XXXI Stagione Concertistica dell’Orchestra da Camera Fiorentina

0
162
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Musica da Bach all’oggi nei 13 appuntamenti della stagione 2011 dell’Orchestra da Camera Fiorentina. Ad autori come Mozart, Haydn e Beethoven, che in 31 anni di attività hanno costituito il repertorio di riferimento dell’Orchestra fondata e diretta da Giuseppe Lanzetta, quest’anno si affiancano pagine mai eseguite prima.

E’ il caso del grandioso Requiem di Luigi Cherubini che domenica 27 e lunedì 28 marzo apre il programma (concerto in memoria del giornalista Alessandro Corti): sul palco di Santo Stefano al Ponte Vecchio l’Orchestra al gran completo (38 elementi), affiancata per l’occasione dal Coro Harmonia Cantanta. L’opera fu commissionata nel 1816 al compositore fiorentino naturalizzato francese da Re Luigi XVIII, per commemorare l’anniversario della decapitazione del fratello, suo predecessore.

Ma è anche il caso dell’Apollo Musagete di Stravinsky (partitura per danza ascoltata la prima volta a Washington nel 1927 ma portata al successo poco tempo dopo da Balanchine con i Balletti Russi) che l’Orchestra da Camera Fiorentina eseguirà domenica 25 e lunedì 26 settembre al Museo di Orsanmichele, affidandosi ad una coppia iberica, il violinista portoghese Emanuel Salvador ed il direttore spagnolo Marc Moncusì.

Ed ancora, le virtuosistiche Variazioni su un tema rococò di Ciaikovsky, lunedì 18 luglio al Museo del Bargello con l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto diretta dal Maestro Lanzetta ed impreziosita dalla giovane violoncellista coreana Meongwon Cho e, sempre a luglio al Bargello (martedì 12), il Concerto per violoncello di Robert Schumann, eseguito da uno dei violoncellisti attualmente più apprezzati sul piano internazionale, Giovanni Sollima.

Tra gli ospiti di questa 31° stagione impossibile non ricordare poi Gianfranco Dini, primo corno del Maggio, in concerto con l’Orchestra domenica 11 e lunedì 12 settembre al Museo di Orsanmichele. Come le quattro prime parti dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia (il clarinettista Alessandro Carbonare, il cornista Alessio Allegrini, l’oboista Francesco Di Rosa, il fagottista Francesco Bossone), domenica 16 e lunedì 17 ottobre a Santo Stefano al Ponte.

Dalle fila di Santa Cecilia arriva anche l’ensemble cameristico che Lanzetta dirigerà giovedì 21 luglio nel cortile del Bargello, in una delle cinque serate estive ospitate nel museo fiorentino. Sempre al Bargello il concerto-spettacolo di giovedì 14 luglio dedicato a Franz Liszt, di cui si celebra quest’anno il bicentenario della nascita: del suo rapporto intenso e bruciante con Dante e la Divina Commedia e con il Michelangelo delle Cappelle Medicee parla e recita Vittorio Sgarbi, mentre Nazareno Carusi al piano suona le composizioni lisztiane che dalle opere di Dante e Michelangelo hanno tratto ispirazione.

Sul versante contemporaneo, la stagione dell’Ocf si segnala per diverse prime esecuzioni assolute o fiorentine di lavori firmati da giovani penne emergenti come il grossetano Andrea Portera, docente alla Scuola di Fiesole e vincitore di prestigiosi concorsi di composizione (domenica 12 e lunedì 13 giugno al Museo di Orsanmichele) o da autori già in carriera quali i romani Franco Antonio Mirenzi (domenica 10 e lunedì 11 aprile a Santo Stefano al Ponte Vecchio, Orchestra diretta da Nino Lepore) e Maurizio Gabrieli (domenica 11 e lunedì 12 settembre, Museo Orsanmichele) o il fiorentino Stefano Burbi che ha dedicato un omaggio al pittore Pietro Annigoni (domenica 26 e lunedì 27 giugno, Museo Orsanmichele).

Importanti novità riguardano le location dei concerti, come sempre ricche di fascino e storia: oltre alla Chiesa di Orsanmichele, dove si svolgeranno solo esecuzioni di musica sacra ad ingresso gratuito, e al Museo Nazionale del Bargello, che ospiterà parte del programma estivo, quest’anno si aggiungono lo straordinario Museo di Orsanmichele, riaperto dopo 30 anni grazie all’iniziativa congiunta del Polo Museale Fiorentino e della stessa Orchestra, e l’Auditorium di Santo Stefano al Ponte, a due passi dal Ponte Vecchio. In cartellone anche 4 concerti-aperitivo all’Odeon, da maggio a settembre.

La stagione 2011 dell’Orchestra da Camera Fiorentina è realizzata con il sostegno di Banca CR Firenze Intesa San Paolo (main sponsor), Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Comune di Firenze, Regione Toscana, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Polo Museale Fiorentino, Provincia di Firenze, Ataf, INA Assitalia e Firenze Parcheggi, in collaborazione con Arcidiocesi di Firenze. Da quest’anno l’Orchestra collabora con Firenze Convention Bureau, società che promuove la città come destinazione di eventi e congressi.

LEAVE A REPLY