Carla Fracci: una vita per la danza raccontata per la prima volta in un film

ActionAid presenta la nuova campagna di crowdfunding “Danza con Carla”

0
168
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il racconto inedito di un’étoile mondiale

I fondi raccolti con il crowdfunding contribuiranno alla realizzazione del film e sosterranno il lavoro di ActionAid contro gli stereotipi di genere nelle scuole delle periferie italiane.

Un nome che è diventato sinonimo di danza, passione e impegno. ActionAid presenta il progetto “Danza con Carla”, una campagna di crowdfunding per realizzare il primo e unico film-documentario sulla vita di Carla Fracci, una delle protagoniste assolute della danza mondiale. Un vero e proprio archivio segreto, che custodisce momenti magici di arte e bellezza, sarà aperto e condiviso per la prima volta con tutti gli appassionati. Il film raccoglierà momenti pubblici e scene di balletti inediti per ripercorrere un pezzo di storia del nostro tempo. Tutti possono dare il proprio contributo attraverso la piattaforma http://www.danzaconcarla.it, ricevendo in cambio ricompense ed esperienze speciali come ringraziamento per aver sostenuto il progetto.

Insieme alla realizzazione del film – intitolato semplicemente “Carla” e firmato dalla regista Rita Riboni – i fondi raccolti grazie al crowdfunding sosterranno il lavoro di ActionAid nelle scuole italiane per superare pregiudizi e stereotipi di genere attraverso il gioco, lo sport e la danza. Il progetto coinvolgerà anche insegnanti e genitori e privilegerà le aree periferiche e marginalizzate.

Con queste parole, la Fracci spiega perché ha deciso di raccontare la sua vita in un film: “È importante superare barriere e pregiudizi che impediscono ai giovani di accedere in modo sano e gioioso allo sport, alle attività artistiche e alla danza. Si tratta di strumenti potenti per una crescita consapevole, soprattutto per quelle bambine e quei bambini che non hanno possibilità materiali”. Una storia, quella della Fracci, fatta di umanità, resilienza e inclusione; un esempio di come si possa realizzare il cambiamento, a partire da sé stessi. Da bambina sfollata nella seconda guerra mondiale fino a diventare étoile internazionale della danza, sempre pronta a portare l’arte e la magia della danza ovunque, dai teatri alle piazze.

Una vocazione al cambiamento che è propria anche di ActionAid: “Lavoriamo in oltre 40 Paesi del mondo al fianco degli individui e delle comunità più povere e marginalizzate per ridare loro potere e realizzare un mondo equo e giusto per tutti. Ringraziamo Carla Fracci per aver scelto di essere ambasciatrice di ActionAid e ispirare le persone a lottare contro le ingiustizie sociali, gli stereotipi e la mancanza di opportunità”, dichiara Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid Italia.

LEAVE A REPLY