12 C
Firenze, IT
lunedì 20 novembre 2017

Teatro Romano di Fiesole

Via Portigiani, 1
Fiesole (FI)
Tel.:  055 596 1293
Mail: infomusei@comune.fiesole.fi.it

Costruito tra l’inizio del I secolo a.C. e gli inizi del I d.C., è stato il primo edificio dell’Area a destare interesse e ad essere scavato: le sue rovine devono essere sempre state visibili, se nel Medioevo e nei secoli successivi il luogo veniva indicato dai paesani con “Buca delle Fate”, a testimonianza dei suggestivi racconti che volevano che le Fate Fiesolane, simbolo di un tempo felice, si fossero nascoste in oscure cavità sottoterra per non vedere l’orribile scempio che fecero i Fiorentini dopo aver conquistato la città (1125). Nel 1809 il barone prussiano von Shellersheim, scavando alla ricerca di oggetti preziosi, sostenne di aver trovato presso le antiche strutture dell’antico teatro due ricchi corredi, ma la notizia rimane difficilmente verificabile. Gli scavi per la messa in luce del Teatro furono ripresi in modo sistematico nel 1870 e si conclusero tra il1882 e il 1900, con la ricostruzione della parte sinistra delle gradinate (cavea), anche in vista della fruizione da parte del pubblico.

L’edificio si presentava con un’ampia cavea semicircolare, ricavata in parte nella roccia della collina, quattro vomitoria da cui si accedeva alla galleria (crypta) coperta, che sosteneva o un porticato o un altro ordine di posti, del quale, però, non rimangono tracce. La cavea era divisa in quattro settori per mezzo di strette scalette che permettevano al pubblico di prendere posto più facilmente. In basso si trova l’orchestra e, di fronte, lo spazio dedicato alla rappresentazione teatrale; un muro con nicchia centrale (il pulpitum) delimitava frontalmente il palcoscenico (proscenium), dietro al quale si ergeva la scaena frons di cui non rimangono strutture architettoniche, ma solo la fondazione e alcune decorazioni marmoree, oggi esposte nel Museo. Sono proprio i frammenti della decorazione marmorea ad attestarci che il Teatro rimase a lungo in uso, subendo diversi restauri, di cui uno documentato nel III secolo d.C.

L’Estate Fiesolana è il più antico festival multidisciplinare all’aperto d’Italia e si svolge ogni estate in un ambiente affascinante quale il Teatro Romano, il primo teatro antico in Italia ad aver nuovamente accolto la tragedia classica, con la rappresentazione dell’Edipo Re il 20 aprile del 1911. In un secolo dal suo prestigioso palcoscenico sono passati alcuni dei più importanti nomi del teatro, della danza, della musica e del cinema mondiali divenendo così un pezzo importantissimo della storia dello spettacolo italiano.

Cartellone: https://www.bitconcerti.it/estate-fiesolana-2017.html

Eventi consigliati dalla Redazione

No events

I nostri amici

Film/Cinema

INTERVISTE

Intervista al M° George Postelnicu

George Postelnicu è nato a Bucarest, in Romania. Ha studiato danza classica con il metodo Vaganova presso il Liceo Coreografico di Bucarest sotto la...

A colloquio con Mattia Berto – 5 giugno 2017

Intervista a cura di Luca Benvenuti

Intervista a Daniele Petricciuolo, la vita di uno yogi moderno

Intervista a cura di Michele Olivieri

Intervista a Gabriele Vacis

Intervista a cura di Francesco Roma

Due chiacchiere con Raphael Gualazzi ospite di Kilowatt Festival

Intervista a cura di Erika Di Bennardo