Casa del Cinema, successo per il Festival Mi fa un baffo il gatto nero

Autentiche emozioni e tanto cibo raccolto per la II edizione del festival “Mi fa un baffo il gatto nero”. Alla Casa del Cinema un successo a quattro zampe.

1004

Grande successo alla Casa del Cinema di Roma per la seconda edizione del Festival “Mi fa un baffo il gatto nero”, evento che ha anche ispirato la campagna di sensibilizzazione contro i luoghi comuni in difesa degli animali e per la sicurezza stradale, promosso dal Carpet Film Festival, sotto la direzione artistica della giornalista Federica Rinaudo, in collaborazione con la Polizia di Stato e con il patrocinio Fnovi, Federazione Nazionale Ordini veterinari Italiani, e Anmvi, Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani.

Un festival decisamente originale che nasce con lo scopo di sfatare quelle antiche credenze popolari che ancora oggi ritengono alcuni animali portatori di sfortuna o pericolo. La seconda edizione è stata emozionante e al tempo stesso divertente, grazie alla brillante conduzione dell’attore Marco Marzocca, coadiuvato sul palco dalla stessa Rinaudo, alla sapiente regia di Pietro Romano, con due ospiti d’eccezione: Donatella Pandimiglio ed Emanuele Vezzoli, che hanno raccolto gli applausi generosi del pubblico durante le letture dei brani in gara per le categorie narrativa e poesia. Tra le altre categorie della kermesse, realizzata grazie alla collaborazione con Pet Store Conad, Vitakraft e Cucciolotta, anche quelle dedicate a foto pet e wild e poi la sezione video social.

Una sala gremita, con la partecipazione di moltissimi ospiti tutti quanti accomunati da un’unica grande passione: l’amore per gli animali. E in funzione di questo tutti i presenti hanno condiviso la “mission” del progetto contro le false credenze popolari e l’importanza di osservare regole ed accorgimenti preziosi quando si è al volante per evitare possibili collisioni con gli animali che possono spuntare all’improvviso o attraversare la strada, perché il mondo non è abitato solo da umani ma certamente noi possiamo fare la differenza evitando distrazioni e velocità mentre siamo alla guida.

Una giuria di esperti, composta da personaggi dello spettacolo (tra cui la cantante Alma Manera, l’attore Pino Ammendola, il produttore Letterio Magazzù) della cultura, del giornalismo, dell’editoria (come Francesca Bastone, Lucio Vetrella, Milena Criscuolo) e da Teresa Bossù, medico veterinario presidente Ordine Veterinari di Roma e consigliere Fnovi, ha valutato e votato i finalisti decretando la vittoria per la categoria foto pet a Simone Troisi, per quella Wild a Marilena Summa, per il video a Giovanna Di Carlo, mentre per i libri (editi da Il Cuscino di Stelle) la palma della vittoria è stata assegnata a: “Raggomitolato” di Luca Isoardo per la poesia e “La Compagnia del Ciuccio” di Armando Iadeluca per la narrativa.

Assegnata anche la menzione “speciale” a Martina Ceradoli, mamma “umana” di Gigia, la maialina nana presente in platea con la sua bella storia del cuore che ha commosso grandi e piccini. Applauditissime le performance della bravissima cantante Giulia Romano, che ha interpretato un brano tratto dal musical Cats, del mago Matteo Fraziano che ha incantato la platea con una esibizione di ombre dedicate agli animali e alla musica, della ballerina Lariana Tropeano coreografata da Merilisa Stigliano. Tanti anche gli invitati del mondo dello spettacolo, tra cui: Adriana Russo, Claudio Sciara, Angelo Martini, Sabrina Crocco, Jolanda Gurreri, Antonello De Pierro, Fabrizio Pacifici,Emanuela Petroni Pasquale e Pietro Sciandra, Paolo Polidori. Anche quest’anno l’accesso al Festival e’ stato totalmente gratuito. Unico impegno solidale per il pubblico quello di lasciare all’ingresso cibo e accessori, che sono stati poi raccolti dall’associazione Tana Libero Tutti per aiutare cani e gatti meno fortunati. Info www.petcarpetfestival.it