Il compleanno di Harold Pinter

0
1559
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Lunedì 2 luglio, alle ore 21.00, al Teatro del Navile – Spazio Arte di Bologna, in Via Marescalchi 2/b (ang. Via D’Azeglio, 9 – Piazza Maggiore), nell’ambito di Destate i Sogni Festival, il Teatro del Navile e la Compagnia Teatro Studio presentano “Il compleanno” di Harold Pinter, con Nino Campisi, Agnese Corsi, Ippolito Dell’Anna, Alessandro Fanti, Fabio Garau, Maria Letizia Pascoli, aiuti regia Federico Benedetti e Milena Cortelli, costumi a cura di Milena Cortelli, regia di Nino Campisi.

Nino Campisi riporta in scena “Il compleanno” di Harold Pinter, la più importante commedia in tre atti dell’autore inglese, premio nobel per la letteratura nel 2005, e torna a indossare i panni di Stanley Webber, il personaggio pinteriano per eccellenza, simbolo e icona di una umanità perseguitata e auto-reclusa. Con “Il compleanno”, già primo premio per la miglior regia al Festival del Teatro Itinerante di Agrigento nel 1999, Nino Campisi affronta il lavoro dell’attore sul personaggio, sulle emozioni e sui sentimenti da un punto di osservazione a noi più contemporaneo, con l’attenzione rivolta a quegli aspetti della personalità umana e a quei comportamenti che fanno parte della vita di tutti i giorni, con l’intento di indagare “le stanze chiuse dell’oppressione” e il grande baratro che si nasconde sotto le parole e le banali “chiacchiere” del linguaggio quotidiano.

La trama: Meg e Petey Bowles, due ingenui coniugi proprietari di una pensioncina al mare, ospitano Stanley Webber, unico misterioso e trasandato cliente, di cui ignorano i turbolenti trascorsi. Stanley si è rifugiato in quel luogo sperduto per sfuggire a una organizzazione mafiosa. Preceduti da più preannunci, un giorno arrivano alla pensione due stranieri, un ebreo compito e gioviale, Nat Goldberg, e un irlandese scontroso e servile, Shamus McCann. I due entrano nelle grazie di Meg e organizzano una festa di compleanno per Stanley. Goldberg e MacCann rimasti soli con Stanley lo martirizzano e lo sottopongono a estenuanti interrogatori. Meg regala a Stanley un tamburo. Alla festa è invitata anche Lulu, una giovane amica di Meg. Nel clima di allegria, Stanley si fa sempre più cupo e taciturno. Il culmine è raggiunto nel gioco a mosca cieca quando Stanley tenta di strangolare Meg e di violentare Lulu. La mattina seguente, mentre Meg è fuori per fare la spesa, Goldberg e MacCann portano via Stanley in stato catatonico, incontro a un destino sconosciuto.

Ed è in questo scenario che Nino Campisi riesce a tracciare un parallelo tra i personaggi pinteriani e i ritratti di Francis Bacon. Ci fa assistere a una sorta di deformazione della realtà, facendoci guardare i personaggi con gli occhi di uno Stanley Webber che, incalzato dagli eventi, si trasforma in una creatura subumana.

 

Teatro del Navile

via Marescalchi 2/b ( ang. via D’Azeglio 9 – Piazza Maggiore)

Prenotazione telefonica allo 051.224243- Ingresso riservato ai soci: tessera Euro 1,00 –

Biglietti: Intero Euro 10,00 – Ridotto Euro 8,00

Biglietteria: ore 20.00 – Inizio Spettacolo ore 21.00

LEAVE A REPLY