Fondazione Arena di Verona: ecco la nuova stagione 2014/2015

0
219
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Ennevi
Foto di Ennevi

Lo spettacolo non finisce mai e, dopo la conclusione del Festival lirico areniano, prenderanno il via tra pochi giorni la Stagione Sinfonica e il prossimo dicembre la Stagione Opera e Balletto 2014-2015. Il calendario è ricco di appuntamenti e pensato per soddisfare il grande pubblico, dagli appassionati agli spettatori più giovani che vengono a Teatro per la prima volta.

La Fondazione Arena di Verona presenta quindi un programma davvero per tutti i gusti, che vede impegnati la propria Orchestra, il Coro e il Corpo di ballo, con nuove produzioni di opera e balletto, oltre ad affermati artisti accanto a giovani promesse della musica classica internazionale.

La Stagione Sinfonica 2014-2015 si apre sabato 18 ottobre 2014 per concludersi martedì 19 maggio 2015. Quattro i concerti al Teatro Ristori dedicati ai celebri compositori classicisti Haydn, Mozart e Beethoven, cui si aggiungono dieci appuntamenti sinfonici al Teatro Filarmonico che spaziano fino agli autori contemporanei. Due le serate speciali: il Concerto di Capodanno del 31 dicembre 2014 per festeggiare insieme la lunga notte di San Silvestro e, il 19 maggio 2015, il Concerto dei Giovani Solisti che presenta i talenti del Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di Verona.

La Stagione Opera e Balletto 2014-2015 inaugura, come da tradizione, nel giorno di Santa Lucia sabato 13 dicembre 2014, per concludersi domenica 15 novembre 2015. In cartellone al Teatro Filarmonico cinque titoli d’opera – Lucia di Lammermoor, La Traviata, l’inedito dittico coreutico e lirico El amor brujo-Cavalleria Rusticana e le nuove produzioni Il Barbiere di Siviglia e Il flauto magico – e due nuovi spettacoli di balletto, XX Secolo e Gran Gala di Danza, oltre all’originale coreografia, gioiosa e leggera, Valzer & Co. che andrà in scena al Teatro Ristori per le festività natalizie.

Un ringraziamento particolare va alla Banca Popolare di Verona – Gruppo Banco Popolare che per il sesto anno consecutivo affianca Fondazione Arena con il suo sostegno, contribuendo alla realizzazione della Stagione Artistica 2014-2015, appuntamento culturale di grande valore artistico e sociale per la città di Verona.

 

 

La Stagione Opera e Balletto 2014-2015 al Teatro Filarmonico inaugura come da tradizione nel giorno di Santa Lucia, sabato 13 dicembre 2014, per concludersi domenica 15 novembre 2015.

In cartellone cinque titoli d’opera – Lucia di Lammermoor, La Traviata, il dittico coreutico e lirico El amor brujo-Cavalleria Rusticana, Il Barbiere di Siviglia, Il flauto magico – e due nuove produzioni di balletto, XX Secolo e Gran Gala di Danza, oltre all’inedita coreografia Valzer & Co. in scena al Teatro Ristori.

Per la Stagione 2014-2015 cambia l’orario d’inizio delle rappresentazioni: la Prima inaugura alle ore 18.00 mentre gli spettacoli iniziano alle ore 15.30 la domenica, alle ore 19.00 il martedì e alle 20.30 il giovedì. I balletti iniziano alle ore 15.30 il sabato e la domenica, e alle 20.30 il giovedì e venerdì.

Sabato 13 dicembre alle ore 18.00 la stagione lirica prende il via con Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, nell’allestimento del Teatro Massimo Bellini di Catania. La regia dal tratto gotico è del catanese Guglielmo Ferro, con le scene di Stefano Pace, i costumi di Françoise Raybaud, le luci di Bruno Ciulli; video maker Massimiliano Pace. Sul podio dell’Orchestra areniana torna il M° Fabrizio Maria Carminati.

Il cast vede alternarsi nel ruolo della protagonista Irina Lungu e Maria Grazia Schiavo, e in Edgardo Piero Pretti e Alessandro Scotto Di Luzio; Marco Di Felice veste i panni di Enrico, mentre In-Sung Sim e Seung Pil Choi si cambiano in quelli di Raimondo; come Arturo si alternano Alessandro Scotto Di Luzio e Francesco Pittari, che troviamo anche nel ruolo di Normanno, infine Alisa è interpretata da Elisa Balbo.

Repliche: 16, 18 e 21 dicembre 2014

Solo per le date di venerdì 19 alle ore 20.30 e sabato 20 dicembre alle 15.30 è in scena il balletto Valzer & Co. al Teatro Ristori di Verona. Renato Zanella, Direttore del Corpo di ballo areniano, firma la nuova coreografia che porta in teatro la lieta atmosfera delle festività natalizie con i Primi ballerini, i Solisti e il Corpo di ballo dell’Arena di Verona.

L’opera al Teatro Filarmonico riprende nell’anno nuovo, domenica 25 gennaio 2015 alle ore 15.30, con La Traviata di Giuseppe Verdi. Proposta nell’allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, vede alla regia Henning Brockhaus che firma anche le luci insieme a Fabrizio Gobbi; le scene sono di Josef Svoboda e i costumi di Giancarlo Colis. Direttore d’orchestra Marco Boemi.

Nel ruolo della protagonista Violetta Valéry si alternano Francesca Dotto e Jessica Nuccio, in Alfredo Germont Antonio Poli e Hoyoon Chung, nel padre Giorgio Germont Simone Piazzola e Davit Babayants. Completano il cast Elena Serra in Flora Bervoix, Alice Marini in Annina, Dario Giorgelè nel Marchese d’Obigny, Nicolò Ceriani come Barone Douphol, Gianluca Breda nei panni del Dottor Grenvil, Antonello Ceron in Gastone di Letorières, Francesco Pittari in Giuseppe e infine, nel doppio ruolo del Domestico e Commissionario, Romano Dal Zovo.

Repliche: 27, 29 gennaio e 1 febbraio 2015

Ritorna anche la danza al Teatro Filarmonico: giovedì 12 febbraio alle ore 20.30 debutta XX Secolo, il secondo balletto della stagione firmato da Renato Zanella. Lo spettacolo presenta un fine lavoro coreografico sul trittico musicale Notte trasfigurata di Arnold Schönberg, Duo concertante di Igor Stravinsky e il celeberrimo Bolero di Maurice Ravel. Dal podio guida l’Orchestra dell’Arena di Verona Roman Brogli-Sacher.

Repliche: 13, 14 e 15 febbraio 2015

Domenica 8 marzo alle ore 15.30 Renato Zanella esordisce nella doppia veste di regista e coreografo per un nuovo allestimento della Fondazione Arena di Verona: il dittico El amor brujo/Cavalleria Rusticana accosta al noto melodramma in un atto di Pietro Mascagni un balletto inedito su musica di Manuel de Falla. Scene e costumi sono di Leila Fteita, le luci di Paolo Mazzon. Dirige Jader Bignamini.

Il cast dell’opera presenta Ildikó Komlósi in Santuzza, Yusif Eyvazov in alternanza a Dario Di Vietri come Turiddu, Sebastian Catana in Alfio, Clarissa Leonardi in Lola e Milena Josipovic nei panni di Mamma Lucia.

Repliche: 10, 12 e 15 marzo 2015

Domenica 12 aprile alle ore 15.30 è la volta del capolavoro buffo di Gioachino Rossini: Il Barbiere di Siviglia. L’opera in due atti vede la regia di Pier Francesco Maestrini, che ha ideato con Joshua Held anche la scenografia animata e i costumi, per un nuovo allestimento della Fondazione Arena di Verona in coproduzione con il Teatro Operabalet Maribor e il Maggio Musicale Fiorentino. Guida Orchestra, Coro e cantanti la bacchetta di Stefano Montanari.

Interpreta Rosina Annalisa Stroppa che si dà il cambio con Silvia Beltrami, accanto a Edgardo Rocha nei panni del Conte d’Almaviva. Il ruolo del barbiere Figaro è sostenuto da Christian Senn e Sundet Baigozhin, mentre troviamo Omar Montanari ad interpretare Don Bartolo e Mirco Palazzi come Don Basilio; Irene Favro è Berta e Salvatore Grigoli Fiorello.

Repliche: 14, 16 e 19 aprile 2015

Il Gran Gala di Danza conclude il cartellone di Balletto 2014-2015. Giovedì 14 maggio alle ore 20.30 debutta uno spettacolo che mette a confronto le tre scuole che hanno fatto la storia della danza e del metodo accademico: Francia, Italia e Russia. Accompagna i danzatori l’Orchestra dell’Arena di Verona condotta da Israel Yinon.

Repliche: 15, 16 e 17 maggio 2015

La stagione lirica al Filarmonico – dopo la pausa estiva dedicata al 93° Festival areniano – si chiude con il nuovo allestimento di Fondazione Arena per Il flauto magico (Die Zauberflöte), Singspiel in due atti di Wolfgang Amadeus Mozart, che verrà eseguito in lingua originale. L’opera debutta domenica 8 novembre alle ore 15.30 in una produzione ideata da Mariano Furlani e da MASBEDO – il duo di video-artists composto da Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni. Dello stesso Furlani la regia, di Giacomo Andrico le scene e, firmati da entrambi, i costumi. La parte video è affidata ai MASBEDO, il lighting design a Paolo Mazzon. La direzione d’orchestra è di Andrea Battistoni.

Interpreti: In-Sung Sim in Sarastro, Leonardo Cortellazzi in Tamino, Mihaela Marcu in Pamina, Sofia Mchedlishvili e Jaenette Vecchione si alternano nella Regina della notte, Christian Senn è Papageno, Lavinia Bini Papagena e Massimiliano Chiarolla Monostatos; le tre Dame sono rispettivamente Francesca Sassu, Alessia Nadin ed Elena Serra, L’oratore degli iniziati Andrea Patucelli, mentre troviamo nei doppi ruoli di primo armigero e secondo sacerdote Cristiano Olivieri e come secondo armigero e primo sacerdote Romano Dal Zovo.

Repliche: 10, 12, 15 novembre 2015

 

Le produzioni della Stagione Opera e Balletto 2014-2015 vedono impegnati Orchestra, Coro, Corpo di ballo e Tecnici dell’Arena di Verona.


 

Informazioni

Biglietti

Prezzi Opera da € 14,00 a € 60,00

Prezzi Balletto da € 10,00 a € 30,00


Biglietteria di via Dietro Anfiteatro

Via Dietro Anfiteatro 6/b – 37121 Verona

Tel. 045 596517 – Fax 045 8013287 – biglietteria@arenadiverona.it

Call center 045 8005151 – www.arena.it

Orari

da lunedì a venerdì                         9:00-12:00         15:15-17:45

sabato                                               9:00-12:00

 

Biglietteria del Teatro Filarmonico

Via dei Mutilati 4/k – 37122 Verona

Tel. 045 8002880 – Fax 045 8013266

Orari (dal 10 ottobre 2014)

da lunedì a venerdì                         12:00-17:45

sabato                                               10:00-12:45

nei giorni di spettacolo                  12:00-fino a inizio spettacolo

sabato                                               10:00-12:45       17:00-fino a inizio spettacolo

domenica                                         10:00-fino a inizio spettacolo

 

La biglietteria al Teatro Ristori (via Teatro Ristori, 7 – 37122 Verona) è aperta dalle due ore precedenti l’inizio dello spettacolo.

 

 

 

La Stagione Sinfonica 2014-2015 della Fondazione Arena di Verona prende il via sabato 18 ottobre 2014 per concludersi martedì 19 maggio 2015.

Quattro i concerti al Teatro Ristori, dedicati ai celebri compositori classicisti Haydn, Mozart e Beethoven, cui si aggiungono dieci appuntamenti sinfonici al Teatro Filarmonico che spaziano fino agli autori contemporanei. Due le serate speciali: il Concerto di Capodanno del 31 dicembre 2014 per festeggiare insieme la lunga notte di San Silvestro e, il 19 maggio 2015, il Concerto dei Giovani Solisti che presenta i talenti del Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di Verona.

Si riconferma la presenza di direttori di fama internazionale, alla guida dell’Orchestra e del Coro dell’Arena di Verona, e la partecipazione di importanti solisti che arricchiscono la proposta concertistica.

Tutti i concerti della Stagione 2014-2015 hanno inizio alle ore 20.30 per la prima serata del venerdì e del sabato, e alle ore 17.00 in replica il sabato e la domenica, ad eccezione del Concerto di Capodanno che si tiene alle ore 21.30.

Gli appuntamenti al Teatro Ristori

Sabato 18 ottobre 2014 alle ore 20.30 inaugura la programmazione sinfonica il concerto diretto da Omer Meir Wellber, in replica domenica 19 ottobre alle ore 17.00. La serata, dedicata ai padri del Classicismo, apre con l’esecuzione di Moz-Art à la Haydn di Alfred Schnittke, segue il Concerto per fagotto e orchestra K 191 in si bemolle maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart – che vede Paolo Guelfi allo strumento solista – per concludere con la Sinfonia n. 3 op. 55 in mi bemolle maggiore detta “Eroica” di Ludwig van Beethoven.

Sabato 25 e domenica 26 ottobre si tiene il secondo appuntamento sinfonico al Teatro Ristori. Daniel Smith dirige l’Ouverture da Die Geschöpfe des Prometheus op. 43 di Beethoven, il Concerto per oboe e orchestra K 314 in do maggiore di Mozart con Paolo Grazia allo strumento solista, l’Ouverture Die Weihe des Hauses op. 124 sempre di Beethoven e la celebre Sinfonia n. 104 in re maggiore “London” di Franz Joseph Haydn.

Sabato 22 novembre, in replica domenica 23 novembre, il terzo concerto dedicato al Classicismo viennese. Il M° Tito Ceccherini dirige la pianista Chiara Opalio nel Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 op. 58 in sol maggiore, cui segue l’Ouverture da Die Ruinen von Athen op. 113, entrambe di Beethoven, e la Sinfonia n. 95 in do minore di Haydn.

Sabato 29 e domenica 30 novembre il direttore Carlos Prazeres guida l’Orchestra areniana nell’esecuzione della Sinfonia n. 6 op. 68 in fa maggiore “Pastorale” di Beethoven, nell’Ouverture dal Don Giovanni K 527 di Mozart e, sempre del genio salisburghese, nel Concerto per violino e orchestra n. 5 in la maggiore K 219, in cui apprezziamo il virtuosismo del giovane Giovanni Andrea Zanon.


Gli appuntamenti al Teatro Filarmonico

Il primo concerto al Teatro Filarmonico è in programma venerdì 31 ottobre 2014 alle ore 20.30, in replica domenica 2 novembre alle ore 17.00, con l’esecuzione della Sinfonia n. 9 op. 125 in re minore di Beethoven, diretta da Ton Koopman. Le parti soliste, accompagnate dal Coro areniano, sono affidate a Yetzabel Arias Fernandez (soprano), Bogna Bartosz (contralto), Jörg Dürmüller (tenore) e Christian Senn (baritono).

L’offerta concertistica prosegue con la serata di gala, fuori abbonamento, che festeggia in musica l’arrivo dell’anno nuovo mercoledì 31 dicembre 2014 alle 21.30. Il concerto è diretto da John Axelrod e vede solista il sax di Federico Mondelci. Partecipa il Coro dell’Arena di Verona.

La stagione al Teatro Filarmonico riprende sabato 10 e domenica 11 gennaio 2015 e presenta in apertura una prima esecuzione assoluta: la composizione Matteo 26 di Andrea Mannucci. La serata è diretta da Robert Tuohy e prosegue con la Sinfonia n. 1 in One Movement, op. 9 di Samuel Barber ed il Concerto per violoncello e orchestra op. 104 in si minore di Antonín Dvořák, con solista Enrico Dindo.

Venerdì 30 e sabato 31 gennaio il direttore Lü Jia apre con il compositore inglese Gerald Finzi, di cui presenta Romance per archi op. 11 e Introit for Solo Violin & Small Orchestra op. 6, con il primo violino areniano Peter Szanto. La serata prosegue con la Sinfonia di Salmi di Igor Stravinsky, eseguita dal Coro dell’Arena, e si conclude con la Sinfonia n. 4 op. 36 in fa minore di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Il concerto di sabato 7 e domenica 8 febbraio vede dirigere dal podio del Teatro Filarmonico Jan Latham Koenig e propone le Danze Slave n. 2 e n. 7 op. 72 di Dvořák, il Concerto per violino e orchestra op. 82 in la minore di Alexander Glazunov con solista Stefan Milenkovich, per concludere con Quadri di un’esposizione, composizione di Modest Musorgskij eseguita nella versione orchestrale di Maurice Ravel.

L’appuntamento sinfonico di sabato 21 e domenica 22 febbraio è diretto da Philipp von Steinaecker. Verrà eseguita in apertura la breve Finlandia op. 26 di Jean Sibelius, seguita dal Concerto per pianoforte e orchestra op. 16 in la minore di Edvard Grieg con Mamikon Nakhapetov allo strumento solista; chiude quindi Also sprach Zarathustra op. 30 di Richard Strauss.

Sabato 21 e domenica 22 marzo il maestro Julian Kovatchev dirige Sergej Krylov nel virtuosistico Concerto per violino e orchestra n. 1 op. 6 in re maggiore di Niccolò Paganini. Seguono Schicksalslied op. 54 di Johannes Brahms, il “canto del destino” declamato dal Coro areniano, e il poema sinfonico Pini di Roma di Ottorino Respighi.

Omer Meir Wellber guida il concerto sinfonico di sabato 28 e domenica 29 marzo, che propone Schelomo di Ernest Bloch, le Variazioni Rococò op. 33 e la Sinfonia n. 6 op. 74 in si minore “Patetica” di Čajkovskij. Al violoncello Jan Vogler.

L’esecuzione di venerdì 24 e domenica 26 aprile dedica la prima parte al pianoforte di Davide Cabassi, impegnato nel Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 op. 15 in re minore di Brahms, per passare poi alla Sinfonia n. 5 op. 64 mi minore di Čajkovskij. Dirige Francesco Ommassini.

Sabato 2 e domenica 3 maggio Claudio Scimone guida l’Orchestra e il Coro areniani in Zadok di Georg Friedrich Händel, in Meerestille und Gluckliche Fahrt op. 112 di Beethoven e nella Messa di Gloria di Pietro Mascagni, con le voci soliste del tenore Cataldo Caputo e del baritono Davit Babayants.

Sabato 9 e domenica 10 maggio, Marcus Bosch presenta il Concerto per violino e orchestra op. 47 in re minore di Sibelius, che vede il ritorno di Anna Tifu allo strumento solista sul palco del Filarmonico, e la Sinfonia n. 2 op. 73 in re maggiore di Brahms.

Martedì 19 maggio alle ore 20.30 conclude la Stagione 2014-2015 al Teatro Filarmonico il tradizionale Concerto dei Giovani Solisti, diretto da Victor Hugo Toro, in collaborazione con il Conservatorio di Verona “E. F. Dall’Abaco”.

 

 

 

Informazioni
Biglietti

Prezzi da € 12,00 a € 24,00

Concerto di Capodanno da € 25,00 a € 50,00

Concerto dei Giovani Solisti € 10,00 – abbonati e studenti del Conservatorio € 3,00


Biglietteria di via Dietro Anfiteatro

Via Dietro Anfiteatro 6/b – 37121 Verona

Tel. 045 596517 – Fax 045 8013287 – biglietteria@arenadiverona.it

Call center 045 8005151 – www.arena.it

Orari

da lunedì a venerdì                         9:00-12:00         15:15-17:45

sabato                                               9:00-12:00

 

Biglietteria del Teatro Filarmonico

Via dei Mutilati 4/k – 37122 Verona

Tel. 045 8002880 – Fax 045 8013266

Orari (dal 10 ottobre 2014)

da lunedì a venerdì                         12:00-17:45

sabato                                               10:00-12:45

nei giorni di spettacolo                  12:00-fino a inizio spettacolo

sabato                                               10:00-12:45       17:00-fino a inizio spettacolo

domenica                                         10:00-fino a inizio spettacolo

 

La biglietteria al Teatro Ristori (via Teatro Ristori, 7 – 37122 Verona) è aperta dalle due ore precedenti l’inizio dello spettacolo.

 

 

 

 

LEAVE A REPLY