una storia vera e personale, la vita di una famiglia in un luogo “decisamente serio”: il cimitero di Campi Bisenzio.

Lo spettacolo – Un giardino, un boschetto, un’aia, in poche ore vengono sapientemente trasformate nel luogo del grande riposo; eppure qui c’è vita, molta vita, troppa vita. L’aiuto becchino è uno spettacolo che nasce dall’omonimo testo di un bravissimo scrittore, Giacomo A. De Bastiani, che nella sua opera è riuscito a mescolare con incredibile maestria ingredienti fortemente comici, pensieri arguti e molta dolcezza. 

Ne nasce una girandola di personaggi talmente buffa da riconciliarci con la paura della morte. Un modo molto intelligente per addomesticare ed in fondo addolcire il giusto terrore della fine dei nostri giorni. Non potevamo farci scappare un’idea tanto curiosa che ha portato alla nascita di uno spettacolo dove il pubblico si trova inserito completamente in scena, un po’ protagonista, un po’ consigliere e un po’ testimone degli eventi. In scena tre attori forgiati dalla stessa accademia della vita, amici che si conoscono e si intendono molto bene. La terra e la vanga. Orto o camposanto? In fondo l’atto di piantare e quello di seppellire sono molto simili.

Cena in luogo alle 20,00 a cura del ristorante La Cambusa ad euro 15. L’ingresso allo spettacolo è di euro 8. Informazioni e prenotazioni al 328 0625881 o al 320 3667354. Da non perdere: una passeggiata nel borgo storico e sul ponte mediceo di Pontassieve, una delle viste più incredibili della Vald’era e capirete da dove viene il nome Belvedere.

IL FESTIVAL – Con l’estate torna il festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto” e festeggia 25 anni di vita. Lo slogan è un’equazione: 25° edizione ¼ di secolo +3/4 di follia = 1 grandissima stagione.  

Incanto dei posti, cibarie e voglia di essere birbanti e disubbidienti, è sempre quello da un quarto di secolo, cosi come la direzione artistica affidata ad Andrea Kaemmerle.

Tre cifre: 25 anni compiuti, 1429 serate fatte, 194.000 spettatori coccolati ed il motto è sempre lo stesso: “Si può solo godere o soffrire, godicchiare non è serio”. 

«Sabato 18 giugno – spiega Andrea Kaemmerle – siamo partiti con la serata numero 1430 con un progetto ancora così esteso e partecipato da non essere definitivo e bloccato. Nel senso buono del termine, sta ancora crescendo ed ogni giorno arrivano nuove perle. L’inizio è da Pontedera, da sempre sede di Guascone Teatro che cura il festival e che questo anno festeggia ampiamente i 30 anni di attività: 1992/2022 farebbe 31 ma…».

Il cartellone si chiude il 30 ottobre con 51 serate di cene e teatro in oltre 20 comuni della Toscana, 5 province (Pisa, Lucca, Livorno, Firenze, Arezzo), 21 compagnie coinvolte, 150 artisti, 5 mesi di spettacoli ed enogastronomia. Presto tutto il programma su www.guasconeteatro.it

Il programma prosegue nel seguente modo: il 5 luglio la compagnia Fò – Rame presenta Jacopo Fo’ in “Sesso Zen Remix” a Crespina Lorenzana, località Torre a Cenaia. Un evento divertente quanto illuminante. Si prosegue con la sagacia di Bianciardi con “Cultura e Carciofi” il 6 luglio a Pontedera, a la Rotta, Fornace Braccini. Torna poi Anna Meacci con “Tutto da Sola”, in Piazza ad Altopascio il 9 luglio. Il 17 luglio Catalyst presenta Maria Cassi e Leonardo Brizzi, sempre con un testo di Bianciardi, “La solita zuppa”. A seguire in ordine sparso ecco altri spettacoli: Urge il 23 luglio a Castellina Marittima e poi il 29 a Fornacette, comune di Calcinaia. Il 25 luglio a Bientina la folle accoppiata Goretti-Kaemmerle presenta “Ragazzacci” alla Villa Comunale.

Il 12 agosto sempre a Castellina Marittima evento con Stivalaccio Teatro e il suo “Arlecchino Muto per Spavento”, premiati in tutta Europa. 

Ecco invece un po’ di vere prime assolute. Andrea Kaemmerle guidato da Manfredi Rutelli debutta il 6 agosto a Vicopisano, al Frantoio Rio Grifone con uno squassante e stracomico “Garibaldi su una gamba”, in replica il 9,10,11agosto al Castello Sonnino a Quercianella  e il 9, 10, 11 settembre alla Rocca di Santa Maria a Monte. Altra prima assoluta il 4 settembre a Crespina Lorenzana con La Macchina del Suono in un musical tutto nuovo: “Five years ago…”

Altri sicuri? Michele Crestacci con Modigliani, Stefano Santomauro con Happy Days, Lst Teatro con la Tovaglia di Trilussa, Nicola Pecci con maledette canzoni d’amore, poi compagnie dalla Sardegna con un testo di Paravidino “2 fratelli” di Effimero Meraviglioso e molto altro ancora. 

«Importante – spiega Andrea Kaemmerle – il 18 ottobre al Teatro Della Compagnia a Firenze, dove va in scena “Ogni fuga è un’arte”. Spettacolo speciale per i 25 anni di festival e 30 di Guascone Teatro con il vascello pieno degli artisti che ci hanno accompagnato negli anni. Serata realizzata in collaborazione con AIGEM e tutto l’incasso sarà devoluto per continuare a sostenere la ricerca su malattie rare. Percorso intrapreso da me con Fausto Birigazzi fin dalla nascita dell’associazione».

Istruzioni per un buon uso di Utopia 

Le cene (facoltative) iniziano alle 20,00. Gli spettacoli alle 21,30 (Euro 8,00 –  Escluso eventi speciali). Dopo ogni spettacolo verranno offerti al pubblico in forma anti Covid Vin Santo e cantuccini. Si consiglia vivamente di prenotare le cene con almeno un giorno di anticipo telefonando direttamente  ai numeri dell’organizzazione. 

Se non ci trovi al telefono fatti social! Scrivici su messenger a Guascone Teatro, scrivici una mail (entro le ore 12:00 dell’evento scelto) scrivici su whatsapp, fermaci per strada, fai segnali di fumo, insomma se vuoi ci trovi.

E’ possibile prenotare anche per SMS indicando cognome, numero dei prenotati, spettacolo e data dell’evento. Importante: questo tipo di prenotazione sarà valida solo quando confermata dagli organizzatori con sms di risposta da mostrare poi alla biglietteria.

Informazioni e prenotazioni 3280625881 – 3203667354 – www.guasconeteatro.it.

I vini di Utopia nella maggior parte delle cene (ove non specificato diversamente) sarà servito un IGT Toscano 90% sangiovese e 10% Merlot invecchiato quattro anni e passato in Barrique prodotto dalla famiglia Castellani. I famosissimi cantuccini sono della pasticceria artigianale Masoni di Vicopisano. Il sapere gustoso di due famiglie che da generazioni producono piaceri con grande intensità.

Utopia del Buongusto è un progetto realizzato da Guascone Teatro. Direzione artistica Andrea Kaemmerle, organizzazione Adelaide Vitolo, ufficio stampa Fabrizio Calabrese, comunicazione Fabrizio Liberati, responsabile tecnico e grafica Marco Fiorentini, fonica Ernesto Fontanella, fotografie Margherita Gagliardi.  

Un ringraziamento per la preziosa collaborazione a Federica Fiorentini, Simone Fiorentini, Florinda Vitolo, Vittoria Circosta e tutti i volontari che rendano possibile il festival.