domenica, Marzo 3, 2024

Area Riservata

HomeSenza categoriaLavorare come attore: percorso, studi e guadagni

Lavorare come attore: percorso, studi e guadagni

Diventare un attore e fare carriera all’interno del mondo dello spettacolo è il sogno di moltissimi giovani, ma la sua realizzazione talvolta è molto complessa.

Prima di tutto ci teniamo a sottolineare che per poter diventare un attore ed iniziare la tua carriera in questo settore è necessario essere in possesso di alcune qualità personali, come la spigliatezza e l’empatia e di una grandissima determinazione.

In questa guida andremo a scoprire come puoi fare per diventare un attore ed essere conosciuto come tale nel panorama dello spettacolo, ad oggi estremamente competitivo.

Cosa fa un attore e quali sono i requisiti necessari per diventarlo?

L’attore, come sicuramente saprai, è un professionista che per lavoro interpreta un ruolo. Gli ambienti in cui può lavorare sono molteplici, come:

  • Teatro
  • Radio
  • Televisione
  • Cinema

Ebbene, mentre svolge il suo lavoro utilizza i movimenti del suo corpo e le alterazioni della sua voce per interpretare al meglio un personaggio, calandosi il più possibile nella parte.

In questo modo, riesce a dare vita ad un personaggio che prima era solo ed esclusivamente nella mente del regista, trasmettendo emozioni, idee o concetti.

Insomma, come avrai compreso si tratta di un lavoro decisamente stimolante, che può dare numerose soddisfazioni personali e professionali. Tuttavia, diventare un attore è sempre più complesso, anche a causa della numerosa concorrenza e delle richieste di registi e spettatori, che sono sempre più esigenti.

 

Per poter intraprendere la carriera di attore dovrai avere alcuni requisiti:

  • Talento naturale nella recitazione
  • Determinazione, voglia di studiare e di esplorare nuovi ambiti
  • Predisposizione allo studio continuo, perché non si finisce mai di imparare, nemmeno dopo un Oscar. Infatti, dovrai studiare nel dettaglio ogni personaggio che dovrai interpretare, per farlo vivere davvero attraverso il tuo corpo e la tua voce
  • Predisposizione all’empatia che, come abbiamo detto in precedenza, è una caratteristica fondamentale che devi avere di carattere. Infatti, solo così riuscirai a “calarti nella parte” che devi recitare
  • Buona memoria, per ricordarti le battute del copione
  • Preparazione fisica, che comprende aspetti come dizione, mimica, tonalità della voce e capacità di improvvisazione
  • Capacità di gestire situazioni complesse, che possono cambiare da un momento all’altro a causa di imprevisti

 

Dove studiare per diventare attore?

 

Per poter diventare attore non è obbligatorio ottenere la qualifica. Tuttavia, diciamo che nel mondo dello spettacolo, che presenta una concorrenza sempre più elevata, una qualifica di una scuola di recitazione è molto apprezzata.

 

Infatti, diciamo che per diventare attore sarà necessario un buon percorso di formazione, unito all’esperienza sul campo.

 

Puoi anche decidere di accedere a scuole di formazione ad hoc, che solitamente richiedono come requisito di accesso il diploma di scuola superiore. Inoltre, parliamo di istituti a numero chiuso, come l’Accademia Internazionale di Teatro di Roma o la Scuola di Teatro Paolo Grassi.

 

È bene sottolineare che ci sono, ovviamente, alcuni casi di persone che hanno “sfondato” nel mondo del cinema, del teatro o, più in generale, della recitazione pur senza aver frequentato una scuola. Tuttavia, si tratta di casi talmente rari che, a livello statistico, non possiamo prenderli seriamente in considerazione.

 

Dopotutto, non dovrai prendere scorciatoie. Come abbiamo spiegato anche prima, un requisito fondamentale per svolgere questo lavoro è proprio la determinazione.

 

Quanto guadagna un attore?

 

Eccoci arrivati all’ultima domanda: qual è il guadagno di un attore?

 

Purtroppo non possiamo fornire una risposta unica in quanto lo stipendio varia molto in funzione di alcune caratteristiche dell’attore stesso, come la tipologia di contratto o l’esperienza.

 

Ad esempio, parlando di tipologia di contratto, è bene sapere se vuoi lavorare in Partita IVA oppure no.

 

Nel caso la tua risposta fosse affermativa, ti consigliamo di parlare con un commercialista, come il team di Fiscozen.

 

Con loro potrai ricevere una consulenza gratuita e senza impegno con un esperto fiscale, che risponderà ai tuoi dubbi sulla Partita IVA. Ad esempio: quando è necessario aprire la Partita IVA? Quando basta la prestazione occasionale? Come pago le tasse?

RELATED ARTICLES

Most Popular