Nice Festival Chieri – Tre intensi giorni di circo contemporaneo e musica

Il 25 e 26 giugno e il 3 luglio

512

Il centro storico della città di Chieri, in provincia di Torino, si prepara ad accogliere tre intense giornate di circo contemporaneo con il Nice festival di Chieri, in programma il 25 e 26 giugno e il 3 luglio. Il pubblico potrà assistere a 10 differenti spettacoli, tutti a ingresso gratuito, per un totale di 14 repliche, cui si aggiungono 3 appuntamenti con l’installazione La Dinamica del Controvento. Fil rouge di questa prima edizione: la musica.

Nei giorni 25 e 26 giugno, infatti, la Prismabanda Street Band e la Nymphonik Orchestra introdurranno gli spettacoli e guideranno il pubblico suonando e spostandosi da una piazza all’altra. Nella giornata di domenica 3 luglio sarà sempre la musica protagonista di tre appuntamenti con La Dinamica del controvento, un’installazione di ferro e vecchi libri, con Irene Michailidis al pianoforte: una bilancia speciale, fatta di musica e persone, un momento poetico e coinvolgente, in grado di portare le note classiche per le strade, le piazze e i festival.

Non solo spettacoli ma anche laboratori ad accesso libero durante questi tre giorni di circo contemporaneo, cultura e arte: in piazza Mazzini domenica 26 giugno e 3 luglio, rispettivamente alle 10:00 e alle 10:30 sono previsti laboratori di monociclo condotti da Mattia Donda mentre domenica 3 luglio alle ore 11:00 si terrà un laboratorio di giocoleria condotto da Eduardo Figaro Portillo.

Il Nice Festival di Chieri fa parte della rete di festival organizzata dal centro di produzione blucinQue/Nice in collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo che, grazie alla rete di partenariato avviata con i Comuni di Chieri, Grugliasco, Moncalieri, Settimo Torinese e Torino porta, nel corso del 2022,festival di innovazione chiamati Nice su ognuno di questi territori che rientrano nella Città Metropolitana. Ha preceduto quello di Chieri, il Nice Festival di Settimo Torinese dal 17 al 22 maggio mentre a distanza di pochissimi giorni e parzialmente intrecciandosi, sul territorio di Grugliasco, dal 1 al 9 luglio, è previsto il festival Sul Filo del Circo, giunto alla sua ventesima edizione. Seguirà in autunno il Nice festival di Torino, previsto dal 26 al 30 ottobre presso il teatro Café Müller e il teatro Colosseo, mentre a Moncalieri è in fase di definizione, nella seconda parte dell’anno, una programmazione sul solco delle iniziative degli ultimi anni.

Il festival prende il via sabato 25 giugno con ben quattro appuntamenti. Il primo spettacolo si terrà alle ore 17:30 in piazza Cavour: si tratta di Exit Floordegli artisti dell’Accademia Fondazione Cirko Vertigo, che emozionerà il pubblico con numeri di scala libera, verticali, filo teso, corda molle e palo cinese, seguito alle 18:30 in piazza Mazzini da Exit Fly, dedicato invece alle discipline aeree ovvero tessuti, cerchio, trapezio, cinghie e corda aerei e palo volante. L’Accademia di Fondazione Cirko Vertigo riconferma la propria vocazione ad essere hub creativo e formativo, preparando le giovani promesse del circo contemporaneo non solo all’esibizione scenica, ma a diventare individualmente artefici di un processo creativo ed esprimere al meglio il proprio talento. È questo il senso più vero di Exit, esibizione degli artisti dell’ultimo anno dell’Accademia, impegnati ciascuno nella realizzazione di un numero intimo e personale a suggellare il proprio percorso formativo e artistico. Suddivisi nei due differenti cast, Alex Aufderklamm, Cristina Ciguela Martinez, Antonella Germinali, Alma Sofia Gruber, Lucrezia Masciulli, Simone Menichini, Ylenia Monno, Gemma Morganti, Elena Anna Moure, Eduardo Figaro Portillo, Lilou Solenn Manon Cuny, Julia Tanner, Matilda Testa e Filippo Vivi, provenienti da Italia, Francia, Svizzera, Spagna e El Salvador. Exit Fly sarà in scena anche domenica 25 giugno alle 12:00 e alle 18:45.

Il primo spettacolo delle sere di sabato 25 e domenica 26 giugno, rispettivamente alle ore 20:00 e 19:45 in piazza Cavour, sarà Amor della compagnia cubana Havana Acrobatic Ensemble: nella piazza di una cittadina sudamericana, una promessa sposa è contesa tra il futuro marito e un amante segreto. Vinceranno i tormenti delle passioni o sarà l’amore a trionfare come forza capace di ridare la vita? Ispirato alle opere di Gabriel García Márquez, a partire dal capolavoro Cronaca di una morte annunciata, Amor racconta tutte le sfaccettature di questo sentimento attraverso diverse tecniche circensi ovvero salti a terra e con la corda, mano a mano, diabolo, ruota cyr, quadrante, pattini e altalena, portando gli spettatori nelle atmosfere magiche dell’America Latina.

La serata di sabato 25 si chiuderà in piazza Umberto I alle 21:30 con Naufragata di Compagnia Circo Zoè, ispirato dalle parole di Herman Melville – autore di Moby Dick – e dal concetto di movimento costante quale fonte di vita. Sapere che l’arte, come la vita stessa, si genera dal cambiamento e dal movimento perpetuo, fa riflettere gli artisti in scena sul concetto di impossibilità di approdo e sul fatto che, in quanto artisti, non ricerchino in realtà nessuna terra ferma sulla quale fermarsi.

Due spettacoli saranno in scena unicamente nella giornata di domenica: giocoleria, roue cyr, acrobatica, mano a mano e danza in un vortice coinvolgente, allegro e delicato. Tutto questo è In Fabula, spettacolo di circo contemporaneo di Fondazione Cirko Vertigo che, partendo da uno studio sulla fiaba di Cappuccetto Rosso, rivisiterà l’iconografia del lupo in chiave circense domenica 26 giugno alle ore 17:30 in piazza Cavour.

L’equilibrio fra gli elementi invece è alla base dello spettacolo Krama di Collettivo 6tu, giovane compagnia formatasi nel 2021, in programma in piazza Umberto I domenica 26 giugno alle 21:30. In scena non c’è prevalenza di un elemento a discapito dell’altro ma tutto funziona perché ogni componente dà e riceve le proprie emozioni e quelle dei compagni. La reciproca fiducia permette di creare atmosfere armoniche nelle quali è possibile cogliere energia, affiatamento e sostegno.

Il 25 giugno sarà la Prismabanda Street Band a introdurre gli spettacoli e a condurre il pubblico da una location all’altra con le sue note, in apertura in piazza Cavour alle ore 17:00, alle 18:00 da piazza Cavour a piazza Mazzini e in chiusura alle 22:20 in piazza Umberto I. Il 26 giugno sarà la volta della Nymphonik Orchestra che interverrà alle ore 17:00, 18:15, 19:15 e 21:00 fra le tre piazze.

L’ultimo giorno di festival, domenica 3 luglio, si apre con Giro della piazza di Madame Rebinè, una commedia circense divertente, spettacolare e coinvolgente che nasce dal desiderio di celebrare il ciclismo nei suoi aspetti più rilevanti, quello della resistenza fisica e del coinvolgimento del pubblico. Chi sarà il vincitore di un percorso ciclistico insidioso che negli anni ha visto sbocciare grandi campioni? Andrea Brunello, il ciclista veloce e snello ma soprattutto bello o Tommaso, il ciclista dal grande naso? Non resta che scendere in piazza Cavour alle 16:30 e fare il tifo per il proprio preferito.

Alle 18:00 tutti con il naso all’insù per la camminata su filo teso che Andrea Loreni, unico funambolo in Italia specializzato nelle traversate a grandi altezze, compirà in piazza Cavour in omaggio alla figura di Don Bosco, anche lui equilibrista: Andrea dovrà percorrere 70 metri di cavo d’acciaio, ad un’altezza media di 25 metri dal suolo: il tutto sarà reso più complicato dall’inclinazione del cavo. Laureato in filosofia teoretica, Andrea si dedica alle camminate a grandi altezze dal 2006: da allora l’intuizione dell’assoluto avuta sui cavi alti ha avvicinato Loreni alla pratica della meditazione Zen. In ogni sua performance il funambolo dei record unisce lo Zen e il funambolismo, quali strade privilegiate di acceso all’autenticità artistica ed esistenziale.

Un concerto continuamente interrotto dalle divagazioni comiche dei musicisti o uno spettacolo di clownerie ben supportato dalla musica? Clown in libertà di Teatro Necessario aprirà, sempre nel segno della musica, un momento di allegria collettiva in piazza Umberto I alle ore 19:00: tre simpatici e talentuosi clown, felici di avere un pubblico a loro completa disposizione, cercheranno di allestire uno spettacolo per divertire e conquistare gli astanti tra sequenze di mano a mano, duelli al rallentatore, intricati passaggi di giocoleria, evoluzioni e piramidi.

All’insegna delle risate anche l’ultimo spettacolo in programma, Paccottiglia Deluxe di Compagnia Circo Pacco alle 20:30 in piazza Cavour. Frank Duro & Gustavo Leumann rifiutati dal Nouveau Cirque e radiati dal circo classico, tenteranno di allestire il loro spettacolo, cercando di guadagnarsi il centro della scena in una visual comedy irriverente e dissacrante fra clownerie, teatro fisico, magia comica, giocoleria, trasformismo e acrobatica eccentrica.

Fra uno spettacolo e l’altro, alle 17:30, 18:30 e 20:00 in piazza Cavour, l’installazione La dinamica del Controvento con la pianista Irene Michailidis. Una macchina del tempo, un sogno ad occhi aperti, un momento di sospensione, di fantasia, un gioco fragile e ipnotico alla ricerca di equilibrio e di stabilità: gli spettatori verranno trasportati dalle suadenti note di un pianoforte suonato dal vivo e cullati dal lento movimento di un tappeto che si libra a mezz’aria, ruotando senza sosta.

Il centro di produzione blucinQue/Nice con la ricca programmazione di festival di circo contemporaneo che tocca alcuni dei Comuni della Città Metropolitana di Torino intende farsi promotore di una vera e propria rete in grado di orientare i territori nel rispetto delle loro caratteristiche, a tutti i livelli: sociale, economico e valoriale. Si intende favorire in questo modo una circuitazione transfrontaliera delle compagnie ospitate e il partenariato con i Comuni, di respiro triennale, creando sul territorio una comunità di spettatori stabile. Alla rete dei cinque Comuni, in pieno accordo con le politiche della Città Metropolitana, si aggiungono le terre canavesane di Agliè, San Giorgio Canavese e Castellamonte, presso le quali si tiene il Festival della Reciprocità. Il centro di produzione, oltre all’organizzazione dei festival sopracitati e della produzione e diffusione di spettacoli prodotti e coprodotti, cura inoltre le stagioni teatrali della Città di Grugliasco e del teatro Cafè Müller di Torino.

 

IL NICE FESTIVAL DI CHIERI è realizzato

Con il contributo di: Comune di Chieri e MIC

Con il patrocinio di: Città Metropolitana e Regione Piemonte

Progetto del centro di produzione blucinQue/Nice

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo

 

LA RETE DI FESTIVAL 2022 è realizzata

con il contributo di: Comune di Chieri, Comune di Grugliasco, Comune di Moncalieri, Comune di Settimo Torinese, Città di Torino, Fondazione ECM, MIC

Con il patrocinio di: Città Metropolitana e Regione Piemonte

Progetto del centro di produzione blucinQue/Nice

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo

 

Info su www.blucinque.it