Lo storico concerto “Bella ciao” rivive a Padova grazie a Musikè

0
306
Condividi TeatriOnline sui Social Network

musikè 2014Proseguono gli appuntamenti padovani della quarta stagione di Musikè, rassegna promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e RovigoLunedì 27 aprile alle 21.00, alla Sala Petrarca del Multisala Pio X – MPX di Padova, andrà in scena il riallestimento del concerto Bella ciao a cinquant’anni dalla sua prima rappresentazione, il 21 giugno 1964, al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Lo spettacolo si ricollega, fin dal titolo, alla mostra fotografica Questa è guerra!, promossa e organizzata dalla Fondazione e allestita al Palazzo del Monte di Pietà fino al prossimo 31 maggio, che racconta attraverso le oltre 300 immagini selezionate dal curatore Walter Guadagnini come la fotografia ha cambiato il racconto e la rappresentazione della guerra negli ultimi 100 anni.

bellaciao ridBella ciao è storicamente lo spettacolo che segna la nascita del folk revival italiano. Da Bella ciao deriva il lavoro di tutti i musicisti che con grande successo oggi portano la musica popolare italiana nelle piazze di tutto il mondo. Riallestirlo a distanza di 50 anni significa proporre uno spettacolo la cui eco originaria non s’è mai spenta, anche per le migliaia di appassionati venuti dopo. Ma significa anche aggiornarlo sulla base degli sviluppi che il folk revival ha avuto in questo lungo arco di tempo, pur mantenendo inalterate le intenzioni e la scaletta originarie.

L’innovazione di questo riallestimento consiste nel trattamento musicale affidato a un ensemble diretto e concertato dall’organettista Riccardo Tesi, uno dei più brillanti e attenti protagonisti della musica popolare di oggi. Non più l’accompagnamento della sola chitarra, ma un lavoro di arrangiamento che instaura un dialogo più sofisticato fra suoni e significati, con l’aiuto del chitarrista Andrea Salvadori e del percussionista Gigi Biolcati. Bella ciao, tuttavia, era e rimane uno spettacolo di canzoni, e la centralità del canto viene confermata dalla presenza di alcune delle voci più importanti della musica popolare e del canto sociale italiano negli ultimi trent’anni: Ginevra Di Marco, Lucilla Galeazzi, Elena Ledda e Alessio Lega, che dello storico allestimento di Bella ciao sono i figli diretti.

Bella ciao è una lezione di democrazia che nasce dal basso: un romanzo storico costruito attraverso la musica, i suoni e le parole, che non solo conservano tutta la loro potenza espressiva, ma per i loro valori libertari, pacifisti e civili hanno acquistato una nuova urgenza nel mondo globalizzato. Gli artisti saranno ospiti della Stanza della musica di RAI Radio 3 nella puntata del prossimo 25 aprile, in occasione della Festa della Liberazione: un imperdibile “assaggio” del concerto di lunedì 27 per Musikè.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.rassegnamusike.it

Per informazioni:
www.rassegnamusike.it
tel. 345 7154654

Previous articleGiovanni Caccamo in concerto
Next articleUn anno dopo
Giuseppe Bettiol
Laureato in filosofia all’Università degli Studi di Padova, collaboro con lo Studio Pierrepi dal 2009. Appassionato comunicazione digitale, ho concentrato la mia attività nelle Digital PR, nei rapporti con le testate e gli influencer digitali, seguendo corsi ad hoc. Dal 2010 sono consulente di media & public relation per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari di Padova, per il Circolo Tralaltro Arcigay Padova e la Società Dante Alighieri sezione di Padova. Dal 2011 sono responsabile dell’ufficio stampa della manifestazione “Padova Pride Village” alla Fiera di Padova. Attualmente sto inoltre collaborando con il Teatro de LiNUTILE di Padova, il Padova Pride 2018 e l’agenzia di comunicazione We-Go.

LEAVE A REPLY