Lo Ionio racconta

0
243
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoL’estate salentina segna una bella novità in tema di natura e teatro e, come già successo per altre riserve naturali pugliesi, come Torre Guaceto, il paesaggio naturale dello Ionio, diventa scenario di spettacoli che attraversano la biodiversità e la memoria del territorio per raccontarne l’essenza e l’anima con le comunità che lo abitano e con i turisti che non si accontentano di un passaggio superficiale dalla Puglia. Nasce da questa idea la rassegna Lo Ionio racconta, un viaggio tra storie, teatro e natura in programma dal 25 luglio al 29 agosto nelle Riserve del Litorale Tarantino e nel Parco regionale di Ugento. Lo Ionio racconta prende il via il prossimo venerdì 25 luglio alle ore 21, a Torre Colimena, con lo spettacoloLa biciletta rossa(Principio Attivo Teatro) preceduto da una visita guidata alla Salina dei Monaci, dove risiedono i fenicotteri rosa.

Lo Ionio racconta attraversa centri storici, spiagge, angoli nascosti dell’entroterra, boschi secolari. Ogni appuntamento è un invito alla scoperta della memoria vegetale e minerale del luogo che lo accoglie. Prima e dopo ogni evento è possibile partecipare alle escursioni, assaggiare e conoscere i luoghi delle due riserve salentine.

Il programma degli spettacoli raccoglie alcune tra le migliori compagnie che hanno condotto una ricerca di qualità sul tema stesso della memoria del Salento, del teatro per l’infanzia e dei temi della cittadinanza attiva e della salvaguardia dell’ambiente. C’è la favola sognante eppure così poeticamente normale de La bicicletta rossa di Principio Attivo Teatroche apre la rassegna a Torre Colimena (il 25 luglio), le narrazioni sul Salento dei racconti sanguigni e antichi di Fabrizio Saccomanno, Fabrizio Pugliese e la Factory di Tonio de Nitto, durante La notte dei racconti (il 5 agosto a Ugento);c’è spazio per la storia tutta in fondo al mare del Mistero dell’isola dei gabbiani dei Burambò (il 12 agosto a Torre San Giovanni); c’è la storia del Salento quando era terra di lupi e foreste nella La grande foresta (il 20 agosto nel Bosco Cuturi) e la rivoluzione silenziosa di Storia d’amore e alberi (il 24 agosto alla Masseria Cocola) raccontati da Luigi D’Elia di Thalassia; c’è anche il circo felliniano e sognante della compagnia Nando e Maila e del loro Sconcerto d’amore (il 29 agosto a San Pietro in Bevagna).

La rassegna Lo Ionio racconta è organizzata dal Parco naturale di Ugento insieme alle Riserve del Litorale tarantino, due riserve regionali che, fatta eccezione per un tratto di costa intermedio, aprono e chiudono quella lunga linea di costa ionica che tra stagni, dune, lunghissime spiagge, boschi e lame all’interno, costituisce uno dei tratti di costa più belli e visitati d’Italia.

La rassegna è organizzata grazie al Programma Regionale di tutela e valorizzazione della biodiversità del Sistema della conservazione della natura della Regione Puglia e la direzione artistica è a cura della Cooperativa Thalassia che in Puglia firma gli eventi estivi della Riserva di Torre Guaceto e, negli ultimi anni, è stata promotrice di numerosi eventi site-specific nel parco delle Dune Costiere tra Ostuni e Fasano, nell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti e di Porto Cesareo. La cooperativa Thalassia cura anche gli eventi Naturalia, l’itinerario notturno lungo il mare di musica e teatro, il concerto all’alba di metà agosto che si svolge ogni anno a Torre Guaceto, oltre alle produzioni di spettacoli di teatro ambientale che ogni anno attraversano l’Europa.

Il primo appuntamento della rassegna Lo Ionio racconta è con lo spettacolo La bicicletta rossa, venerdì 25 luglio alle ore 21, nella piazzetta di Torre Colimena (spettacolo gratuito). Vi siete mai chiesti chi mette le sorprese negli ovetti gialli dell’ovetto Kinder? Bene, provate a immaginare che da quegli ovetti, per gioco, possa nascere una vera rivoluzione. Prima dello spettacolo visita guidata alla Salina dei Monaci e alla torre saracena di Torre Colimena con la sua collezione di ceramiche. Dopo lo spettacolo assaggi gastronomici a cura dei ristoratori di Torre Colimena.

Il teatro e le storie, quindi, che cantano e salvano i luoghi come nelle lontane culture dei nativi e come, forse, c’è bisogno di ricominciare a fare qui da noi a cominciare dalla Puglia, magari.


Per la visita guidata è obbligatoria la prenotazione al 347/8772955

Ingresso libero a tutti gli spettacoli della rassegna.

Info e prenotazioni per gli spettacoli

Parco Naturale di Ugento (spettacoli del 5, 12, 24 agosto): 349.9112272

Riserve del Litorale Tarantino (spettacoli del 25 luglio, 20 e 29 agosto): 393.0198960

LEAVE A REPLY