Quartetto di Cremona in concerto

0
199
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoQuartetto di Cremona:

Cristiano Gualco, violino

Paolo Andreoli, violino

Simone Gramaglia, viola

Giovanni Scaglione, violoncello

—————-

PROGRAMMA:

Helmut Lachenmann Terzo Quartetto “Grido”

Daniele Ghisi Come di tempeste

Alessandro Perini Grammar Jammer

Dmitrij Šostakovič Quartetto n. 10 in la bemolle maggiore op. 118

in collaborazione con Fondazione Spinola Banna per l’Arte

Venerdì 31 ottobre (ore 20.30), all’Auditorium San Fedele, il Quartetto di Cremona è protagonista di un concerto nato dalla collaborazione con la Fondazione Spinola-Banna per l’Arte, premiata nel 2013 con il Leone d’Argento alla Biennale di Venezia, che ogni anno realizza un progetto di residenza per compositori e interpreti.

In programma Come di tempeste di Daniele Ghisi e Grammar Jammer di Alessandro Perini, composti durante il laboratorio di composizione del 2014 sotto la guida di Helmut Lachenmann, di cui è eseguito il Terzo Quartetto “Grido” accostato al Quartetto n.10 in la bemolle op. 118 di Dmitrij Šostakovič.

Ad aprire il concerto Terzo Quartetto “Grido” (2002), di Helmut Lachenmann (1935), scritto su richiesta del Quartetto Arditti (il titolo deriva infatti da un acronimo che omaggia i componenti del celebre quartetto, esecutori della prima assoluta). Nel suo Terzo Quartetto, il compositore tedesco prosegue il suo percorso di ricerca, nella tendenza a concepire i due violini, la viola e il violoncello come un unico gigantesco strumento a sedici corde. “La prima sensazione è quella di trovarsi in una regione soprannaturale, percorsa da misteriose acutezze, leggerezze e luminosità, dove i silenzi intermedi non hanno meno importanza dei suoni” (Giorgio Pestelli).

Come di tempeste (2014) di Daniele Ghisi (1984) è un unico movimento, un lento scorrere, che si muove all’interno per scatti o figure ritmiche d’incisiva evidenza, come in un tragitto segnato dallo “spegnersi e accendersi della luce in un corridoio grigio di ospedale” (Daniele Ghisi). Il ‘di tempeste’ del titolo sembra suggerire un sottinteso, come ricordo o profumo di tempeste; infatti, anche quando il tono generale si appassiona, il conflitto è allontanato e reso intimo.

In Grammar Jammer (2014) di Alessandro Perini (1983) il titolo “si riferisce alla funzione di disturbo o meglio di inceppamento esercitata su un flusso di parole o di note, alla ricerca di un rapporto tra suono e rumore entro i limiti di una grammatica che tende a costituirsi partire da trasformazioni lineari di elementi diversi (Giorgio Pestelli).

A chiudere il concerto il Quartetto n.10 in la bemolle maggiore op.118 (1964) di Dmitrij Šostakovič (1906-1975), che presenta soluzioni moderne, soprattutto nella ricerca della dissonanza. Il Quartetto potrebbe avere l’appellativo di “Quartetto Furioso” tanto l’ebbrezza della velocità si spinge, nell’Allegretto, verso un’espressione bartókiana, sebbene con meno aggressività.

________________________________________________________________________________

Biglietti: in vendita durante tutto il Festival nella Biglietteria di Milano Musica presso la Biglietteria del Teatro alla Scala, piazza del Duomo, Galleria del Sagrato (MM Duomo).

Da lunedì a sabato, dalle ore 12 alle 18 e il giorno stesso del concerto a partire da un’ora prima dell’inizio presso l’Auditorium San Fedele

Biglietteria online: www.ticketone.it

Intero € 20 / Ridotto (under 30, over 65, Soci Milano Musica, Convenzionati) € 13

Info Biglietteria 02 861 147, ore 12-18 (nei periodi di apertura) biglietteria@milanomusica.org

Informazioni: Milano Musica tel. 02.20403478 – informazioni@milanomusica.org – www.milanomusica.org

LEAVE A REPLY