Otello

0
218
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoCoreografie e regia: Arianna Benedetti

Interpretazione: Compagnia Opus Balletdiretta da Rosanna Brocanello

Musiche: Giuseppe Verdi, Massimo Buffetti

Arrangiamento musicale: Roberto Nigro

Danzatori: Noemi Dalla Vecchia, Roberto Doveri, Leonardo Germani, Stefano Pietragalla, Chiara Rontini, Jennifer Lavinia Rosati, Adrien Ursulet, Gabriele Vernich, Valentina Zappa.

Consulenza drammaturgica: Edoardo Bacchelli

Light designer: Carlo Cerri

Direzione tecnica: Alessandro Ruggiero

Assistente tecnico: Orso Casprini

Foto: Alessandro Botticelli

Video: Jamaica De Marco

Produzione: Compagnia Opus Ballet

L’attività della Compagnia è sostenuta da Regione Toscana

Venerdì 14 febbraio alle 21.00, debutta al Teatro Cantiere Florida di Firenze “Otello”, l’ultima produzione della Compagnia Opus Ballet, diretta da Rosanna Brocanello. Uno dei femminicidi più noti della letteratura, quello del moro di Venezia ai danni di sua moglie Desdemona, viene interpretato dalla coreografa Arianna Benedetti in un incrocio tra passato, presente e sentimenti eterni, mostrando con violenza tutta l’attualità drammatica dei giorni nostri.

L’idea di questo particolare lavoro coreografico nasce dal desiderio di rivelare tutta la forza della tragedia shakespeariana con il suo carico di attualità e modernità, facendolo vivere nei suoi mille contrasti e nelle sue infinite sfaccettature.

Come nell’opera originale, è sempre presente il confronto fra i due protagonisti – Iago e Otello – che si presentano come due mondi lontani, isolati, che si incontrano e scontrano fino a unirsi nell’inganno e nella violenza; è proprio da questo raffronto, oltre che dall’uxoricidio e dal suo simbolismo, che scaturisce l’intera struttura coreografica di questo lavoro.

A tirare i fili della storia è la gelosia di Otello; un sentimento così irrazionale da divenire patologia e che, oggi come allora, travolge gli uomini rendendoli incapaci di discernere l’amore dalla brama di possesso, portandoli a divenire i carnefici più spietati delle loro donne. Desdemona testimonia la rabbia delle vittime impotenti della furia cieca dei loro amanti; le donne, così, diventano reali, danzando tutte insieme per rappresentare quella condizione umiliante in cui la società le obbliga a vivere.

Un’estrema attualizzazione e modernizzazione, quella della Compagnia Opus Ballet, espressa anche attraverso una scelta musicale contemporanea, ma che allo stesso tempo rende omaggio – nell’anno che ne celebra il bicentenario della nascita – a Giuseppe Verdi, le cui musiche irrompono sulla scena provocando un effetto affascinante e insieme sorprendente.

L’obiettivo della produzione è quello di fondere attualità, narrativa, poesia, musica e danza in una coreografia che mette a nudo sentimenti privati e collettivi rimanendo magicamente sospesa nel tempo: ancorata con violenta fermezza nel presente, rivolta spasmodicamente verso il futuro, ma con le radici ben salde nel passato.

Questa seconda produzione debutta dopo una stagione ricca di successi che ha portato la Compagnia diretta da Rosanna Brocanello a esibirsi con Il Lago dei Cigni nei più prestigiosi contesti nazionali e internazionali, riscuotendo sempre grande interesse di pubblico e critica che ne ha riconsociuto l’alto valore artistico.

Biglietti: intero € 15,00 ridotto € 12,00

Come acquistare: www.teatroflorida.it

Prenotazione telefonica:055 7130664 dal lun. al ven. dalle 10.00 alle 18.00

Prenotazione via mail: prenotazioni@teatroflorida.it(specificando nominativo, titolo e data dello spettacolo, numero di posti richiesti e numero di telefono)

Botteghino del teatro: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00

Prima dello spettacolo, dalle 19.00 alle 21.00

Acquisto in prevendita:presso tutti i punti vendita del circuito Boxoffice; online su Boxol

 

www.opusballet.it

LEAVE A REPLY