Teatro dell’Opera, Picasso a Roma cento anni fa – partitura d’arte, danza e genio

Serata evento lunedì 10 aprile per ricordare uno straordinario incontro di artisti a Roma

0
264
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ci sono momenti storici che diventano cruciali, irripetibili attimi in cui le arti si incontrano magicamente ed esattamente 100 anni fa, si crearono le condizioni per uno straordinario incontro fra artisti nella città di Roma

Protagonisti, Picasso, Djagilev, Stravinskij, Cocteau, Massine, alcuni dei maggiori esponenti delle diverse avanguardie artistiche dell’epoca che soggiornarono a Roma in occasione della tournée romana della compagnia dei Ballets Russes di Sergej Djagilev, tornati al Costanzi, dopo il loro esordio nel 1911, dall’impresaria del teatro, Emma Carelli.

Per ricordare e celebrare, senza nostalgia o enfasi, questo straordinario incontro di artisti, il Costanzi organizza una serata evento all’insegna delle arti: Picasso a Roma cento anni fa – partitura d’arte, danza e genio, in scena lunedì 10 aprile 2017 alle ore 21 presso il Teatro dell’Opera di Roma.

Serata evento nata per raccontare quei giorni irripetibili per l’arte attraverso la contaminazione dei generi, Picasso a Roma cento anni fa, sarà curata da Lorenzo Pavolini e sarà interpretata da due fra i più popolari attori italiani, di teatro, Maddalena Crippa e Massimo Popolizio.

Alla prosa si accompagnerà anche la musica di Erik Satie e Igor Stravinkij che sarà interpretata al pianoforte da Enrica Ruggiero (di recente in scena con il Trittico di danza) e Antonio Maria Pergolizzi.

La data del 10 aprile non è certo scelta a caso: nello stesso giorno del 1917, il ridotto del Teatro Costanzi, ospitò una mostra di opere della collezione del ballerino Leonid Massine, ballerino e coreografo della compagnia, dove figuravano creazioni degli autori dell’Avanguardia, da Balla, a Depero, Prampolini o Picasso.

La serata del Costanzi muove proprio dalla permanenza di Picasso a Roma per otto settimane: l’artista era arrivato nella Capitale sulla scia di un progetto per preparare il sipario di Djagilev che aveva favorito la collaborazione del pittore per Parade, balletto ideato da Jean Cocteau su musiche di Satie.

Il soggiorno romano di Picasso, che abitò all’Hotel de Russie, su particolarmente importante per l’artista travolto dal colpo di fulmine per Olga Koklova, una delle ballerine della compagnia di Djagilev, che avrebbe sposato pochi mesi più tardi.

Vogliamo ricordare questo straordinario momento della cultura europea del Novecento, che vide la città e il nostro teatro al centro della vita artistica internazionale – spiega il sovrintendente del Teatro dell’Opera, Carlo FuortesNon una celebrazione accademica, né uno spettacolo in chiave nostalgica, piuttosto una serata in cui far rivivere lo spirito e l’entusiasmo delle Avanguardie con parole, musiche immagini e scene. Un incontro di artisti leggendari che da quel soggiorno romano avrebbero preso molti spunti per il loro itinerario verso la modernità.”

I biglietti per la serata unica fra arte, danza e genio, in omaggio a Picasso sono in vendita presso la biglietteria e sul sito del Teatro al prezzo unico di 10 €. Info: operaroma.it

LEAVE A REPLY