Le ”D” di Vittoria Ottolenghi: Donna, Danza, Differenza

0
273
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoFirenze rende omaggio alla “Signora della danza italiana”

 

La grande critica e giornalista italiana di danza, scomparsa lo scorso dicembre, viene celebrata a Firenze in una serata-evento nell’ambito del progetto “Parco Danza Villa Strozzi”, aprendo la programmazione di OpusBallet“Crossroads, incroci di danza” IX edizione.

In un’intera serata, organizzata in collaborazione con la giornalista Monica Ratti, si omaggerà la donna che ha dedicato la sua vita all’arte coreutica, accostando a una mirabile attività di critica e giornalista un instancabile impegno nella promozione e divulgazione della danza. Abbandonando ogni pregiudizio o distintinzione di genere tra le arti della danza, la Ottolenghi si è sempre spesa per valorizzarla, ricercando punti di incontro e dialogo tra le eccellenze della tradizione coreografica e la ricerca nelle arti contemporanee, servendosi anche del mezzo televisivo, del quale lei, prima di tutti, aveva colto l’enorme potere divulgativo da mettere al servizio della danza.

Ore 19.00 incontro in Limonaia con personalità del mondo della danza e delle istituzioni

La serata si aprirà alle 19.00 con un incontro, introdotto e coordinato da Monica Ratti, a cui prenderanno parte, oltre alla figlia della Sig.ra Ottolenghi, Beatrice Corsini, grandi personalità del mondo della danza e delle istituzioni culturali, per ripercorrere le tappe più importanti di una carriera costellata di successi, tra aneddoti e ricordi di chi l’ha conosciuta.

Interverranno, tra gli altri:Luciana Savignano toile), Elisabetta Terabust (già étoile), Micha Van Hoecke (dir. Corpo di Ballo Teatro dell’Opera di Roma), Patrizia Coletta (dir. Fondazione Toscana Spettacolo), Riccardo Ventrella (dir. art. Estate Fiorentina), Maurizia Settembri (dir. art. Fabbrica Europa), Rosanna Brocanello e Daniel Tinazzi (dir. art. Opus Ballet), Angela Torriani Evangelisti (coreografa), Roberto Castello (coreografo), Cristina Rizzo (coreografa), Eugenio Scigliano (coreografo).

L’evento sarà arricchito da interventi di urban space di Renato Scapecchi, Delicious Kids, Mirco Pastore, e didanza aerea con Gabriel Zoccola e Eleonora Valorz.

 

Ore 21.30 Gala di danza

La serata si concluderà con un Gala che, a partire dalle 21.30, vedrà sul palco, tra gli altri, le compagnie: ALDES(dir. art.Roberto Castello), Antitesi Ensemble (dir. art.Arianna Benedetti), Jr. Balletto di Toscana (dir. art. Cristina Bozzolini), Compagnia Opus Ballet (dir. art.Rosanna Brocanello), Versiliadanza(dir. art. Angela Torriani Evangelisti), Giuseppe Picone, Cristina Rizzo, Massimiliano Barachini, Lisa Brasile, Claudio Javarone.

Inoltre, interventi di danze standard e danze latine con: Riccardo e Marzia Innocenti, Stefano Antoniello e Alessia Tanzini, Francesco Londino e Carlotta Manetti,
Massimo Meini e Eleonora Filippi
, Emanuele Martini e Champa Manetti, Michael Bianchi e Caterina Campagni.

L’evento, che riprende lo spirito delle serate organizzate da Vittoria Ottolenghi anche in Toscana, sarà realizzato da Opus Ballet, in collaborazione con Monica Ratti, con il patrocinio della Fondazione Toscana Spettacolo e la collaborazione di Danza in Fiera.

Il ricavato sarà devoluto a favore di un progetto per la creazione di una Fondazione intitolata a Vittoria Ottolenghi, la donna che ha fatto la differenza nella danza.

 

 

 

 

Biglietti: posto unico 12 euro

 

INFO e biglietti: 055 2335138 / info@opusballet.itwww.opusballet.it

 

LEAVE A REPLY