Günter Neuhold in concerto

0
288
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDirettore Günter Neuhold

Pianoforte Michele Campanella

Maestro del Coro Fulvio Fogliazza

Orchestra e Coro maschile della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

———-

Se i primi tre concerti del Cartellone della Stagione Sinfonica si sono contraddistinti per la proposta di nuove presenze sul palcoscenico del Verdi, il quarto appuntamento offre l’occasione di riascoltare due grandissimi interpreti entrambi di ritorno a Trieste.
A dirigere l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste sarà infatti Günter Neuhold, maestro di grandissima fama, che ha diretto le più prestigiose istituzioni musicali e che a Trieste è stato raffinato e apprezzato interprete wagneriano (Lohengrin, nel 2011); mentre a esibirsi come solista al pianoforte ci sarà Michele Campanella, protagonista, nella scorsa Stagione Sinfonica, di un’acclamata interpretazione del Terzo Concerto per pianoforte e orchestra Op. 37 di Beethoven.
Il programma del quarto concerto si suddivide in due parti; nella prima, l’ormai consueto omaggio a Shakespeare con la Suite per orchestra da Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev. Nata come un balletto commissionato nel 1935 e vista la lunga attesa per vederne la messa in scena, nel clima sempre più pesante per gli intellettuali nella Russia degli anni ’30, diventa ben presto una serie di tre Suite, due orchestrali e una pianistica. Considerato uno dei capolavori di Prokof’ev, Romeo e Giulietta unisce una forma equilibrata a una grande ispirazione melodica e varietà cromatica.

Nella seconda parte della serata sarà invece la volta del Concerto per pianoforte, orchestra e coro maschile op. 39 di Ferruccio Busoni. Opera famosissima, ma di raro ascolto e che richiede autentico virtuosismo esecutivo, viene eseguita per il 150° anniversario della nascita del grande compositore di origini triestine – la madre Anna Weiss era nata a Trieste. Un evento affidato alla bravura di Michele Campanella per celebrare il talento eclettico e la geniale personalità di Busoni, il quale, oltre che compositore, fu teorico musicale, straordinario pianista, maestro di tecnica pianista, operista e librettista dei suoi stessi melodrammi. Il Coro maschile del Teatro Verdi è preparato dal M° Fulvio Fogliazza.

LEAVE A REPLY