8 C
Firenze, IT
lunedì 22 gennaio 2018

Teatro Sociale – Brescia

Via Felice Cavallotti, 20
Brescia
Tel.: 030 280 8600
Mail: info@centroteatralebresciano.it

Cartellone: www.centroteatralebresciano.it/cartellone

L’attuale Teatro Sociale trae le sue origini dalla storia della famiglia di Luigi Guillaume, nobiluomo francese fuggito con la moglie Maddalena, da Lione (Francia) durante la rivoluzione francese.
I Guillaume, confusi a un gruppo di saltimbanchi e di attori girovaghi, per meglio ingannare gli inseguitori, raggiunsero l’Italia in modo rocambolesco trovando però, nell’affascinante mondo circense, il modo di sopravvivere alla propria condizione di esuli espropriati.

Provetti cavallerizzi, educati a coltivare le loro abilità sportive, i Guillaume formarono una loro compagnia e con quella iniziarono a girare l’Europa. Per caso o forse per scelta ad un certo punto i nostri scelsero Brescia per residenza fissa. Acquistarono un palazzo in centro e presero a frequentare, nei momenti di pausa tra un viaggio e l’altro o tra uno spettacolo o l’altro, la società altolocata della città.

Alla metà dell’Ottocento il discendente del capostipite acquistò un’area nel centro cittadino e vi fece costruire un teatro in legno adatto agli spettacoli equestri, a quelli di prosa e alle riunioni politiche. Gli altri fratelli formarono a loro volta compagnie con le quali riscossero sucessi nelle maggiori piazze in Italia e all’estero. Nel 1873 il teatro venne ricostruito in forma più elegante e dignitosa e diventò il tempio della buona borghesia bresciana desiderosa di divertimento. Nel 1903 la famiglia Guillaume lasciò il teatro che venne acquistato da un gruppo di appassionati i quali, dopo un restauro in perfetto stile Liberty, secondo la moda del tempo, gli diedero il nome di Teatro Sociale.

Fino al 1981, anno di chiusura della sala, sul palcoscenico del Teatro Sociale hanno trovato ospitalità spettacoli “leggeri”: operette, cabaret, concerti, mentre nel vicino Teatro Grande, maggiore per tradizione artistica e per capienza di sala, hanno continuato ad essere rappresentati spettacoli di prosa, concerti di musica classica e opea lirica.

Gli attuali restauri, che si sono protratti con alcune interruzioni dal 1986 al 1996 ci restituiscono un teatro capace di ospitare seicento spettatori – ora sala del Teatro Stabile di Brescia.

Cartellone: http://www.centroteatralebresciano.it/spettacoli/categoria/stagione-di-prosa

Eventi consigliati dalla Redazione

No events

I nostri amici

Articoli/Recensioni

Michele Olivieri intervista RICCARDO BUSCARINI

Coreografo vincitore di numerosi premi in Italia e all’estero, Riccardo Buscarini (Piacenza, 1985) è un artista che si concentra sul cambiamento costante del suo...

Tristan und Isolde

Il 18, 22, 25, 30 gennaio; 4, 7, 10, 14 febbraio al Stopera, Amsterdam

IUC, Fazil Say suona Chopin, Beethoven (e Say)

Il ritorno del pianista turco nella Capitale con l’Appassionata di Beethoven e la prima italiana di sua composizione dedicata ad Atatürk. Il 23 gennaio alle 20.30 a Roma

Accademia di Santa Cecilia, il trionfo di Anne-Sophie Mutter

Il ritorno della stella del violino dopo 26 anni di assenza da Roma. Ovazione del pubblico il Concerto per violino di Beethoven

Il cantico dei cantici

Andato in scena all’Auditorium del Centro Sociale di Salerno il 19 gennaio 2018

INTERVISTE

Michele Olivieri intervista RICCARDO BUSCARINI

Coreografo vincitore di numerosi premi in Italia e all’estero, Riccardo Buscarini (Piacenza, 1985) è un artista che si concentra sul cambiamento costante del suo...

Tra la scuola di teatro e il teatro a scuola

Il Direttore Artistico della Casa Teatro Ragazzi di Torino, Graziano Melano, intervistato sul teatro, la formazione e l'infanzia

Film/Cinema