Medicina narrativa

0
320
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLa visita di Marco Venturino, con Massimo de Vita e Luana Spagnoli
Il Neoplastico di Marcello Pili, con Stefano Grignani Lettera al curante con Daniela Airoldi Bianchi
Maria e la pastiera di e con Francesca Boschetti, Infermiera e Counselor, esperta in Cure Palliative presso l’IEO
Portala a casa di e con Lorena Salvini, Coordinatrice Infermieristica A.O. San Gerardo di Monza

Regia Massimo de Vita
Produzione Teatro Officina

Durata 70 minuti

————–

Prassi artistica e insieme etica, la Medicina Narrativa è un filone di ricerca che il Teatro Officina coltiva da diversi anni insieme a medici, infermieri e assistenti familiari, raccogliendo ed elaborando le storie e le narrazioni di chi ha attraversato la malattia. È una pratica che si sta ampiamente diffondendo negli Ospedali così come nei corsi di laurea in Scienze Mediche e in Scienze della Formazione: l’obiettivo non è solo quello di umanizzare una medicina soffocata dalla tecnica, ma pure di rintracciare e sviluppare le sensibilità artistiche del medico e del malato, perché aprano la strada all’ascolto, all’empatia, alla conoscenza di sé. La malattia diventa così un percorso di conoscenza, di apertura al dolore (proprio e altrui) e alla vita interiore, alla dimensione invisibile – ma altrettanto costitutiva – della realtà.
Apre lo spettacolo La visita, scritta dal dottor Marco Venturino, primario di anestesia dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), in cui il tema della malattia incurabile si intarsia con quello della giovinezza e della bellezza. Poi lo splendido Il Neoplastico, del dottor Marcello Pili, un monologo in cui un medico di base, intercettando lo sguardo di un malato, vi legge con esatta chiarezza ciò che resta spesso come un non-detto del “fine vita”, quel grumo non solo di sofferenza ma anche di sapienza che la malattia mortale segretamente porta con sé. Lettera al curante è la storia di un Paziente terminale che chiede al suo curante di essere ancora trattato come una persona viva. Chiudono lo spettacolo due narrazioni delle infermiere Francesca Boschetti ( infermiera e councelor IEO – Istituto Europeo di Oncologia) e Lorena Salvini (infermiera Università degli Studi Milano Bicocca).

————–

INFO:
Teatro Officina

Via S. Erlembardo, 2 – 20126 Milano
MM1 Gorla | Bus 44 e 86
Informazioni e prenotazioni:
LUN-VEN: 9.30-17.30
tel: 02.2553200 | fax: 02.27000858 | cell: 3491622028 |
e-mail: info@teatroofficina.it | sito web: www.teatroofficina.it
Orari spettacoli: Feriali ore 21.00 – Festivi ore 16.00

—————

Ingresso con tessera associativa annuale €10
Prenotazione gratuita e obbligatoria sul sito www.teatroofficina.it

LEAVE A REPLY