Medori e Sandiford ai Mercoledì Musicali dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze

0
319
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Organo e pianoforte. Abbinamento tanto inusuale quanto avvincente, a cui la rassegna dei Mercoledì Musicali dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze dedica l’appuntamento di mercoledì 3 ottobre, insieme a due eccellenze di scuola fiorentina, l’organista Olimpio Medori e il pianista Riccardo Sandiford.

Come di consueto la cornice è quella dell’Auditorium ECRF di via Folco Portinari (inizio ore 21). La serata è ad ingresso gratuito, è consigliata la prenotazione al numero 055.538.4001.

Programma tutto francese, con pagine note e rarità di César Franck, Jean Langlais, Claude Debussy e Camille Saint-Saëns. Apre il cullante e melodico “Prélude, Fugue et Variation op. 18” di Franck, nella trascrizione per pianoforte e organo: partitura che il compositore volle dedicare a Camille Saint-Saëns, di cui ascolteremo l’op. 8 dei celebri “Six duos” per harmonium e pianoforte. E ancora, brani dall’”Omaggio a Frescobaldi” di Langlais e tre preludi di Debussy: “Voiles”, “Des pas sur la neige” e “La Cathédrale engloutie”.

Diplomato in Composizione Organistica con Wijnand Van de Pol e successivamente laureato in Discipline Musicali con Francesco Tasini, Olimpio Medori si è perfezionato con maestri di fama internazionale quali T. Koopman, H. Vogel, M. Radulescu, M. Chapuis, J. B. Christensen. E’ organista titolare della chiesa San Filippo Neri a Firenze ed ha all’attivo numerose incisioni.

Allievo di Antonio Bacchelli, Riccardo Sandiford si è diplomato in pianoforte con massimo dei voti e menzione d’onore al Conservatorio Cherubini di Firenze. Da anni la sua attività si estende anche all’estero. Il suo percorso è da sempre votato alla ricerca di un pianismo eclettico, capace di adattarsi agli stili ed alla parole degli autori affrontati.

Ai Mercoledì Musicali è presente quest’anno la Fondazione FiorGen Onlus, che con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze sostiene attività di ricerca a livello molecolare su alcuni processi tumorali, con lo scopo di ampliare i margini di intervento farmacologico.

La rassegna è ideata e organizzata dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze con la direzione artistica di Giuseppe Lanzetta. Il prossimo appuntamento, mercoledì 10 ottobre, vedrà insieme l’organista Luca Scandali e il percussionista Ivan Gambini.

———————— . ————————

OLIMPIO MEDORI dopo aver studiato pianoforte con Ciro Nanni, composizione con Maurizio Pratelli e Roberto Pichini e organo con Augustin Gonvers a Firenze, si è diplomato in Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio di musica “Francesco Morlacchi” di Perugia con Wijnand Van de Pol. A Ferrara ha conseguito la laurea in Discipline musicali (Organo – relatore Francesco Tasini) col massimo dei voti e la lode. Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento sull’interpretazione della musica antica per organo e per clavicembalo con maestri di fama internazionale quali T. Koopman, H. Vogel, M. Radulescu, M. Chapuis, J. B. Christensen. Per due anni ha partecipato, con una borsa di studio assegnata dall’Istituzione «Fernando el Católico» di Saragozza, ai Cursos de Musica Antigua de Daroca (Spagna) nella classe di organo di J. L. Gonzáles Uriol e nella classe di clavicembalo di W. Jansen. Inoltre ha seguito un corso sulla musica organistica di J. S. Bach alla Internationalen Sommerakademie für Organisten ad Haarlem (Olanda) nella classe di E. Kooiman. Presso il Conservatorio “Giambattista Martini” di Bologna ha studiato Composizione con Ivan Vandor ed ha frequentato per tre anni a Cremona i corsi di Canto gregoriano tenuti da Alberto Turco presso l’Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano. Ha inoltre frequentato il corso per direttori di coro indetto dalla Regione Toscana tenuto dal M° Pietro Rossi ed è stato direttore della corale “Domenico Zipoli” di Prato. La sua attività come concertista, sia come organista che come clavicembalista, lo ha portato ad esibirsi come solista nei maggiori paesi d’Europa ed in Sud America invitato in importanti festival e rassegne, suonando anche in formazioni da camera, in cori e in orchestra e soprattutto su strumenti di particolare pregio ed interesse storico come ad esempio, e solo per citarne alcuni, quelli dei celebri organari Graziadio Antegnati in Santa Barbara a Mantova, Karl Joseph Riepp nell’Abbazia di Ottobeuren, Bartolomé Sánchez nella Iglesia Parroquial a La Almunia de Doña Godina (Saragozza), Arp Schnitger nella chiesa di St. Jacobi a Lüdinworth e di St. Jacobi ad Amburgo.

Collabora regolarmente con l’Orchestra da Camera Fiorentina, con l’Orchestra “Vincenzo Galilei” della Scuola di musica di Fiesole e con l’ensemble Musica Ricercata. Ha realizzato numerose incisioni per la radio, per la televisione e discografiche; di particolare interesse, sia per la musica eseguita che per lo splendido strumento utilizzato, l’incisione per la Cornetto-Verlag di Stoccarda in prima registrazione mondiale della Ricercar Tabulatura di J. U. Steigleder sul monumentale organo di Domenico di Lorenzo da Lucca (1509-21) della SS. Annunziata di Firenze, CD molto apprezzato nell’ambiente organistico, ben recensito da importanti riviste organistiche internazionali e trasmesso in vari programmi radiofonici e da Radio Vaticana con una trasmissione interamente dedicata. E’ membro della commissione diocesana per gli organi di Prato e organista titolare del grande organo M. Paoli – G. Tamburini della chiesa di San Filippo Neri a Firenze.

RICCARDO SANDIFORD nasce a Firenze nel 1967 e si diploma nel 1987, con la menzione d’onore, presso il Conservatorio Luigi Cherubini. Allievo di Antonio Bacchelli, si distingue inizialmente vincendo diversi concorsi nazionali, fra i quali il Concorso F. Schubert di Torino, il Concorso Città di Roma e in particolare risultando secondo alla Selezione italiana “Giovani musicisti europei” indetto dalla RAI eseguendo il primo concerto per pianoforte e orchestra di Rachmaninov.

In seguito si esibisce in qualità di solista per le associazioni musicali italiane quali La Società dei Concerti di Milano, Estate Fiesolana, Centro Busoni di Empoli, Orchestra da Camera Fiorentina, Solisti Fiorentini, Orchestra di Grosseto, Orchestra del Conservatorio di Messina, Toscana Classica, Festival Bagni di Lucca, Tempio Valdese di Torino, Associazione Arcadia di Cuneo, Bologna sogna, Musica Viva di Roma, Teatro dei Rozzi di Siena, Cantiere Internazionale d’arte di Montepulciano, Cantiere musicale di Toscana, Festival Estate Regina di Montecatini, Ridotto del Teatro Verdi di Pisa, Associazione Kammermusik di Ferrara, Reggio Emilia, Parma (Inaugurazione del Festival Sala Baganza, Auditorium del Carmine), Teatro Bibiena di Mantova, associazione Angelo Mariani per Ravenna Musica 2010 al Teatro Alighieri, associazione Beethoven di Crotone, ass.cams di Cosenza ecc. La sua attività si estende anche all’estero e Sandiford si esibisce in Russia, Giappone, Germania, Svizzera, Spagna, Turchia e Francia. L’eterogeneità del repertorio solistico e cameristico e le molteplici esperienze di perfezionamento (M. Perhaja, C. Rosen, P. Badura Skoda, P. Spagnolo, A. Ciccolini, B. Canino, J. Achucarro, O. Yablonskaja, L. De Moura Castro, O. Frugoni, Trio di Trieste) del pianista Riccardo Sandiford fanno parte di un percorso estetico votato alla continua ricerca e sperimentazione di un pianismo eclettico capace di adattarsi agli stili ed alla parole degli autori affrontati. In ambito solistico ricordiamo l’esibizione del 1998 con il concerto per pianoforte, tromba ed archi di Sostakovic con il Cantiere Musicale di Toscana diretta da L. Baccianti, quelle del 2005 con il Concerto Imperatore di Beethoven con l’Orchestra Sinfonica di Toscana Classica e del 2006 con l’Orchestra Sinfonica di Grosseto dirette da G. Lanzetta, il Concerto Kv 595 di W. Mozart con l’Orchestra da Camera fiorentina diretta da G. Nowak e l’esibizioni del 2009 presso la Kammermusiksaal della Philharmonie di Berlino e del 2010 con l’Orchestra Nazionale Cukurova ad Adana in Turchia. In ambito cameristico ricordiamo l’esibizione del 2002 con A. Blau, primo Flauto dei Berliner Philarmoniker, del 2008 con il violinista Ilya Grubert e con i fiati del Maggio Musicale Fiorentino nel 2010. Nello stesso spirito, Riccardo Sandiford, si è dedicato pure all’accompagnamento di cantanti, eseguendo brani che vanno dall’Aria da Camera italiana al Lied tedesco, dalla Chanson francese fino alle Songs americane, con un attenzione anche per il patrimonio operistico italiano. Nel 2003, infatti, si diploma in musica vocale da camera con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Leonardo De Lisi. Ha inciso per la casa discografica Bongiovanni un cd con musiche pianistiche di Respighi, Pizzetti e Alfano ottenendo critiche positive sia in Italia che all’estero.

 

Programma concerto

C. Franck (1822-1890) – Prélude, Fugue et Variation op. 18 Organo e Pianoforte

J. Langlais (1907 – 1991) – Prélude au Kyrie

– Épilogue sur un thème de Frescobaldi da “Hommage à Frescobaldi”

C. Debussy (1810 – 1849) – Voiles

– Des pas sur la neige

– La Cathédrale engloutie

C. Saint-Saëns (1835-1921) – da “Six duos” op. 8 (1858) (Organo e Pianoforte)

– Fantasia e Fuga

– Cavatina

– Scherzo

– Final

Info

Mercoledì Musicali dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Tel. 055.5384001 – www.entecrf.it

Ingresso ai concerti

L’ingresso ai concerti è gratuito ed è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Si consiglia di prenotare al numero 055.538.4001. L’Ente Cassa di Risparmio di Firenze

si riserva di regolamentare l’ingresso a mezzo invito.

Direzione artistica e organizzazione

Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Direzione artistica: Giuseppe Lanzetta

Organizzazione: Emanuele Barletti

LEAVE A REPLY