Teatro Parioli Peppino De Filippo di Roma, stagione 2015/2016

1
454
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoAncora una volta mi chiedo cosa sia per me il Teatro… è il racconto della lotta quotidiana che fa l’uomo per dare un senso alla propria esistenza” spiega Luigi De Filippo illustrando la nuova stagione del 2015-2016 del Teatro Parioli Peppino De Filippo di Roma di cui ha assunto la direzione artistica da quattro anni a questa parte.

Forte del successo di pubblico e dell’aumento degli abbonamenti e dei biglietti al botteghino, il Parioli, da quest’anno partner ufficiale di Telethon, anche in vista della nuova stagione continua ad essere un teatro che “vive” ogni giorno della settimana e che presenta un cartellone che spazia dalla prosa alla danza, dall’operetta alla musica al nuovo festival che promuove gli artisti emergenti senza dimenticare i processi ai grandi della storia, i concerti e gli spettacoli per i bambini.

Noi De Filippo facciamo Teatro per combattere l’ignoranza e recuperare i sentimenti. Ed il mio compito è quello di individuare strumenti che avvicinino il pubblico di tutte le età alla cultura teatrale per tutto l’anno” prosegue il direttore artistico indicando le linee guida della nuova stagione teatrale.

Proprio Luigi De Filippo animerà la stagione portando tre spettacoli in scena, il classico Miseria e nobiltà di Eduardo Scarpetta (a dicembre), Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello, nella versione di Eduardo De Filippo (dal 23 al 28 febbraio), e La fortuna di nascere a Napoli di cui è anche autore che chiude la stagione a fine aprile.

La nuova stagione 2015/16 del Teatro romano s’inaugura il 29 ottobre con lo spettacolo di danza La vie en rose-Bolero con la compagnia del Balletto di Milano, coreografie di Adriana Mortelliti, con le musiche di Ravel e classici della canzone Francese e prosegue con la prosa francese: a novembre Carlo Sciaccaluga e Matteo Alfonso portano in scena Cyrano De Bergerac di Rostand con Antonio Zavatteri, Roberto Serpi, Silvia Biancalana, Vincenzo Giordano. Non può mancare Shakespeare in stagione con Sogno di una notte di mezza estate nella riscrittura di Ruggero Cappuccio con Isa Danieli e Lello Arena diretti da Claudio Di Palma.

Spazio al teatro del Novecento con Sebastiano Somma in scena con Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller nella traduzione di Masolino D’Amico (a dicembre), mentre Antonio Salines, Luciano Virgilio, Edoardo Siravo, Enrico Bonavera saranno i protagonisti di Aspettando Godot di Samuel Beckett con la regia di Maurizio Scaparro (dal 14 al 24 gennaio); Gianrico Tedeschi, Ugo Pagliai, Franco Branciaroli, Maurizio Donadoni sono i protagonisti di Dipartita finale testo e regia Franco Branciaroli (in scena dall’11 al 21 febbraio) e a marzo Anna Galiena ed Enzo De Caro saranno in teatro con Diamoci del tu, di Norm Forster. Tra gli spettacoli fuori abbonamento: Il Vangelo Secondo Pilato (la notte degli ulivi) di Eric-Emmanuel Schmitt con Glauco Mauri e Roberto Sturno, regia Glauco Mauri che viene proposto in occasione del Giubileo, ma anche Il Duello e La Mandragola in collaborazione con Sus Babi Teatro due spettacoli prodotti da De Filippo.

Attenzione particolare viene riservata ai nuovi talenti con Primo Sale (dal 6 al 24 ottobre), la rassegna teatrale di giovani attori, autori e registi promossa insieme a Giulio Baffi. E anche quest’anno torna l’operetta (dal 28 al 31 gennaio) con la Compagnia Italiana di Operette che presenta Cin Cin Là con Silvia Santoro e Carlo Vitale. Dopo il successo dello scorso anno tornano a teatro tre appassionanti appuntamenti di Personaggi e Protagonisti: incontri con la Storia Colpevole o innocente? a cura di Elisa Greco dove magistrati, avvocati, personaggi della società civile animeranno un dibattimento processuale intorno ad un personaggio storico: al pubblico spetterà emettere il verdetto. Al cartellone e ai numerosi eventi culturali il Teatro offre un’attenzione particolare al pubblico dei ragazzi e delle scuole, proponendo una selezione degli spettacoli presenti in cartellone in matinée dedicate alle scuole elementari, medie e superiori, i due spettacoli La Gabbianella e il gatto e Il Diario di Anna Frank dedicati ai più piccoli, ma anche divertenti lezioni sulla musica, eseguite dalla Banda Musicale della Marina Militare che sarà protagonista del concerto di Natale e del concerto di Primavera, inoltre tre esibizioni dedicate ai bambini. Spazio alla musica anche con la Gerardo Di Lella Pop Orchestra, il 4 ottobre con Dance Era e il 5 marzo con Emozioni, l’evento, dedicato a Lucio Battisti.

Tutto il programma in dettaglio su www.teatropariolipeppinodefilippo.it.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY