Pittori di cadaveri di Mark Borkowsky – Con Ornella Muti

521

Pittori di cadaveri
di Mark Borkowsky
(titolo originale Painting corpse)
Traduzione di Evelyn Iacobone

Con
Ornella Muti

e

Fabrizio Nevola, Roberto Negri, Francesco Sechi, Barbara Marzoli,

Cecilia Guzzardi e Roberto Fazioli

Regia
Enrico Lamanna

SINOSSI
Edward Vitavich è un artista apprezzato per la sua capacità di stupire e ravvivare le piatte vite borghesi dei suoi estimatori. Già tormentato da una dipendenza da alcol e farmaci, viene arrestato mentre tenta di trafugare le spoglie del padre, che intende sottrarre per farne parte integrante di un’opera d’arte. Liberato su cauzione, affronta una crisi artistica ed esistenziale. Ed è a quel punto che giunge inaspettata la proposta di un ricco committente: realizzare il ritratto di sua moglie, già̀ estimatrice dell’artista, per
sublimare in eterno la bellezza dei suoi anni fecondi.
Vitavich è inizialmente contrario: non è un ritrattista, segue l’istinto e non lavora su commissione. Sarà il suo agente a premere affinché́incontri il committente: lui accetterà a malincuore l’incarico. Ma Teresa, la donna del ritratto, non bussa alla sua porta per posare. Arriva immobile in una cassa, senza vita. Edward dovra’ idratarla, vestirla e agghindarla affinché recuperi le fattezze impresse nei ricordi di suo marito.
Affacciata alla soglia di una porta, immobile nella penombra, ossessionerà l’artista e i suoi sogni, sino al momento in cui prenderà parola.
La donna, non si è mai fatta ritrarre o fotografare. E’ restia a concedersi. Un patto inizia così a legarli: per ogni sua richiesta assecondata, lei gli donerà un colore. Componendo la tavolozza del pittore, Teresa restituirà all’artista quanto a lei è stato negato: la libertà, la speranza, la fiducia di poter generare un’altra vita.

ORNELLA MUTI
Tra le più note attrici italiane, ha vinto numerosi premi: una Targa d’oro aiDavid di Donatello (1976), due Grolle d’oro, migliore attrice (1979) alla carriera (1998), tre Globi d’oro, migliore attrice (1982, 1988), alla carriera(2007), tre Ciak d’oro, migliore attrice protagonista (1988, 1989, Ciak d’oro speciale (2018), un Premio Pasinetti per l’attrice al Festival del Cinema di Venezia (1988) e due Nastri d’argento come migliore attrice protagonista (1988, 1989) su cinque candidature, di cui due come migliore
attrice non protagonista. Ha ricevuto inoltre tre candidature come migliore attrice protagonista ai David di Donatello (1982, 1988, 1989) e una come migliore attrice agli European Film Awards (1988) Nella sua carriera ha interpretato vari generi, lavorando al fianco di registi come Damiano Damiani, Mario Monicelli, Dino Risi, Marco Ferreri, Carlo Verdone, Ettore Scola,John Landis, Francesca Archibugi, Woody Allen, Paolo Virzì e Francesco Nuti.

ENRICO MARIA LAMANNA
Napoletano doc, ha curato la regia di numerosi spettacoli, circa un centinaio, portando in scena testi di autori italiani e internazionali, come Annibale Ruccello (Notturno di donna con ospiti – Le cinque rose di Jennifer L’ereditiera) David Goggin (Nonsense), Manlio Santanelli (Il mio cuore tra le tue mani – Vita natural durante – Uscita d’emergenza) Gianni Clementi (L’ebreo – che ha segnato il debutto sulle scene di Ornella Muti), Terrence McNally (Corpus Christi) Sam Shepard (Le ultime ore di Henry Moss), Salvatore Di Giacomo (Assunta Spina), Jonathan Larson (Rent) Arthur Miller (Uno sguardo dal ponte – Il mondo di Mr
Peters) Michael Kerns (Off) Edoardo Erba (Il sindaco pescatore), Peter Quilter (Gloriosa!, Moises Kauffman (Laramie Project), solo per citarne alcuni.

DISPONIBILITA’
Luglio/ Settembre 2022
Novembre 2022/ Aprile 2023