Bobo Rondelli, l’Orchestrino e Franco Loi: quando la poesia incontra la musica

0
325
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Rassegna Andrea Cambi III° edizione.

L’ORCHESTRINO CON BOBO RONDELLI E FRANCO LOI

Venerdì 20 aprile ore 21

Teatro Dante Piazza Dante 23 Campi Bisenzio (FI) tel. 055.8940864
Biglietto posto unico numerato 15 euro

 

Si conclude venerdì 20 aprile, ore 21, al Teatro Dante, la rassegna Andrea Cambi con una grande serata che vede protagonista l’irresistibile e trascinante  ensemble l’Orchestrino con due importanti guest star Bobo Rondelli e Franco Loi, il poeta candidato nel 2005 al premio Nobel. Uno spettacolo che vedrà sul palco del Dante il cantautore e attore livornese Bobo Rondelli dialogare, tra parole e musica, con il grande poeta Franco Loi, accompagnati dai bravissimi musicisti dell’Orchestrino. Un incontro dedicato alla poesia “con il cuore aperto e l’anima nuda” per chiudere la rassegna che ogni il teatro di Campi Bisenzio intitola all’attore scomparso  Andrea Cambi. Franco Loi e Bobo Rondelli, uniti dalla stessa passione per la musica delle parole, evocheranno l’universalità del linguaggio poetico. Canzoni, poesia, parole e pensieri, mossi dalla voce ispirata del poeta sono accompagnati dal cantante in un ascolto autentico e di grande empatia. Al centro ci saranno, naturalmente, la parola e la poesia, ma al cuore di questo incontro c’è soprattutto la vita, le biografie di due uomini così lontani e allo stesso tempo così vicini. L’incontro casuale di Bobo Rondelli con il poeta Franco Loi,  è stato un evento determinante per la vita del cantautore livornese, che ha scelto di inserire nel suo ultimo CD, una traccia con la voce dello stesso Loi che recita una sua poesia. Di Franco Loi è anche il brano “Sì A Me Delle Donne” scritta in milanese, poi trasposta in italiano e musicata da Bobo. “Grazie a Franco Loi è come se fossi tornato ai racconti intorno al casolare e avessi trovato un maestro spirituale, una specie di guru dell’occidente. Come ogni grande poeta vive la musicalità del suo dialetto e il significato di ciò che scrive ne esce illuminato come se fosse una preghiera“.

L’Orchestrino che accompagnerà i due artisti e proporrà brani tratti dal loro repertorio,  è una piccola brass band creativa che si muove con la stessa facilità dal jazz di New Orleans all’improvvisazione libera. Composta dai musicisti Filippo Ceccarini (tromba) Dimitri grechi Espinoza (sax tenore) Beppe Scardino (Sax Baritono), Tony Cattano (trombone) Daniele Paoletti (Percussioni) e Simone Padovani (Percussioni); l’ensemble padroneggia col medesimo rigore storico sia blues Ellingtoniani che ritmi afro-cubani. Nato in seno alla fertile scena musicale livornese degli ultimi anni, L’Orchestrino è composto da musicisti molto attivi nella scena jazzistica italiana, con interessi e collaborazioni illustri (Gianluca Petrella, Roy Paci, Amiri Baraka, James Newton, Tim Berne, Bobby Previte, John Tchicai, per citarne alcuni) in ogni genere musicale. Questa tendenza musicale onnivora permette al gruppo di spaziare moltissimo abbracciando con la stessa autorevolezza ogni stile, con un approccio fresco e creativo ed un forte riferimento storico e sonoro verso le classiche brass band del jazz.

Teatro Dante Piazza Dante 23 Campi Bisenzio (FI) tel. 055.8940864
Biglietto posto unico numerato 15 euro

LEAVE A REPLY