Terza edizione per Arezzo dei lettori

Due giorni coi protagonisti della letteratura contemporanea dai finalisti del Premio Strega a Piero Pelù 

533

Dal 25 al 26 giugno il festival che celebra il libro e la lettura, diffuso in vari spazi della città a cura di Fondazione CR Firenze e Associazione Wimbledon APS

“Leggere ci unisce”: ecco il messaggio di quest’anno. Il direttore Gabriele Ametrano: “Dopo la pandemia e alla luce della situazione internazionale abbiamo bisogno di incontro, non di ulteriori scontri. Questo è per noi il libro: qualcosa che unisce al di là di barriere, ideologie e confini”

In programma presentazioni, incontri, talk, conferenze, reading e attività per giovani lettori tra gli eventi da segnalare la lectio di Stefano Pasquini sulla poesia di Giovanni Pascoli nel 110 anni dalla morte, la conferenza di Andrea Cortellessa sull’artista contemporaneo Claudio Parmiggiani e l’omaggio di Carlo Boccadoro al maestro Franco Battiato

Un programma in due giornate tra presentazioni, incontri, talk, conferenze, reading e attività per giovani lettori con i protagonisti della letteratura contemporanea: dai finalisti del Premio Strega a Piero Pelù nell’inedita veste di scrittore. 

Spegne tre candeline Arezzo dei lettori, tappa aretina de La città dei lettori, il festival itinerante che ogni anno porta in Toscana autori, illustratori, traduttori e curatori di primo piano con l’obiettivo di promuovere la letteratura e la cultura del libro. Da sabato 25 a domenica 26 giugno, il progetto culturale di Fondazione CR Firenze e Associazione Wimbledon APS, con la direzione di Gabriele Ametrano, si terrà in forma diffusa tra la Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi (Corso Italia 14), la Fortezza Medicea (Viale Bruno Buozzi) e la Biblioteca Comunale di Arezzo (via Pilati 8), con un carnet di eventi a ingresso gratuito con il sostegno e il patrocinio di Comune di Arezzo, il supporto e la collaborazione di Fondazione Guido d’Arezzo e Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi e in partnership con Biblioteca Città di Arezzo e la Libreria La casa sull’albero.

Leggere ci unisce”: ecco il messaggio di questa edizione. In un’epoca che fa dell’isolamento e dello scontro i suoi tratti salienti, dalla pandemia alla guerra, l’obiettivo è proporre la cultura come connettore di popoli e d’incontro tra esseri umani, al di là di barriere geografiche e ideologiche.

Tanti i protagonisti, oltre ai finalisti dello Strega Stregaquest’anno straordinariamente sette invece che cinque: Mario Desiati, Claudio Piersanti, Marco Amerighi, Veronica Raimo, Fabio Bacà, Alessandra Carati e Veronica Galletta , che arriveranno ad Arezzo per la prima volta nella storia del Premio, il programma propone l’incontro con lo storico frontman dei Litfiba, Piero Pelù, il Maestro Carlo Boccadoro con un approfondimento musicale sulla figura di Franco Battiato, il critico e storico della letteratura Andrea Cortellessa con una lectio sull’artista contemporaneo Claudio Parmeggiani, l’intellettuale aretino Stefano Pasquini che racconterà la poesia di Giovanni Pascoli nei 110 anni dalla morte. E poi l’autrice per ragazzi Lilith Moscon, gli illustratori Francesco Chiacchio e Elisabetta Mitrovic, l’esperto di fumetto e già direttore della storica rivista “Fumo di china” Sergio Rossi, gli attori Claudia Bedino e Gianluigi Tosto, protagonisti di un’interpretazione teatrale da testi di Dino Buzzati, il musicologo e compositore Carlo Boccadoro con un omaggio a Franco Battiato.

Tra i progetti speciali, spazio a ragazze e ragazzi con “Io Leggo!”, progetto in collaborazione con Libreria La casa sull’albero, per coltivare nei lettori più giovani la passione per libri e storie. Continuano gli ormai consolidati appuntamenti coi “Paesaggi letterari” sostenuti da Unicoop Firenze, itinerari a cura di Serena Jaff e Francesca Ciappi alla scoperta dei luoghi del festival insieme agli autori che li hanno raccontati.

Il percorso del festival, partito il 9 giugno da Villa Bardini a Firenze, tradizionale fulcro e cuore della manifestazione, continuerà poi per la prima volta a Lucca dal 7 all’8 luglio, mentre in continuità con l’anno passato il festival La città dei lettori tornerà a Villamagna – Volterra (PI) dal 9 al 10 luglio. Altra prima edizione a Monteriggioni (SI), dal 15 al 16 luglio, mentre in autunno sono riconfermati gli appuntamenti a Calenzano (FI), dal 1 al 3 settembre, a Bagno a Ripoli (FI), dal 9 al 10 settembre, a Campi Bisenzio (FI), dal 15 al 16 settembre, a Montelupo Fiorentino (FI), dal 23 al 24 settembre, e a Pontassieve (FI), dall’8 al 9 ottobre. Conclusione con un’ulteriore prima edizione a Impruneta (FI), il 28 e il 29 ottobre.

Sei in tutto le province toccate, per raggiungere un pubblico sempre più ampio in piccoli e grandi centri, aderendo al Patto regionale per la lettura promosso dalla Regione Toscana e ai Patti per la lettura delle città che hanno ricevuto il riconoscimento “Città che legge” del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

“Con questa edizione di ‘Arezzo dei lettori’ il nostro panorama culturale si arricchisce di un tassello prezioso – spiega il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli – ad integrazione del forte impegno che fin da subito abbiamo inteso dedicare alla affermazione di Arezzo come Città della cultura. In questi anni la nostra attenzione si è concentrata in particolare sulla musica e sull’arte, ispirati dai grandi Maestri che qui hanno avuto i natali e hanno a lungo lavorato, da Guido Monaco, a Giorgio Vasari, a Piero della Francesca. Ma un altro nome illustre è figlio di questa terra, Francesco Petrarca, considerato uno dei padri della lingua e della letteratura italiana: questa ‘due giorni’ dedicata alla letteratura contemporanea e alla promozione della lettura completa a suo modo quel legame ideale, forte e distintivo, che Arezzo ha con il proprio ricco passato”.

“Il successo de La città dei lettori, nato come progetto presentato da Associazione Wimbledon APS a Fondazione CR Firenze e ora diventata manifestazione condivisa dalla Cassa di Risparmio, si è registrato in questi anni con numeri esponenziali”, dice il presidente della Fondazione Ivan Bruschi Casa Museo dell’Antiquariato Carlo Sisi. “È un’iniziativa nata a Firenze con l’intento e l’idea di fare rete, e grazie a questa rete è arrivata fino ad Arezzo, che insieme a Grosseto gode delle erogazioni della Fondazione CR. Non solo: in seno alla tappa aretina del festival, Arezzo dei lettori, la rete si è ulteriormente allargata grazie alla collaborazione tra Fondazione Guido d’Arezzo con Lorenzo Cinatti, che è cerniera importante in quanto già attivo sul territorio fiorentino, e la Fondazione Ivan Bruschi”.

‘’Si sono appena spente – dichiara il Presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – le luci della quinta edizione del festival a Villa Bardini, assai applaudita e apprezzata, che già i finalisti dello Strega vanno in trasferta per la prima volta ad Arezzo. Un ‘format’ intelligente per promuovere la lettura e il libro su tutto il territorio, secondo una modalità che abbiamo condiviso assieme all’Associazione Wimbledon e che sta dando dei risultati davvero sorprendenti’’.

“La terza edizione di Arezzo dei lettori conferma l’importanza del territorio aretino nel progetto La città dei lettori” – aggiunge Gabriele Ametrano, e continua: “Siamo molto orgogliosi di portare qui per la prima volta i finalisti del premio letterario più prestigioso d’Italia, lo Strega, e altresì siamo molto felici di proporre un programma culturale di altissima qualità, con personaggi che interpreteranno il nostro messaggio: “leggere ci unisce”, perché attraverso la lettura la cultura non si cancella, ma ci porta verso nuovi orizzonti”.

Il programma nel dettaglio

Sabato 25 giugno le attività del festival si apriranno già al mattino, alle 11.00, presso la Biblioteca Comunale con “Io Leggo!”: il fumettista e storico del fumetto Sergio Rossi leggerà “C’è qualcosa in casa” (Pelledoca), dai 6 agli 8 anni a cura di Libreria La casa sull’albero. Alle 16.00 ancora iniziative per giovani lettori alla Casa Museo Ivan Bruschi: bambini e bambine dai 6 agli 11 anni saranno accompagnati nella lettura del libro “Avventure in collezione”, realizzando poi insieme un personaggio e mettendone in scena la storia. L’attività è a cura di Stazione Utopia e ideata da Lucia Mannini e Chiara Damiani (partecipazione solo su prenotazione a incollezione@fcrf.it o al numero 388 4609980 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).  

Alle 17.30 la lectio di Andrea Cortellessa su una delle principali figure dell’arte italiana nel secondo dopoguerra: Claudio Parmeggiani. L’intervento, dal titolo “Le porte invisibili”, prende le mosse da “Lettere a Luisa” (Magonza), saggio sullo scambio epistolare intrattenuto dall’artista con l’amica Luisa Laureati Briganti fra il 2004 e il 2014, per inquadrare questo personaggio inclassificabile che costeggia tanto l’arte povera quanto quella concettuale. Alle 17.30 DOVE? per “Paesaggi letterari” storie e letture legate a Giorgio Vasari (per questo appuntamento è consigliata la prenotazione a paesaggiletterari@lacittadeilettori.it). Alle 18.00 in Fortezza Alessandra Bedino e Gianluigi Tosto, accompagnati dal violino di Marna Fumarola, interpreteranno estratti da “Viaggio agli inferni del secolo”, di Dino Buzzati.

Protagonista assoluto della giornata, alle 19.00 in Fortezza sarà Piero Pelù, che presenterà con Ernesto Assante l’ultimo romanzo “Spacca l’infinito” (Giunti). Il rocker, l’attivista, l’iconico cantante di “El Diablo”, scende dal palco e invita a viaggiare con lui attraverso la storia italiana – dalle trincee della Prima guerra mondiale agli anni del Fascismo, dalla Guerra fredda al disorientamento dei nostri giorni – e quella di un ragazzo pieno di sogni, che in uno scantinato sul Lungarno ha cominciato a credere in se stesso e da allora è andato lontano. Sempre in Fortezza, alle 20.00, conclusione con un omaggio al grande cantautore Franco Battiato, recentemente scomparso, condotto dal pianista, compositore e musicologo Carlo Boccadoro a partire dal libro “Battiato. Cafè Table Musik” (La Nave di Teseo).

Domenica 26 si parte alle 11.00 presso la Biblioteca Comunale con un nuovo appuntamento di “Io Leggo!”: l’illustratrice naturalistica Elisabetta Mitrovic sfoglierà con i piccoli lettori il suo In riva al mare. Guida pratica per esploratori di litorali” (Topipittori), dai 6 agli 8 anni a cura di Libreria La casa sull’albero. Alle 16.00, chi ha detto che l’arte è solo per adulti? Presso la Casa Museo Ivan Bruschi “She drew, she painted, she wove. Louise Bourgeois e la sua arte totale”, un incontro per introdurre bambini e bambine tra i 4 e i 6 anni all’opera della grande scultrice e artista francese, sempre con Libreria La casa sull’albero. Alle 17.30 ancora presso la Casa Museo, la scrittrice per ragazzi Lilith Moscon racconterà insieme all’illustratore Francesco Chiacchio il suo ultimo libro “Bestiario familiare” (Topipittori).

E poi: sempre alle 17.30, questa volta in Fortezza, torna “Paesaggi letterari” con storie e aneddoti proprio sull’iconica fortificazione medicea che domina la città (per questo appuntamento è consigliata la prenotazione a paesaggiletterari@lacittadeilettori.it). La serata continua ancora in Fortezza, alle 19.00 con la conferenza dell’intellettuale aretino Stefano Pasquini dal titolo “La voce umana e i suoni della natura nella poesia di Giovanni Pascoli”, omaggio al grande poeta a 110 anni dalla morte, e alle 20.00 l’incontro con i sette candidati al Premio Strega condotto da Federico D’Ascoli in collaborazione con Fondazione Maria e Goffredo Bellonci.

La rivista de “La città dei lettori”

La rivista “La città dei lettori” ha da poco festeggiato la sua seconda uscita cartacea, con oltre 25 tra articoli e approfondimenti a firma degli autori che hanno animato le varie edizioni della rassegna. Racconti di esperienze di lettura, consigli e aneddoti tutti da sfogliare. Continuano inoltre regolarmente le pubblicazioni online della rivista, con inediti di numerosi scrittori italiani.

L’impegno ecologico e solidale

Oltre ad essere uno dei primi eventi letterari italiani plastic free ed aver creato in collaborazione con Treedom una “foresta dei lettori”, ovvero un vero e proprio bosco con l’obiettivo di abbattere la produzione di CO2 del festival, La città dei lettori continua a portare avanti il suo impegno solidale. Sulla piattaforma Produzioni dal basso è attiva la campagna per sostenere il festival e i progetti ad esso legati. Parte dei fondi raccolti serviranno a sostenere Busajo Onlus, con il suo lavoro di educazione e avvio al lavoro dei ragazzi di strada di Soddo, Etiopia.

La campagna di comunicazione

Leggere ci unisce è il messaggio che nel 2022 La città dei lettori vuole comunicare al suo pubblico. Questa nuova campagna di comunicazione è stata sviluppata anche grazie al contributo e all’impegno degli studenti che hanno partecipato alla Special Week, l’iniziativa che mette in contatto studenti e realtà imprenditoriali e culturali, organizzata da IED – Istituto Europeo del Design.

La collaborazione con La compagnia dell’Elefante

La lettura ci accompagna sempre, in ogni momento della giornata. Nasce così la collaborazione con La compagnia dell’Elefante per una esclusiva ed elegante linea di oggetti realizzati per chi non vuole mai abbandonare la sua passione per i libri. La Compagnia dell’Elefante di Angela Pescarolo e Annalisa Passigli è una ricercata produzione artigianale di sottopiatti, sottobicchieri, sottobottiglia e paralumi: ogni oggetto è interamente fatto a mano in Italia e decorato con disegni originali, ispirati al mondo orientale, alla botanica, ad antiche carte e dipinti provenienti da tutto il mondo. Lo studio grafico Sundog Studio che da anni collabora con La Compagnia dell’Elefante ha ideato appositamente per La città dei lettori una linea di sottobicchieri dedicata alle lettere dell’alfabeto recuperandole dai font di alfabeti ornamentali e decorativi di metà Ottocento.

La città dei lettori è un progetto di Fondazione CR Firenze e Associazione Wimbledon APS. 

Con il patrocinio e il sostegno di Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze ed Estate Fiorentina (progetto cofinanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020), Comune di Arezzo, Comune di Grosseto, Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Calenzano, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Impruneta, Comune di Montelupo Fiorentino, Comune di Monteriggioni, Comune di Pontassieve, Comune di Volterra. 

Con il supporto e la collaborazione di Fondazione Guido d’Arezzo, Unicoop Firenze, Fondazione Grosseto Cultura, IED, Volterra 22, La Compagnia dell’Elefante. Con la collaborazione di Villa Bardini, Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, Palazzo Pfanner, Arci Villamagna. 

Con il supporto tecnico di Antonio Locicero Design, Giunti al Punto librerie, Hotel Silla Firenze, Le Lappe Relais, Taxi Firenze 055 4390. 

In partnership con Regione Toscana, Patto Regionale per la Lettura Toscana, Centro per il libro e la lettura, Città che legge, Biblioteche Comunali Fiorentine, Biblioteca Città di Arezzo, Biblioteca di Bagno a Ripoli, Biblioteca Civica di Calenzano, Biblioteca di Pontassieve, Premio Strega, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux, Accademia di Belle Arti di Firenze, Museo Stibbert, Centro Pecci Prato, Polo Culturale Le Clarisse, Dalla Macchia alla Città, Fondazione Polo Universitario Grossetano, Fondazione Accademia dei Perseveranti, Società Canottieri Firenze, Testo, Ceppo Premio Letterario Internazionale, Libernauta, Puerto Libre, Premio Mastercard, Lucca Città di Carta, EMERGENCY, Jump, Fenysia Scuola di Linguaggi della Cultura, Il bello di esser letti, Libreria Farollo e Falpalà, La casa sull’albero, Libreria Lucca Sapiens, Libreria Liberocaos, associazione culturale La sedia blu, Murmuris, Teatro a Manovella, Le Mura, Uscita di Sicurezza, Clan, Busajo ONLUS, Controradio, Rete Toscana Classica, Il Reporter, Lungarno.

Per ulteriori informazioni www.lacittadeilettori.it

Su FB: La Città dei Lettori 

Su IG: @lacittadeilettori #lacittadeilettori

Su LI: La Città dei Lettori