Le Stagioni di Vivaldi e Piazzolla

0
203
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Vivaldi La primavera

Piazzolla L’autunno

Vivaldi L’estate

Piazzolla L’inverno

Vivaldi L’autunno

Piazzolla La primavera

Vivaldi L’inverno

Piazzolla L’estate

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Violino Natasha Korsakova

Direttore Jader Bignamini

Cosa c’entra Antonio Vivaldi con Astor Piazzolla? Apparentemente nulla. In realtà, 250 anni di storia sono magicamente uniti dallo stesso “filo rosso” musicale che, nel nome delle Stagioni, ci regala un unicum davvero prezioso, in un’opera straordinaria che ha davvero dell’incredibile.

Ecco dunque l’opportunità di ascoltare, in vicendevole e speculare alternanza, contiguità e continuità, le Quattro Stagioni di Vivaldi e Las cuatro Estaciones porteňas di Piazzolla, proposte dall’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, guidata dal maestro Jader Bignamini e impreziosite dalla sconfinata bravura della violinista Natasha Korsakova.

Appuntamento dunque giovedì 21 (ore 20.30), venerdì 22 (ore 20.00) e domenica 24 febbraio (ore 16.00) all’Auditorium di Milano in largo Mahler (info e prenotazioni: 02.83389401/2/3, www.laverdi.org) per questo 23° programma della Stagione sinfonica de laVerdi.

Lasciamo a Jader Bignamini il compito di guidarci in questo programma affascinante:

Si tratta senza dubbio di un concerto molto particolare, decisamente intenso; abbiamo voluto accostare le Quattro stagioni di Vivaldi a quelle forse meno conosciute ma altrettanto interessanti di Piazzolla. E lo abbiamo fatto presentandole al pubblico in un ordine alternato e incrociato, per un motivo molto semplice e piuttosto logico. Vivaldi, compositore italiano, è nato nell’emisfero boreale del pianeta; al contrario Piazzolla, argentino, è nato nell’emisfero australe. Ciò significa che, quando da noi è primavera, nell’emisfero australe è autunno; quando là è estate da noi è inverno, e così via. Insomma, è una forma di rispetto nei confronti degli autori e delle stagioni meteorologiche così come effettivamente si presentano e vengono vissute.

Le stagioni musicali saranno interpretate invece da una solista eccezionale, che risponde al nome di Natasha Korsakova, il cui violino saprà interpretare con stile inconfondibile, supportato da una tecnica magistrale, i suoni onomatopeici delle stagioni vivaldiane, come saprà mirabilmente distillare dalle stagioni di Piazzolla quell’impronta tutta argentina, quel carattere che riporta inevitabilmente alla tradizione del tango. In questo caso con una particolarità rispetto a tutte le altre composizioni dell’autore, ovvero l’incontro tra il tango e la musica colta, che si esprime ed estrinseca attraverso linee melodiche che riportano al materiale lirico, inframmezzato tuttavia da momenti spigolosi, quasi a significare la rabbia che può uscire, in alcuni momenti, dalla musica sudamericana.

La Korsakova, di tutto ciò, ha una visione molto personale; cercherò naturalmente di mettermi al suo servizio per assecondare una interpretazione che si preannuncia comunque unica e stimolante, e così naturalmente farà anche l’orchestra, per assicurare al pubblico l’esecuzione ottimale di questi brani meravigliosi e in un certo senso esclusivi. Non mi resta che augurare a tutti buon ascolto!”.

Giovedì 21 febbraio ore 18.30

Conferenza

Il Vivaldi di Astor Piazzolla

Relatori Laura Nicora e Lorenzo Sorbo

Ingresso libero

Biografie

Jader Bignamini. Direttore d’orchestra apprezzato per il forte carisma e la personalità dirompente, nonché dotato di preparazione e raffinatezza musicale fuori dal comune, Jader Bignamini affina e sviluppa le sue doti tecniche e artistiche nell’ambito dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, dove già nel 1997, a soli 21 anni, viene scelto dal Maestro Riccardo Chailly come clarinetto piccolo dell’ensemble sinfonico.L’attività più recente lo vede collaborare nel 2009 ha con il Teatro San Carlo di Napoli,con l’Orchestra dell’Arena di Verona e naturalmente con  l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, con la quale nel 2010 è impegnato tra l’altro nella registrazione per Sky TV in prima esecuzione mondiale del brano Spirito Eroico del compositore Di Iorio, colonna sonora ufficiale delle Olimpiadi invernali di Vancouver.Nel 2010 è nominato Direttore Assistente dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdie in questo ruolo prepara laVerdi nell’esecuzione integrale delle sinfonie di Mahler per i direttori ospiti della Stagione Sinfonica 2010/2011 dell’Auditorium di Milano. E’ del 13 Marzo 2011 il debutto alla direzione dell’Orchestra nella Quinta Sinfonia di Mahler, e solo otto giorni più tardi, il 20 marzo, dirige il concerto per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia in diretta televisiva, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in visita ufficiale a Milano.Sempre nel 2011 dirige all’Auditorium San Domenico di Foligno la verdiana Messa di Requiem con l’Orchestra Sinfonica e il Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, mentre nella chiesa di San Marco a Milano per MiTo 2011 esegue la Missa Solemnis di Liszt e per MiTo 2012 la Messe solennelle di Berlioz.Nell’aprile 2012 è nominato Direttore Associato dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, esibendosi, nell’ambito della Stagione Sinfonica dell’Orchestra, in un concerto incentrato sulla grande musica sinfonica russa, che ha avuto come brano cardine Quadri di un’esposizionedi Modest Musorgsky.Bignamini ha chiuso “Una Estate con la Musica 2012”, la prima stagione estiva de laVerdi, dirigendo, a fine agosto, Carmen di Bizet in forma di concerto, e ha inaugurato la XX Stagione sinfonica dell’Orchestra all’Auditorium di Milano, il 13 settembre 2012, accompagnando la violinista Francesca Dego nell’esecuzione del Concerto per violino e orchestra n. 2 di Prokof’ev.Nel novembre 2012 ha guidato l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi in una trionfale torunée in Russia, con due concerti a Mosca (Sala Grande del Conservatorio Čajkovskij) e San Pietroburgo (Cappella Accademica di Stato). Lo scorso 31 dicembre ha diretto il Concerto di Capodanno alla guida della Osaka Symphony Orchestra, con un programma tutto italiano, ospite alla Biwako Hall di Otsu per il suo debutto in  Giappone.

Natasha Korsakova Di origini greco-russe nasce a Mosca ed è figlia d’arte. Comincia lo studio del Violino all’età di 5 anni con il nonno Boris Korsakov ed in seguito con il padre, il rinomato violinista Andrej Korsakov, presso la scuola del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Dopo la prematura scomparsa del padre, continua gli studi con Ulf Klausenitzer a Norimberga e con Saschko Gawriloff a Koeln, riuscendo senza difficoltà nella difficile transizione da “enfant prodige” ad artista adulta.

Ospite regolare di numerosi festival internazionali, è solista molto apprezzata per la sua musicalità ed ampio repertorio (più di 55 concerti per Violino ed Orchestra). In Europa suona regolarmente con Philharmonisches Staatsorchester Mainz, Iceland Symphony, Düsseldorf Symphoniker, North Czech Philharmonie, Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra di Padova ed il Veneto, Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Dutch Radio Orchestra. Nell’ottobre 2010 durante una lunga Tournèe negli USA, esegue il concerto n. 1 per Violino ed Orchestra di Schostakowitsch .

E’ ospite regolare dell’Orquesta Municipal di Santiago del Chile – dove è stata nominata “Artista dell’Anno”nel 1998 – e delle Orchestre OFUNAM e “ Nacional de Estado” del Mexico. Oltre ai concerti eseguiti sotto la bacchetta del grande Mtislaw Rostropowitsch, collabora con i direttori: Alun Francis, David Wiley, Ernest Green, Georg Fritzsch, Charles-Olivier Munroe. Dedica speciale attenzione al repertorio cameristico, suona con partner quali Uto Ughi, Bruno Giuranna, Kita Ratner, José Gallardo, Simone Soldati, Gabriele Ragghianti, Manrico Padovani.

Daniel Schneyder e Robert Vinson, due compositori contemporanei, hanno dedicato a Natasha Korsakova due concerti per violino: rispettivamente, “Mozart in Cina” (CD appena uscito per la PrimTon) e “Concerto in F – omaggio a G. Gershwin”.

Momenti salienti della stagione 2011/12 sono una lunga Tournée in Mexico ed USA e una serie di concerti in Europa insieme con il violinista Manrico Padovani. Appassionata comunicatrice, è spesso ospite – in Italia – di trasmissioni televisive sui canali RAI e SKY.

Natasha Korsakova suona un meraviglioso Violino “1843 Giovanni Francesco Presenda”, messo generosamente a sua disposizione da Giovanni Accornero.

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo

Largo Gustav Mahler

tel. 02.83389.401/2/3 (orario biglietteria: da martedì a domenica 14.30 – 19.00)

Date concerti

Giovedì 21 febbraio 2013 ore 20.30

Venerdì 22 febbraio 2013 ore 20.00

Domenica 24 febbraio 2013 ore 16.00

Biglietti

Euro 31,00/23,50/18.00/13,00

Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Ufficio Stampa

Massimo Colombo

Tel. +39 02 83389.329 – 393 5285464

massimo.colombo@laverdi.org, www.laverdi.org

 

LEAVE A REPLY