Teatro della Tosse (Genova): ecco gli appuntamenti da ottobre a dicembre 2017

0
152
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Francesca Gazzolo

Abbiamo scelto di dare a questo ultimo trimestre il titolo Calcio di inizio, perché rappresenta nello stesso momento la chiusura di un ciclo, l’occasione per riflettere sul lavoro sino ad ora svolto, e la transizione a quello che sarà il progetto del triennio 2018-2020.

Tempo di bilanci che ci dicono, nei numeri, che in questi tre anni la produzione e l’ospitalità, nazionale ed internazionale, ha prodotto sui nostri palcoscenici, diffusi sul territorio regionale, oltre un migliaio di “alzate di sipario” e circa 165.000 spettatori.

Con Orfeo Rave alla Fiera del Mare, teatro fuori dal teatro, siamo tornati ad essere “La Tosse” quella degli spazi che si trasformano e diventano magici.

Abbiamo ristrutturato e aperto un nuovo spazio, il Luzzati Lab, dedicato al Maestro Luzzati e destinato alla didattica, luogo espositivo e sala per spettacoli che hanno bisogno di un più stretto rapporto tra platea e palcoscenico.

Abbiamo affinato la collaborazione con Balletto Civile che, oltre alle co-produzioni e alle regie a quattro mani di Emanuele Conte e Michela Lucenti, ha fatto nascere Resistere e Creare, rassegna di danza che nel 2017 giunge alla terza edizione.

Sono aumentati, sia nella proposta che nella frequenza, i corsi di teatro della Falegnameria che contano più di 200 allievi di età diverse.

Il nostro lavoro parte dalla ricerca del dialogo – con gli artisti che invitiamo ad affiancarci così come con il pubblico, che è centrale nelle scelte che operiamo – e si concentra sull’indagine del contemporaneo, nella convinzione che il teatro debba essere sempre di più il luogo dove la società si confronta con il proprio presente cosi come è sempre stato. Lo spazio della narrazione condivisa tra tutti sapendo che ognuno di noi fa ed è teatro.

Dal punto di vista dei linguaggi, prosa, musica, danza, video-arte, convivono sulla scena all’insegna della multidisciplinarietà, mentre nelle scelte di contenuto abbiamo deciso di ritornare ai grandi temi fondanti: memoria, identità e follia, dialogo inter-religioso, adolescenza e famiglia, paura e conflitto.

Tre mesi di semina in vista dei prossimi tre anni in cui le nostre scelte produttive e di ospitalità non si limiteranno a un elenco di titoli. Non vogliamo restare ancorati a schemi che per ragioni pratiche costringono a lavorare in tempi obbligati, su binari precostituiti, secondo forme comode e retoriche. È nostra intenzione riportare al centro il lavoro del teatro, inteso come lingua viva. Percorso laboratoriale, luogo di incontro e di confronto, sui temi, sulle forme, sul presente.

———–

Calcio d’inizio

La programmazione del 2017 è stata resa possibile grazie al Ministero per i beni e le attività culturali, al Comune di Genova e alla Regione Liguria, ed è sostenuta dalla Compagnia di San Paolo.

Il “calcio d’inizio”, primo appuntamento autunnale in cartellone il 5 e 6 ottobre, omaggio all’arte di Pier Paolo Pasolini e alla sua passione per lo sport sarà Pier Paolo! regia di Giorgio Barberio Corsetti, spettacolo che si svolgerà al campo da calcetto Edoardo Galleano di fronte al Teatro della Tosse. Pier Paolo! rappresenta il ritorno dell’attività teatrale in sede dopo un’estate in giro per borghi, castelli e parchi in Liguria e in Italia, un ultimo appuntamento fuori dal teatro, prima di ritornare ad animare il palco delle sale Trionfo, Campana e Agorà.

Quest’autunno il ritorno a casa sarà scandito oltre che dagli spettacoli in cartellone anche da una serie di attività che ci accompagneranno per tutto l’anno. Si tratta di iniziative che continuano il lavoro intrapreso dalla Tosse in questi anni, di apertura verso l’esterno per coinvolgere porzioni sempre più vaste della società e del nostro territorio. Sono progetti che spesso si rivolgono a un pubblico diverso, che attraverso queste proposte può riconoscersi e così avvicinarsi al teatro.

Ovviamente il cartellone della Tosse è il cuore della nostra attività con 2 prime nazionali (Disgraced, Amletto), 1 anteprima (Il Maestro e Margherita), 2 nuove produzioni (Il Maestro e Margherita, Amletto), 4 coproduzioni (Disgraced, Moi, Andy Warhol Superstar, Città inferno) e la terza edizione di resistere e Creare, il Festival Internazionale di Danza con la direzione artistica di Michela Lucenti, che ancora una volta porterà a Genova le proposte più interessanti della scena internazionale animando ogni spazio della Tosse.

Tra i protagonisti dell’ultimo trimestre 2017: Emanuele Conte, Chiara Guidi, Jacopo Gassman,

Michela Lucenti e Balletto Civile, Giorgio Barberio Corsetti, Angela Baraldi, Massimo Zamboni, Laura Sicignano, Enrico Campanati, I Pirati dei Caruggi: Balbotin /Bianchi/Casalino/Ceccon, Elena Gigliotti, Francesca Macrì, Andrea Trapani, Lisa Galantini, Fabio Cavalli, Teatro Libero di Rebibbia , Elisabetta Mazzullo e Valentino Mannias. E inoltre nel 2018 tornerà Peter Brook con Battlefield e la Familie Flöz con il loro nuovo lavoro Dr. Nest.

A ottobre verranno presentate anche la decima stagione de La Claque in Agorà, la nuova Stagione di Teatro Ragazzi, la più lunga e longeva della Liguria e una delle più importanti a livello nazionale, e i Corsi di Teatro della Falegnameria, che nel corso degli anni hanno incrementato non solo il numero degli iscritti ma anche la quantità e la varietà dell’offerta.

Ritornano due collaborazioni storiche quella con il Festival della Scienza, di cui ospitiamo diversi appuntamenti nelle nostre tre sale, e quella con Le strade del Suono – n Ensemble, che ha in cartellone tre appuntamenti: 12 ottobre Non è un paese per musicisti in Agorà, 11 novembre Compositori in erba al Luzzati Lab e il 15 novembre Persona/Personae in Agorà.

Tra le novità di questo trimestre, proprio pensando alla formazione e alla didattica, si aggiungono altri due progetti: Abilità al plurale e ASK.

Inoltre l’appuntamento con TED Genova, il progetto Hamlet in Rebibbia, il Cyborg Film Festival, il Premio Lettera 22 e la prima edizione di Mizar – boutique libraria pop up.

———–

SPETTACOLI

Prima di Calcio d’inizio il 3 ottobre dalla sala Agorà partirà Tournée da Bar spettacolo – progetto vincitore di numerosi bandi legati allo sviluppo dell’audience development, tra cui OPEN della Compagnia di San Paolo

Il 5 e 6 ottobre Pier Paolo ! regia di Giorgio Barberio Corsetti, spettacolo che si svolgerà al campo da calcetto Edoardo Galleano, di fronte al Teatro della Tosse, omaggio all’arte di Pier Paolo Pasolini e alla sua passione per lo sport. In scena una vera partita di calcio tra due squadre interrotta da incursioni di attori mescolati tra i calciatori e tra il pubblico sugli spalti.

Il 7 ottobre serata speciale con Balbotin, Bianchi, Casalino e Ceccon ovvero i Pirati dei Caruggi, che dopo il grandissimo successo ottenuto la scorsa stagione a La Claque calcano il palco della sala Trionfo per una serata speciale del loro divertentissimo spettacolo #desbelinity.

Dal 9 al 12 ottobre in sala Agorà sono in programma quattro repliche mattutine di Donne in guerra, lo spettacolo di Laura Sicignano prodotto dal Teatro Cargo che racconta la storia di sei donne durante la seconda Guerra Mondiale.

Dal 10 al 20 ottobre Disgraced Di Ayad Akhtar con la regia di Jacopo Gassman, coproduzione Teatro della Tosse e Teatro di Roma – Teatro Nazionale. Lo spettacolo è una moderna tragedia greca, ambientata in una Manhattan ricca, colta e liberale. Il testo ruota intorno a temi di fortissima attualità quali le potenziali tensioni fra le fedi religiose, la difficile e pur necessaria convivenza fra le diverse identità culturali. Un testo contemporaneo tra i più complessi di Ayad Akhtar, autore nato in America, ma di origini pakistane, scritto tra il 2011 e il 2013, e vincitore del Pulitzer per il teatro (2013). Traduzione e regia sono di Jacopo Gassmann, che ha deciso di affidare i ruoli dei protagonisti a Hossein Taheri, Francesco Villano, Lisa Galantini, Saba Anglana e Lorenzo De Moor.

Il 26 ottobre ritorna sul palco della Tosse una nostra amica, oltre che una grande cantante, protagonista due stagioni fa di The Wedding singers, si tratta di Angela Baraldi che in coppia con Massimo Zamboni, fondatore dei CCCP, presenta Nessuna voce dentro, Berlino 1981. Un viaggio d’iniziazione nella tumultuosa Berlino del Muro e delle case occupate, dalla strada al palco, dal palco alla strada attraverso il racconto di un percorso esistenziale, quasi che ogni canzone possa dissolversi in un brano teatrale.

Giovanna detta anche Primavera in scena dal 25 al 27 ottobre è una storia trasmessa oralmente in famiglia e ispirata alle radici sarde dell’autore e protagonista, Valentino Mannias, (premio Hystrio 2015). Al centro dello spettacolo c’è la storia che la nonna del protagonista raccontò perché sposasse la persona giusta. 

Due le coproduzioni di fine ottobre, entrambe dedicate al mondo dell’arte: Moi (28 e 29 ottobre) di Chiara Pasetti, con la regia di Alberto Giusta prodotto insieme all’Associazione Culturale “Le Rêve et la vie” spettacolo liberamente tratto dalla Corrispondenza di Camille Claudel, con Lisa Galantini, che porta in scena la storia di Camille Claudel, morta dopo trent’anni di internamento in ospedale psichiatrico; e Andy Warhol Superstar, ideazione e regia di Laura Sicignano prodotto insieme a Teatro Cargo. Uno spettacolo questo che, a trent’anni dalla scomparsa dell’artista, indaga la biografia intima di Andy a confronto con quella pubblica: la sua curiosità per tutto ciò che era trasgressivo ed estremo e la sua fede cattolica, il rapporto con la madre, con gli USA, con i soldi e il potere, con il sesso e la castità. Protagonista assoluta dello spettacolo è Irene Serini che incarna il padre della pop art.

Il 5 novembre torna al Teatro della Tosse Chiara Guidi cofondatrice della Compagnia Raffaello Sanzio insieme a Romeo Castellucci, con Lettere dalla notte, liberamente ispirato ai testi di Nelly Sachs, una delle voci poetiche più appartate e potenti del Novecento, premio Nobel nel 1966.

Guidi darà voce non solo ad alcune lettere tratte da Lettere dalla notte ma anche a una parte del carteggio che la poetessa ebbe tra il 1954 e il 1969 con una delle voci più intense della poesia, Paul Celan, con cui condivise la condizione di esule dalla storia e dalle ferite del Novecento. Il progetto sarà arricchito dalla presenza sul palco di un coro di cittadini che seguiranno un laboratorio sulla voce nei tre giorni precedenti lo spettacolo.

Dal 14 al 19 novembre la nuova produzione Tosse in prima nazionale, Amletto testo e regia di Emanuele Conte. Un anziano attore, interpretato da Enrico Campanati, cerca di ricostruire nella propria memoria i personaggi dell’Amleto di Shakespeare. Nella sua lunga carriera è stato Orazio, è stato il re Claudio, è stato lo stesso Principe di Danimarca, è stato Polonio, le voci di tutti questi personaggi si mescolano nella sua testa, lo confondono, riemergono come in sogno, forse come in un incubo. L’incubo peggiore di ogni attore: quello di dimenticare. Esiste una sindrome che colpisce chi nella vita ha utilizzato la memoria come strumento di lavoro, molto diffusa quindi tra gli attori. Chi ne viene colpito non dimentica tutto, ma la sua memoria si trasforma: i ricordi appaiono come brandelli tra loro sconnessi. Il protagonista del nostro Amletto cerca di ricucire insieme questi brandelli, mescolando le parole dell’Amleto con i suoi personali ricordi di palcoscenico; interpretando tutti i personaggi e perdendosi nei ricordi della propria vita, dei propri errori e dei propri rimpianti. Uno spettacolo divertente e poetico che, mettendo in scena il più noto dei drammi shakespeariani, parla del teatro, della memoria, della vita.

Ritorna anche uno degli spettacoli più applauditi lo scorso anno, Città Inferno coprodotto dalla Tosse insieme a Cardellino srl e nO (Dance first. Think Later) con la regia e la partitura fisica di Elena Gigliotti, liberamente ispirato a “Nella Città, l’inferno” il film di Renato Castellani con Anna Magnani e Giulietta Masina. In scena dal 22 al 25 novembre.

A dicembre dopo la terza edizione del Festival internazionale di Danza Resistere e Creare, diretto da Michela Lucenti, andrà in scena il 19 e 20 dicembre L’annuncio a Maria di Paul Claudel con la regia di Paolo Bignamini Un testo di grandissima concentrazione poetica, ambientato in un Medioevo storicamente preciso e nel contempo indefinito. Lo spettacolo è in collaborazione con il Museo Diocesano di Genova. Sempre a dicembre dal 14 al 17 in scena Io non ho mani che mi accarezzino il viso. Due attori, Aida Talliente e Andrea Trapani, e una domanda: qual è il personaggio della letteratura teatrale la cui fragilità sembra riguardarti? Le cui parole potresti dire anche tu, tu in quanto persona e non in quanto attore? Due risposte: Santa Giovanna dei Macelli di Brecht e Woyzeck di Büchner.

Banana Split in scena dal 21 al 23 dicembre è liberamente ispirato al racconto di Tobias Wolff  Due ragazzi e una ragazza, e parla di un’età magnifica, fragile ed esplosiva in cui tutto è possibile, quella della giovinezza. Il testo è di Davide Lorino ed Elisabetta Mazzullo, che cura anche la regia.

A capodanno andrà in scena l’anteprima de Il Maestro e Margherita, che debutterà a febbraio in prima nazionale. Lo spettacolo nasce da un’idea di Emanuele Conte che vuole confrontarsi con uno dei testi più importanti della storia della letteratura.

A cinquant’anni dalla sua pubblicazione, il capolavoro di Bulgakov diventerà un evento teatrale capace di fare interagire danza, teatro, musica e arte visiva. Dopo il successo di Orfeo rave Emanuele Conte e Michela Lucenti si confrontano con un capolavoro della letteratura russa e mondiale. Salutando l’anno nuovo saremo rapiti nel magico mondo del Maestro e Margherita.

Giunto a Mosca sotto le spoglie di un mago accompagnato da un bizzarro corteo di diavoli aiutanti, Satana sconvolge la pigra routine della capitale sovietica. Alle tragicomiche sventure di piccoli funzionari e mediocri burocrati della vita e dell’arte, fa da contrappunto la magica storia d’amore tra uno scrittore, il maestro appunto, e Margherita, la sua inquieta e tenera amante.

———–

ANTICIPAZIONI 2018

L’intero cartellone della stagione 2018 verrà presentato in seguito ma oggi possiamo già anticipare due titoli internazionali che saranno presenti sul palcoscenico della Trionfo: Battlefield adattamento e regia di Peter Brook e Marie Hélène Estienne in scena dal 2 al 4 marzo e la Familie Floz con il loro nuovo spettacolo Dr.Nest dal 12 al 14 aprile.

A distanza di trent’anni dal suo Mahabharata, opera memorabile e monumentale, il maestro della scena internazionale Peter Brook torna sul palcoscenico con il celebre poema epico indiano, uno dei testi fondamentali della religione induista. Nel 1985 la sua messinscena sconvolse il Festival di Avignone. Oggi, con Battlefield, Brook prova a far rivivere una storia di violenza e rimorso che interroga il nostro tempo e riflette i conflitti che straziano il nostro mondo. Non un semplice racconto, ma una guerra di sterminio che si consuma tra fazioni della stessa famiglia dei Bharata. Una storia universale che ci insegna ancora, inaspettatamente, ad aprire gli occhi di fronte alle realtà che la vita ci presenta.

La Familie Flöz, che ci ha portato spettacoli come Ristorante Immortale e Infinita, ritorna a distanza di un anno con Dr. Nest. Con il nuovo spettacolo Familie Flöz ritorna alla maschera. Con essa e grazie ad essa la compagnia analizza l’enigmatica cartografia del cervello e le torbide profondità dell’animo umani. Prendendo ispirazione dalle storie paradossali del neurologo e scrittore britannico Oliver Sacks, la compagnia spalanca le porte di una casa di cura rivelando ai visitatori i mondi bizzarri dei suoi abitanti – e del personale. Movimento, spazio, parola, luce e suono creano una narrazione della fragilità del destino umano tanto tragica quanto comica. …da un punto di vista fisiologico, noi non differiamo molto l’uno dall’altro; storicamente, come racconti, ognuno di noi è unico.” Oliver Sacks

———–

PROGETTI e INIZIATIVE

Abilità al plurale è un progetto in collaborazione con Isforcoop rivolto a persone con disabilità medio-lieve di tipo fisico, psichico, relazionale, sensoriale. Operazioni finalizzate alla realizzazione di interventi integrati per favorire l’inserimento socio lavorativo di soggetti a rischio di emarginazione sociale Il numero massimo dei partecipanti è di 40 (dieci per ogni laboratorio: musicale, teatrale, sportivo, cinematografico) e i posti saranno assegnati in base all’ordine di arrivo delle schede. In caso di eccedenza di segnalazioni, verrà creata una lista di riservatari per ciascun laboratorio.

Ask è un progetto selezionato tra i vincitori di “Open 2017 – Nuovi pubblici per la cultura”, istituito dalla Compagnia di San Paolo per stimolare la sperimentazione e la ricerca sull’Audience Development con ASK-Audience Specific Keys un progetto che si rivolge a un pubblico che non segue e non frequenta abitualmente il mondo del teatro e cerca di capire l’efficacia o i limiti della comunicazione culturale.

Il 21 ottobre ospitiamo anche un evento TEDx dal tema “What matters?”. TED è un’organizzazione no profit che ha come obiettivo diffondere idee di valore. Cominciata come una conferenza di 4 giorni in California (USA) 25 anni fa, TED è cresciuta per sostenere le idee che cambiano il mondo con diverse iniziative. La conferenza annuale di TED invita i migliori pensatori e creatori del mondo a parlare per 18 minuti. Il loro discorso è poi reso disponibile gratuitamente su TED.com. Sul palco del Teatro della Tosse si succederanno speakers fuori dal comune per proporre le loro idee in risposta a questa semplice ma potente domanda.

Altro appuntamento unico è quello con il progetto Hamlet in Rebibbia – live streaming dall’Auditorium di Rebibbia ai Teatri Italiani e sul web in diretta full HD nell’ambito della Festa del Cinema di Roma. una sintesi innovativa fra le istanze di recupero sociale dei detenuti attraverso l’esperienza artistica, il massimo coinvolgimento del pubblico e della società civile e la disponibilità delle più avanzate tecnologie di comunicazione. Sono coinvolti 25 detenuti-attori del Teatro del carcere, nella rivisitazione della più celebre opera di Shakespeare, con regia teatrale, regia video in diretta full-HD, proiezione in teatri ed auditorium su scala nazionale. Oltre al nostro teatro al Progetto hanno aderito: RomaAuditorium Parco della Musica; Cagliari – Teatro Massimo; Nuoro – Teatro Eliseo; Monza – Teatro Binario 7; Napoli – Teatro Bellini. Queste sale ospiteranno la diretta streaming full-HD del nuovo spettacolo della Compagnia di Rebibbia Hamlet, per la regia di Fabio Cavalli e la regia video live di Gianluca Rame; direttore della fotografia Paolo Modugno.

Inoltre la Tosse è entrata a far parte della rete Premio Lettera 22, concorso rivolto agli under 36,

giornalisti e studenti universitari, che vogliano accettare una sfida: creare nuovi modelli di critica giornalistica aggiornati alle forme della comunicazione contemporanea. Sostenuto da Fondazione Cariplo e dall’Università degli Studi di Padova–Dipartimento Studi Linguistici e Letterari, patrocinato dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti e dal DAMS dell’Università di Padova, dall’Università degli Studi di Milano-Dipartimento Beni Culturali e Ambientali e dall’AGIS, il bando è in uscita a ottobre 2017. La fase finale si svolgerà da giugno a ottobre 2018 nell’ambito di otto festival internazionali di teatro e danza (Primavera dei Teatri, Colline Torinesi, Scene di paglia, INTEATRO Festival, OPERAESTATE Festival Veneto, Short Theatre, MILANoLTRE, VIE Festival).

Un’anticipazione anche sulla X rassegna LaClaque in Agorà che ospiterà il CyBorg Film Festival, che da dieci anni presenta in giro per l’Italia un concorso di cortometraggi dedicati alla fantascienza e all’animazione oltre che all’innovazione tecnologica.

Il concorso cortometraggi e nuovi territori parte in UMBRIA per poi proseguire in TOSCANA e chiudere con una maratona di proiezioni a La Claque del Teatro della Tosse. Il Festival sarà in Liguria con Patrocinio dell’Istituto Italiano di Tecnologia. A confermare l’internazionalità del CyBorg Film Festival, i cortometraggi che vedremo sul grande schermo provengono da Brasile – Argentina – Iran – Spagna – Irlanda – Germania – Belgio – Austria – Estonia – Stati Uniti – Francia – Messico – Repubblica Ceca – Cina – Lituania – Portogallo – Marocco – Iraq – Svizzera – Danimarca – Canada – Paesi Bassi – Turchia – Regno Unito – Moldavia – Croazia – Grecia – Lettonia e naturalmente Italia e saranno godibili in lingua originale. Dal 13 al 15 ottobre.

Il 16 e 17 dicembre si inaugura anche la prima edizione di MIZAR – BOUTIQUE LIBRARIA POP UP. Insieme alla Tosse sono coinvolte in questa iniziativa le case editrici Grrrz e Sido,  la libreria Falso Demetrio e  il collettivo Bliĉ Vor. Nello storico laboratorio in cui Lele Luzzati ha dato vita a tanti dei suoi scenari fiabeschi, una foresta incantata di libri nascerà per un giorno e una notte. Incontri con editori e autori, una ricca selezione di titoli, un packaging esclusivo creato per l’occasione. Parole, consigli e visioni dal mondo della letteratura e dell’illustrazione. Un giorno e una notte per scoprire e condividere la migliore editoria italiana di oggi.

———–

CARTELLONE

5 e 6 Ottobre

Giardini Luzzati – Campo Galleano

CALCIO D’INIZIO Pier Paolo !

Giorgio Barberio Corsetti – produzione Fattore K

****

7 Ottobre

#Desbelinity

I Pirati dei Caruggi

Balbotin – Bianchi – Casalino – Ceccon

****

10-20 Ottobre

Teatro della Tosse

PRIMA NAZIONALE

Disgraced

Di Ayad Akhtar

Regia di Jacopo Gassman

Teatro della Tosse/ Teatro di Roma, Teatro Nazionale

****

26 Ottobre

Nessuna voce dentro

di e con Massimo Zamboni

con Angela Baraldi e Cristiano Roversi

collaborazione a regia e drammaturgia di Mariano Dammacco

fonica e luci Simone Filippi

****

25 e 27 Ottobre

Giovanna detta anche Primavera

di Valentino Mannias

con Valentino Mannias, Luca Spanu, Giaime Mannias

regia Valentino Mannias

produzione Sardegna Teatro con il sostegno della Rete #giovanidee

****

28 e 29 Ottobre

Moi

liberamente tratto dalla Corrispondenza di Camille Claudel

di Chiara Pasetti
regia di Alberto Giusta
Associazione Culturale “Le Rêve et la vie” – Fondazione Luzzati/Teatro della Tosse

****

30 ottobre

Hamlet in Rebibbia

dall’Auditorium di Rebibbia ai Teatri Italiani e sul web in diretta full HD

nell’ambito della Festa del Cinema di Roma

da W. Shakespeare

Traduzione, adattamento e regia di Fabio Cavalli

Regia video di Fabio Cavalli e Gianluca Rame

****

31 Ottobre al 5 novembre

Andy Warhol Superstar

Regia Laura Sicignano

Teatro della Tosse – Teatro Cargo

****

5 novembre

Lettere dalla notte

liberamente tratto dai testi di Nelly Sachs

con Chiara Guidi e il coro degli studenti

produzione Societas in collaborazione con Elena di Gioia/Liberty

****

14-19 Novembre

PRIMA NAZIONALE

Amletto

Regia di Emanuele Conte

Teatro della Tosse

****

22-25 Novembre

Città Inferno

regia e partiture fisiche Elena Gigliotti

una produzione di Cardellino srl/ Fondazione Luzzati Teatro Della Tosse/ nO (Dance first. Think Later)

****

Novembre /Dicembre

RESISTERE E CREARE – Rassegna di danza III edizione

Direzione artistica: Michela Lucenti

****

14 – 17 Dicembre

Io non ho mani che mi accarezzano il viso

Francesca Macrì e Andrea Trapani

Teatro della Tosse / Fattore K /Teatro dell’Elfo / Compagnia Biancofango.

****

19 – 20 dicembre

L’annuncio a Maria

di Paul Claudel

regia Paolo Bignamini

produzione ScenAperta Altomilanese Teatri – DeSidera Teatro&Territorio

in collaborazione con Teatro de Gli Incamminati e Compagnia Lombardi Tiezzi

****

21-23 dicembre

Banana split

testo di Davide Lorino ed Elisabetta Mazzullo

liberamente ispirato a Due ragazzi e una ragazza di Tobias Wolff

regia di Elisabetta Mazzullo

****

31 Dicembre

ANTEPRIMA NAZIONALE

Il Maestro e Margherita

Emanuele Conte / Michela Lucenti

Teatro della Tosse / Balletto Civile

———

ABBONAMENTI

Ogni tre mesi potrai scegliere di caricare sulla Tosse Card un abbonamento che ti permetterà di assistere agli spettacoli programmati a un prezzo molto vantaggioso.

PASS OTTOBRE – DICEMBRE
60 €

Per assistere a 10 spettacoli nelle stagioni In Trionfo e Cantiere Campana.
Il Pass non è utilizzabile sugli spettacoli in cui espressamente indicato fuori abbonamento. Il Pass è nominale, non cedibile.

PASS X DUE OTTOBRE – DICEMBRE
100 € (80 € PER CHI ACQUISTA ENTRO IL 31 OTTOBRE 2017)

Come il Pass Ottobre – Dicembre ma utilizzabile anche in due. Per un massimo di 10 ingressi. 

PASS OTTOBRE – DICEMBRE UNDER 28
40 €

Come il Pass Ottobre – Dicembre ma limitato a 5 spettacoli e riservato ai giovani fino a 28 anni d’età. 

PASS STUDENTI SCUOLE SUPERIORI
20€

Per assistere a tre spettacoli a scelta tra quelli proposti nella programmazione da ottobre ad aprile.
Il Pass Studenti è nominale, non cedibile. Valido per studenti delle scuole superiori.

——-

PASS ANTEPRIME 2018

30€

In esclusiva per chi ha acquistato un Pass ottobre-dicembre o un Pass x 2 ottobre-dicembre. Il Pass anteprime consente di assistere a tre spettacoli del 2018: Il Maestro e Margherita (Teatro Tosse/Balletto Civile 6-10 febbraio); Battlefield (Peter Brook 2-4 marzo; Dr. Nest (Familie Flöz 12-15 aprile).

LEAVE A REPLY