Moncalieri Estate 150

0
218
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dall’esperienza del coordinamento per i 150 anni dell’Unità d’Italia costituito dalla Città di Moncalieri e con la collaborazione di diverse associazioni locali, ha preso vita Moncalieri Estate 150.

Città di Moncalieri, Associazione Piemonte Movie, con la consulenza artistica e il supporto tecnico di Teatranzartedrama, sono i principali promotori di questa nuova stagione estiva che punta, dopo anni, a offrire alla cittadinanza moncalierese un’occasione d’intrattenimento, ma soprattutto di forte aggregazione grazie al coinvolgimento attivo delle realtà associative del territorio, pur mantenendosi aperto a contaminazioni extra cittadine.

La rassegna, lunga 21 giorni, inizia venerdì 8 luglio e fino a venerdì 29 luglio presenta un ricchissimo calendario di 39 appuntamenti che spazia dal teatro al cinema, dagli incontri letterari e culturali agli spettacoli per ragazzi, dalla musica alla danza.

Un programma che, in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, è costellato di omaggi alla Storia del nostro Paese, dalle tradizioni del Nord e del Sud fino alla realtà multietnica che giorno dopo giorno si sta creando sotto i nostri occhi.

Ne avremo un assaggio domenica 10 luglio (ore 21.30) con Dalla parte dei briganti. Voci narranti, concerto e balli del Sud: breve pièce teatrale che sfocia in concerto, per raccontare la contrastata figura dei briganti. Dai fatti storici all’attualità: il professor Marco Novarino ci introdurrà al rapporto tra istituzioni e Chiesa durante l’incontro Risorgimento e laicità (mercoledì 20 luglio, ore 21.30). Non mancherà occasione anche per i più piccoli di scoprire l’impresa dei Mille grazie allo spettacolo Bambini garibaldini, venerdì 15 luglio ore 18.

La stagione offre una serie d’iniziative eterogenee che spaziano in tutti i settori dello spettacolo e degli eventi culturali.

Il teatro e la danza occupano un posto d’onore in cartellone, con ben 11 eventi: da Tutte le donne del Re (mercoledì 13, ore 21.30), ironico omaggio a Vittorio Emanuele II visto con gli occhi delle donne alla sua corte, fino a Grand Hotel Serenase delicato affresco, minimale mai retorico o pretestuoso, sulla malattia mentale. Ospite a Moncalieri la Compagnia del Teatro Usa & Getta di Siena con lo spettacolo in anteprima regionale, La tua assenza è un assedio, dedicato a Piero Ciampi. Ogni venerdì spazio al pubblico under 12 per un totale di 4 appuntamenti pensati per loro: il primo (venerdì 8 luglio) con le marionette della storica Compagnia Lupi che rivisitano Cappuccetto Rosso in versione ambientalista. Infine spicca la serata dedicata all’Argentina e alla sua arte più nota: il tango, con lo spettacolo di danza Il Tango e il Fiume.

Le contaminazioni proseguiranno con Folk in Marocco (venerdì 22 luglio, ore 21) e con la festa finale di venerdì 29 luglio a base di musica e danze senegalesi. Il folk all’italiana sarà protagonista con lo spettacolo dell’Associazione Cirmac (domenica 10, ore 21.30) e il concerto dei Fratelli Contardo (lunedì 11 luglio, ore 21.30): musica popolare tradizionale e autentica, dal Sud al Nord Italia. Atmosfere classiche, invece, per la serata di domenica 17 luglio con Giorgio Mirto, chitarrista e compositore di fama internazionale.

Per gli amanti della settima arte sono previsti 5 appuntamenti: da La lunga Notte dei Corti, che raccoglie il meglio della produzione regionale breve degli ultimi anni, a Lo sbarco di Adonella Marena e Dario Ferraro, documentario in anteprima regionale sull’esperienza del nuovo “sbarco” dei molti cittadini italiani sparsi per tutta Europa imbarcatisi il 25 giugno 2010 da Barcellona alla volta di Genova sulla “nave dei diritti.” Il 28 sarà la volta di È stato ucciso un ragazzo di Filippo Vendemmiati, David di Donatello 2011 per il Miglior Documentario, sulla drammatica morte di Federico Aldrovandi, brutalmente ucciso dalla polizia il 25 settembre 2005.

Ogni martedì e venerdì, alle ore 19, Libri&Rose: 7 incontri per presentare otto pubblicazioni con particolare attenzione al noir e alla narrativa, ma anche per riflettere sulla macchina editoriale, sui primi passi di un giovane autore, sulla filiera produttiva che porta alle librerie (venerdì 15) e sui meccanismi della letteratura di genere (venerdì 22).

Completano il programma dibattiti e seminari, tra i quali Il Castello di Moncalieri (giovedì 14 luglio, ore 17) sul rapporto tra architettura e paesaggio.

Moncalieri Estate 150 sarà inaugurata venerdì 8 luglio alle ore 18.30 presso il Giardino delle Rose alla presenza delle autorità.

LE ARTI IN RASSEGNA

TEATRO RAGAZZI

Cappuccetto Rosso

Compagnia Marionette Lupi

Realizzato con marionette a filo e voci dal vivo. Lo spettacolo è ideato per i più piccoli, ma fa ridere anche i grandi. Versione rivisitata e ambientalista, in cui il lupo ha il raffreddore, soffre di solitudine e di fame, in un bosco dove cacciatori

e taglialegna disturbano il quieto vivere. Gianduia, simpatico e saggio consigliere, veste i panni del cacciatore come vuole la tradizione della famiglia Lupi. Tanti, gli attori di legno, tutti originali del XIX sec., che dialogano e chiedono consiglio ai piccoli spettatori, che diventano i veri protagonisti dello spettacolo!

Venerdì 8, 10.00

Bambini garibaldini

O.P.S. – Officina per la scena

Spettacolo di e con Paola Raho e Valentina Volpatto. Durata: 45’

Lo spettacolo racconta la storia dell’Unità d’Italia e della spedizione dei Mille, attraverso la leggerezza e la complicità dei giochi tra fratelli. Due fratelli vedono passare le truppe garibaldine e decidono di seguirle. Parte così l’avventura dei nostri protagonisti alla scoperta della storia d’Italia.

Venerdì 15 luglio, 18.00

La cucina di Madame Soufflé

Associazione Teatrulla

Madame Soufflè è una famosa cuoca che si appresta a preparare una ricetta per un panettone davvero speciale. Insieme al suo apprendista Bidon si troverà ad affrontare eventi inaspettati e divertenti.

Spettacolo che si affida a diverse tecniche teatrali e di animazione: dal teatro delle ombre alle bolle di sapone giganti, dalla clownerie alla pantomima.

Venerdì 22, 10.00

Passepartout e Truccabimbi

OPS – Mimimanonsolo

Pantomima, clownerie, pupazzi e fuoco. Durata: 60’

Un telo nero, un po’ di musica e il corpo saranno gli inseparabili compagni in un viaggio intorno al pianeta “uomo”, rappresentando assurdità, contraddizioni, sogni e passioni in una serie di meditazioni tragicomiche in perfetto equilibrio tra il serio e il faceto tra dubbi e certezze. Poi con spugne e pennelli OPS! CHAMELEONS (Premio alla carriera al Festival Mirabilia di Fossano) per trasformarsi in un attimo nei personaggi più strani e fantastici che popolano la nostra fantasia. In un viaggio-camaleonte dove acqua e sapone ci riporteranno alla fine del sogno.

Venerdì 29, 10.00

TEATRO E DANZA

Il Tango e il fiume

Associazione OttoArti

La OttoArti divulga la cultura argentina offrendo a chi lo desidera la possibilità di condividere serate all’aperto, di riappropriarsi di luoghi che evocano le tradizioni argentine più ataviche del ballo in strada, dove la corrente del fiume, il fruscio del vento, l’alba, la sera consunta diventano parte integrante del tango e della vita stessa. Forti passioni e combattimenti con i coltelli; immigrazione emigrazione.

Martedì 12 luglio, 21.30

Tutte le donne del Re

Assemblea Teatro

Testo di Fabio Arrivas e Renzo Sicco. Regia di Lino Spadaro. Durata: 1h20’

Si può in uno spettacolo parlare di un Re senza averlo sulla scena?

Certamente, se a parlarne sono solo donne. Le diverse amanti parlano tutte soprattutto di Rosa Vercellana, la Bela Rosin, divenuta moglie morganatica nel 1869; di lei discutono anche le donne dell’aristocrazia piemontese, tanto pettegola quanto ostile alle arditezze amorose di Vittorio Emanuele II.

Lo spettacolo offre un’occasione per rileggere la trasformazione del nostro paese nei primi anni dell’Unità nazionale, ne ripercorre gli umori e i mutamenti attraverso un occhio tutto femminile. Un omaggio al passato dell’Italia e del Piemonte realizzato, con garbata ironia e grande divertimento.

Lo spettacolo è realizzato nell’ambito della rassegna “Incroci” promosso dalla Provincia di Torino per i 2011 Itinerari nell’ambito di Esperienza Italia 150.

Mercoledì 13 luglio, 21.30

La danza in 1 minuto – One minute dance

COORPI in collaborazione con La Piattaforma e Cinedans (Amsterdam)

Presentazione del contest “La danza in 1 minuto”: un’opportunità per esprimere, attraverso un video della durata di 60’’, quali significati possa assumere la danza nel senso più ampio del termine. A seguire proiezioni di video di danza: dall’Africa Centrale all’Ungheria, dai Paesi Bassi all’Iran. Uno su tutti il lavoro magistrale del celeberrimo coreografo Jiřì Kylián per il Nederlands Dans Theater, CAR-MEN. In terra desolata quattro danzatori travestiti da bambini fanno rivivere, in chiave tragicomica e surreale, i personaggi centrali dell’opera di Bizet: l’eterna seduttrice Carmen; l’innamorato Don José; Escamillo ovvero il dongiovanni e la buona samaritana Micaela. 30 minuti d’esilarante e vertiginosa metafora sul tempo: velocità e lentezza, giovinezza e vecchiaia.

Mercoledì 13 luglio, 22.45

Intervista impossibile a Vittorio Emanuele II

Gruppo del cerchio

Testo e regia di Carola Benedetto. Con Igor Piumetti, Susanna Paisio, Elisabetta Piras Costumi Luciana Ciliento. Durata: 1 ora

Arriva il sottomarino giallo che ospita le interviste impossibili: uno spazio “elettrico” dove chi è andato ritorna e dove si possono chiedere le cose mai dette. A bordo, una balia e un re. Lei, morta per salvarlo, gli chiede conto del suo operato, di quale uso abbia fatto del suo potere di primo re d’Italia. Mentre si raccontano, i protagonisti captano dei suoni dallo spazio che li circonda: frammenti di Beatles e di rock ’n’ roll, le note della Carrà, gli addii dei soldati, la ninna nanna di Mozart, ma anche l’ultimo saluto a Cavour. Sono i suoni che parlano di loro, che rivelano la loro umanità più vera.

Sabato 16 luglio, 21.30

Panchine

O.P.S. e Korablu in collaborazione con Teatro delle Radici (Lugano)

Durata: 40’

Un racconto, una storia, un atto senza parole, un canto, la melodia di uno strumento… La panchina come luogo di sosta, a volte di solitudine, di riflessione o di gioco. La ricerca di un attimo dove due persone possano comunicare o semplicemente ascoltare diversamente. Panchine s’inserisce nella ricerca di approfondimento dei territori di comunicazione para-teatrali: quei semplici momenti dove la teatralità aderisce alla vita.

Domenica 17 luglio, 18.30 e 21.30 – Belvedere ingresso Castello Reale

PRIMA NAZIONALE

Il cerchio di gesso del Caucaso

Atti o Scene in luogo pubblico

Durata: 2h

Con: Andrea Atzeni, Anita Novaro, Paola Parini, Chiara Pautasso, Maurizio Pietromonaco, Marta Rizzi.

Favola epica, piena di azioni e personaggi, in continua tensione tra il comico e il tragico, con personaggi dalle tinte forti e caricate, Il cerchio di gesso è la storia di un bambino, figlio del governatore di un villaggio della Georgia, abbandonato nel corso di una rivolta di palazzo, e amorevolmente allevato dalla serva Groucha. La sua storia, si contrappone a quella del giudice Azdak che, una volta nominato tale a causa degli sconvolgimenti politici, amministra ogni processo con spirito anarchico, emanando sul suo trono sentenze stravaganti. Davanti a lui viene portato il caso di Groucha e della madre naturale: entrambe affermano di volere il bambino. Qui entra in scena la sentenza del cerchio di gesso.

Lunedì 18 luglio, 21.30

Grand Hotel Serenase

Santibriganti Teatro

Testo di Manuel Bona. Regia di Marco Ferrero. Con Gian Luca Cerutti, Marco Ferrero

Uno squisito affresco sulla malattia mentale, delicato, minimale, sorprendente, mai retorico o pretestuoso.

Tempo fa, a un incrocio di vie in mezzo al niente, un falegname, uno scrittore, uno psicologo, un architetto, un chitarrista, un attore, uno scienziato della comunicazione, un armonicista e un tecnico di palcoscenico si incontrarono e formularono l’idea di lavorare ad un mini spettacolo. La pièce è un intreccio di gente e di storie…una danza sottile che vede alternarsi matti, medici, infermieri e parenti……è un vecchio blues in dodici ora malinconico e arrabbiato, ora solare ed energico.

Martedì 19 luglio, 21.30

O per scherzo o per magia

Mago Ivan

Durata: 60’

Il close up è quella branca della prestidigitazione che comprende i giochi e gli effetti fatti a distanza ravvicinata. A differenza di quanto avviene con la magia da palcoscenico, infatti, il prestigiatore si esibisce a un tavolo davanti al quale si fanno accomodare gli spettatori a distanza minima che vedono materializzarsi, smaterializzarsi sotto i propri occhi carte, palline, dadi e altri oggetti magici.

Mercoledì 20 luglio, 22.30

Angelina

O.P.S. e Korablu in collaborazione con Teatro delle Radici (Lugano)

Angelina è un angelo. E ha un desiderio. Diventare di carne. Scrollarsi di dosso tutto quel bianco candore immateriale per sporcarsi con la vita. Un Icaro al contrario, più che ali sogna àncore. Angelina sa che non c’è niente di semplice nel rinunciare alla possibilità perfetta del tutto, per scegliere un’unica imperfezione. Ma lo desidera profondamente. Angelina è un spettacolo di teatrodanza che utilizza il linguaggio del corpo in modo immaginifico ed evocativo, restituendo alla parola la sua più profonda essenzialità. È un canto sulla fragilità della natura umana e femminile, sulla bellezza della realtà, sulla ricerca del grande nelle piccole cose, un invito a non guardare troppo in alto, ma ad altezza d’occhi. In definitiva un canto d’amore per la vita.

Giovedì 21 luglio, 21.30

La tua assenza è un assedio

Teatro usa e getta (Siena)

La tua assenza è un assedio ripercorre la vita, la musica, le ansie e le grandezze del cantautore più geniale che abbiamo avuto, in un agile viaggio dove le assolute protagoniste sono proprio le donne della sua vita, Moira e Gabriella. Ciampi ha fatto del suo travagliato cammino un’opera d’arte misteriosa quanto l’arte che l’ha ispirato per tutta una vita. La musica è solo un pretesto. L’importante è vivere. A modo suo, sempre e comunque. Nello spettacolo sono protagonisti le canzoni, il vino, le fughe, gli amori, la morte. Dall’oscura gavetta come primo e unico chansonnier italiano a Parigi, ai capolavori degli anni 70 che reinventeranno la nostra musica d’autore.

Sabato 23 luglio, 21.30 – PRIMA REGIONALE

Stelle musicali

Associazione Clan dei Destini

Regia di M° Dante Muro. Durata: 1h.

La compagnia, composta da semi-professionisti e amatori, è sempre alla ricerca di nuovi talenti.  In questa occasione presenterà varie scene tratte da famosi musicals e un cameo di arie d’opera.

Lunedì 25 luglio, 21.30

Info: www.comune.moncalieri.to.it – www.piemontemovie.com

Ufficio Stampa

Letizia Caspani – 327/6815401 – ufficiostampa@piemontemovie.com

LEAVE A REPLY