Sarto per signora

0
207
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodi Georges Feydeau

traduzione, adattamento teatrale e regia Valerio Binasco

con Emilio Solfrizzi, Anita Bartolucci, Barbara Bedrina, Fabrizio Contri, Cristiano Dessì, Lisa Galantini, Simone Luglio, Fabrizia Sacchi, Giulia Weber

scena Carlo De Marino
costumi Sandra Cardini
luci Pasquale Mari
musiche Arturo Annecchino

————

Sarto per signora, del 1887, è il primo lavoro di George Feydeau. Valerio Binasco riporta sulla scena questo divertente vaudeville in cui il meccanismo comico del triangolo amoroso e dei equivoci è sapientemente gestito dagli interpreti.

La vicenda si ingarbuglia per la serie di bugie accampate dal Dott. Moulineaux, interpretato da Emilio Solfrizzi, che vuole godersi una delle sue tante scappatelle.

Rientrato tardi a casa viene scoperto dalla moglie Yvonne, che non credendo alle sue scuse chiama la madre per farsi consolare. Imperterrito il dottore cerca un posto per incontrarsi con la sua amante Susanna, la moglie del generale Aubin: le dà appuntamento in un dismesso atelier sartoriale che gli è stato affidato da un amico, Bassinet. A causa di una porta che non si chiude, i due amanti vengono interrotti costantemente dagli altri personaggi, così a Moulineaux non rimane altro che fingersi sarto con conseguente inizio di una serie di episodi paradossali.

Al centro della pièce c’è la coppia coniugale che si manifesta come nido di tradimenti e ipocrisie, ma Feydau è un giovane scrittore di Parigi, e dell’energia dei suoi anni ne è piena l’opera. Lo scrittore più che riflettere sulla logorante routine borghese mette a fuoco le scappatoie dai doveri: la leggerezza della commedia sta proprio in questa estrema libertà dei personaggi che balzano da uno scambio di persona a un amore segreto, pieni di gioia di vivere e soprattutto di appetito sessuale.

Le scene, un salotto borghese e un appartamentino-sartoria, sono caratterizzate da un gusto elegante ed essenziale, per lasciar tutto il posto ai dialoghi e alla storia. Il ritmo serrato delle battute pungenti è sostenuto dai personaggi che ripetutamente entrano ed escono dalla scena.

Sarto per signora è una commedia corale: da una parte abbiamo l’intreccio degli amanti con i loro sotterfugi divertenti, dall’altra la vis comica è impersonata dall’esilarante maggiordomo del dottore, interpretato da Cristiano Dessì, e da Bassinet, interpretato da Fabrizio Contri. Lo spettacolo si apre al pubblico e lo rende partecipe, in maniera catartica e liberatoria, il divertimento e la leggerezza sono i padroni in scena e tra il pubblico.

LEAVE A REPLY