Suq Festival – Teatro del Dialogo (17° edizione)

0
246
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDirezione artistica Carla Peirolero
————
Al via a Genova il 13 giugno il 17° Suq Festival – Teatro del Dialogo che sino al 24 giugno, trasformerà la Piazza delle Feste del Porto Antico in un colorato bazar dei popoli con una scenografia teatrale unica in Italia, e un programma culturale internazionale con artisti, scrittori, giornalisti, esponenti di associazioni umanitarie, e tutte le Comunità di immigrati della Liguria. Al Suq si vive il bello dell’immigrazione senza trascurare le tematiche di attualità e i problemi, ma in uno spirito di convivialità.
Curato da Associazione Chance Eventi e Associazione Suq, diretto da Carla Peirolero, anche ideatrice con Valentina Arcuri, il Suq Festival, oltre a una grande popolarità (70.000 presenze nel 2014), vanta il Patrocinio dell’UNESCO e il riconoscimento di “best practice” europea per il dialogo tra culture, a conferma dell’importanza di una manifestazione divenuta ormai simbolo del dialogo e di una integrazione possibile tra genti e culture. La formula del Festival, sperimentata e di successo, incrocia un programma culturale e artistico con presenze internazionali e un’attenzione particolare all’altra sponda del Mediterraneo e una scenografia esotica che ospita 40 tra botteghe artigianali e 13 cucine dal mondo.
———–
Il teatro e la giornata per Don Gallo

Al centro del Suq Festival 2015 ancora il teatro (il Festival è tra le rassegne sovvenzionate dal MIBACT attraverso il Fus) con la rassegna Teatro del Dialogo dedicata al tema nutrire corpo e spirito che vedrà alcuni spettacoli nell’antica Chiesa di San Pietro in Banchi, che si aggiunge agli spazi scenici di  Palazzo San Giorgio e alla Piazza delle Feste.
Nella Chiesa: il 20 giugno reading di Pippo Delbono su brani del Corano, del Vangelo e del Sutra del Loto; il 22  in prima nazionale, lo spettacolo Teresa Mon Amour, dedicato a Teresa d’Avila, nel cinquecentenario dalla sua nascita, in un testo di Julia Kristeva mai rappresentato in Italia, prodotto dalla Compagnia del Suq, con Roberta Alloisio, Mario Arcari e Carla Peirolero, già protagonisti dello spettacolo “Esistenza soffio che ha fame” con Don Andrea Gallo(Theresa Mon Amour a Parigi è stato interpretato da Isabelle Huppert).
Altra produzione della Compagnia del Suq, lo spettacolo “Cuciniamoci il futuro”, con Enrico Campanati e Chef Kumalé, altri protagonisti della rassegna Teatro del Dialogo: Marco Baliani, Sara Bertelà, Marta Cuscunà, Compagnia della Luna di Norma Martelli, Compagnia Mascherenere con Modou Gueye.
Verrà riproposta inoltre l’iniziativa dei biglietti sospesi per il teatro (ideata per la prima volta in Italia dal Suq Festival), che distribuirà 50 biglietti gratuiti ogni sera a cittadini in difficoltà in collaborazione con varie associazioni del territorio. Prezzo del biglietto per il teatro è comunque molto accessibile: 5 euro. Tutte le altre iniziative e i concerti del Festival sono a ingresso gratuito.
Il Festival dedicherà la giornata del 20 giugno, Giornata mondiale del Rifugiato, al ricordo dell’amico Don Gallo. Principali ospiti Vauro e la disegnatrice satirica tunisina Nadia Kiari, membro di Cartoonist for Peace. A loro due verrà consegnato il PREMIO AGORA’ MED per il dialogo tra le due sponde, giungo alla IV edizione, che premia ogni anno due artisti delle due sponde del mediterraneo. La scelta di due disegnatori e di una artista tunisina nasce dal desiderio di ricordare due attentati terroristici che hanno lasciato ferite profonde, in Francia e in Tunisia. Il Premio – consistente in due opere di Emanuele Luzzati, offerte dal Museo Luzzati – sarà il Console della Tunisia.
Con il Centro Medì, il 22 giugno verrà organizzata una Lectio Magistralis di Julia Kristeva, alla quale sarà assegnato il Premio Mondi Migranti dedicato al tema “stranieri”.
———–
Musica e giovani in scena

Il 13 il Suq si inaugura con il rap di Amir Issaa (autore di Sciallah) e con il gruppo hip hop Zero Plastica, all’insegna della musica giovane e meticcia. Il 14 è la volta del tango che trasformerà il Suq in una milonga,  con l’ultimo cd Xena Tango di Roberta Alloisio e il suo gruppo.
Di spicco le presenze di Çiğdem Aslan (dalla Turchia il 21); Mr Raul K ( Costa D’Avorio-Germania, il 23) i Sondorgo (da Ungheria, il 24). Cigdem Aslan,  nata e cresciuta in Turchia, ha conquistato le hit inglesi grazie al suo repertorio che valorizza vecchie ballate curde e macedoni e che spazia tra molte lingue e stili differenti: dal curdo al turco, dal greco al bulgaro e al ladino.  Mr. Raoul K  (il 23) DJ e producer . Mr. Raoul K  è originario della Costa D’Avorio e residente in Germania. Il suo sound è caratterizzato da una commistione di stili che si ispirano all’Afrobeat e ai ritmi house e techno di matrice nordeuropea. Söndörgő è uno dei più attivi e interessanti gruppi ungheresi. La loro musica con balcanica e zingara, si ispira alle tradizioni slave del sud  dei Serbi e dei Croati che si sono stabiliti in Ungheria. 
———–
Showcooking, lezioni danza, laboratori per bambini

Attesissime come sempre le lezioni di cucina di Chef Kumalé con le degustazioni a fine lezione-spettacolo. Il 18 Ramadan, nutrire il Pianeta e lo spirito; il 19 Tagou Senegal > Tanganà: la cucina di strada targata Dakar; il 23  La Pachamanca: il banchetto di ringraziamento della Madre Terra
Laboratori per bambini, lezioni di cucine dal mondo, di scrittura e di danza, biblioteche e angolo lettura. Suq per bambini: ogni giorno alle 16 (le domeniche alle 14) laboratori di percussioni africane, letture multilingue di grandi testi classici, corsi di narrazione e di teatro musicale.
Sempre di successo le lezioni di danza etnica (danza orientale flamenco, tango, balli latino americani) in collaborazione con varie Associazioni e con i gruppi musicali, per avvicinare in modo divertente stili e tradizioni, e magari incominciare ad appassionarsi ad uno di essi.
———–
Il mercato mediterraneo e l’eco suq

Nell’antichità i Suq erano luoghi culturali per eccellenza, e così è il Suq Festival di Genova dove ogni giorno si può fare il giro del mondo, assaggiando cucine diverse, conoscendo lingue e mestieri artigianali, approfondire il turismo responsabile. Artigiani genovesi ed etnici, ristoratori di tanti paesi, associazioni di immigrati e umanitarie sono gli animatori della scenografia “vivente”, dal fascino esotico, con tutti i colori e i profumi del Mediterraneo, nella Piazza delle Feste del Porto Antico.
Sul tema dell’ambiente e del futuro sostenibile è confermata l’importante partnership con Novamont, sia per la fornitura stoviglie in Mater-Bi, che per le iniziative educative e gli incontri tematici.

———–
Da sabato 13 a mercoledì 24 giugno 2015  orario 16/24 domeniche 12/24 – Piazza delle Feste – Porto Antico – Genova
Altri luoghi del Festival : Chiesa San Pietro in Banchi e Palazzo San Giorgio

Produzione e organizzazione: Associazione culturale Chance Eventi
festivalteatro@suqgenova.it – www.suqgenova.it
infotel 010 5702715

LEAVE A REPLY