Quelli che la Bemberg…

0
245
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDi CRISTINA BARBERIS NEGRA

Con FLORIANO NEGRI

Regia ROBERTO GALLUCCIO

Produzione Associazione Teatro de’ Bisognosi

Il testo narra le vicende della Bemberg, storica azienda gozzanese, ripercorse con ironia, attraverso la vita di una famiglia che, di generazione in generazione, ha lavorato nella fabbrica. Quelli che la Bemberg è la storia di una fabbrica, ma al tempo stesso la storia di tante fabbriche italiane e degli ultimi cento anni del nostro paese e della nostra gente. I personaggi sono assolutamente frutto della fantasia dell’autrice mentre i contenuti storici dello spettacolo sono reali. Floriano Negri , parafrasando un titolo di pirandelliana memoria, sarà in scena “uno, nessuno, centomila”. L’attore infatti interpreterà, con grande forza e ironia, i 3 protagonisti principali della vicenda portandovi a sorridere e a commuovervi ricordando i tempi andati e le tante storie che ciascuno di noi ha ascoltato o vissuto.

Note di regia

“Lo spettacolo prende spunto dal teatro di narrazione. Con un solo attore in scena ma, a differenza della classica “quadratura nera” ne ho preferita una bianca, anche l’attore è vestito totalmente di bianco questo perché ho voluto aggiungere delle immagini proiettate che non fossero recluse allo spazio di uno schermo, ma si diffondessero in tutto lo spazio scenico. L’idea dell’immagini allargate a tutto lo spazio scenico scaturisce dallo stesso testo: la storia della Bemberg, come la storia di un piccolo centro della provincia di Novara che può proiettarsi e riscontrarsi in tante storie della nostra nazione (e non solo) e dei nostri tempi (e non solo)” – Roberto Galluccio

L’interprete, FLORIANO NEGRI è attore professionista, nato a Gozzano, è fondatore assieme a Roberto Galluccio dell’Associazione Teatro de’ Bisognosi

Inizia una serie di collaborazioni: Teatro Trebbo di Milano, T.T.B. Teatro Tascabile
di Bergamo diretto da Renzo Vescovi, TAG Teatro di Venezia, Gianni e Cosetta Colla di Milano, Compagnia teatrale i Guitti di Brescia.

Nel 2000 fonda l’Associazione Cavallo Parlante con la quale inizierà una serie di allestimenti (Arlecchino servitore di due padroni di arlo Goldoni, C’era due volte il barone Lamberto di Gianni Rodari).

L’autrice, CRISTINA BARBERIS NEGRA, borgosesiana, è da sempre impegnata nel campo della comunicazione, nelle sue più diverse accezioni: giornalismo, editoria, marketing e pubblicità, teatro.

Le piace definirsi storyteller multidisciplinare, proprio perché la narrazione, nelle sue forme più svariate, è da sempre la sua passione. Autrice di fiabe e racconti, curatrice ed editor di volumi fotografici.

Per il teatro ha realizzato, e spesso interpretato, diversi testi che ha messo in scena con la propria compagnia, che ha costituito con Alessandra Cavanna, “Il tempo ritrovato”: Cleopatra Soap, allestimento originale liberamente tratto dalle vicende di Antonio e Cleopatra, Birdenbire, recital multidisciplinare su poesie di Nazim Hikmet, Liberamente Macbeth, allestimento originale ispirato alla tragedia di Shakespeare; Inciarmi ‐ storie di donne, amanti e guerriere.

Il regista, ROBERTO GALLUCCIO, nasce ad Avellino nel ’77. Si forma presso l’Università Popolare dello Spettacolo di Napoli.

Debutta nel 2003 in teatro lavorando con spettacoli con la regia di Gigi Savoia e Lucio Bastolla; nel 2007 si trasferisce a Milano; qui, oltre a continuare la propria formazione presso Moholelab e presso il Teatro Franco Parenti con Andreé Ruth Shammah, lavora in in diverse compagnie milanesi.

Nel frattempo si avvicina alla commedia dell’arte; attualmente collabora con Teatrodipietra, (con cui si occupa di teatro ragazzi); è co-fondatore, insieme a Floriano Negri dell’Associazione Teatro de’ Bisognosi.

Ingresso euro 10,00 ridotto euro 6,00

Associazione TEATRO DE’ BISOGNOSI

Via G.Fava 75 28024 Gozzano (NO)

Tel. 3775484801 – teatrodebisognosi@libero.it

LEAVE A REPLY