Fondazione Teatro Nuovo presenta “Il gesto e l’anima”, la 39esima Stagione di Danza e Arti Integrate al Teatro Nuovo di Torino

0
85
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il Gesto e l’anima 2017/18 conferma l’impegno a dare spazio alle voci della danza e della creazione multidisciplinare di oggi, a rinsaldare un legame profondo col pubblico che ama e frequenta la danza da sempre e a raggiungere nuovi pubblici. E attinge ai presupposti dai quali è nato: il “Gesto”, nel suo significato espressivo, rituale, virtuosistico e interpretativo; l’“Anima” e il suo desiderio di uscire allo scoperto. Questo lo spirito con cui Mario Pasi, l’illustre critico del Corriere della sera, contribuì a coniare il nome per la nascente iniziativa e questi i motivi ispiratori di una stagione che punta i riflettori su bellezza artistica, ricerca e agonismo culturale, caratterizzata dalla presenza di grandi ospiti e di creatori inediti.

La 39ª stagione, infatti, si inserisce nel progetto globale della Fondazione Teatro Nuovo e trae linfa dalle caratteristiche che sono proprie di questa “cittadella di danza e d’arte”, viva nella promozione della cultura coreutica e della commistione tra le arti. La proposta spettacolare parte da una visione della danza come messaggera di vita, capace di interpretare anche la diversità, la malattia, la morte e le dimensioni altre in un aperto dialogo che, grazie al contributo di tutti i soggetti coinvolti nella programmazione e a un rapporto di complicità e relazioni, conduce alla costituzione di una “comunità narrativa”.

 

Teatro Nuovo – sabato 11 novembre ore 21 – PRIMA ASSOLUTA

 

BIRNBAUM TEATRO E ASS. LIRICA FRANCESCO TAMAGNO

con il corpo di ballo del Liceo Coreutico Germana Erba

Macbeth #homoinstabilis

Febe Gili Una bambina – Carmelo Cancemi Ross – Antonio Careddu Malcolm- Piero Cardano Banquo

Giuseppe Raimondo (tenore) Macduff – Chiara Poletti Lady Macbeth – Stefania Spaggiari (soprano) Lady Macbeth

Matteo Anselmi Macbeth – Enrico Marrucci (baritono) Macbeth

Scene Erik Saglia – Aiuto regia e Costumi Viola Sartoretto – Grafica e foto Valentina Mameli

Maestra del coro Angelica Frassetto – Pianista Sergio Merletti

 

Nuova linfa al teatro dei giovani! Un gruppo di giovani artisti torinesi, diplomati in questi anni al Liceo Germana Erba, si è riunito in forma associativa e con molta determinazione, per realizzare un sogno comune: formare una compagnia autonoma e innovativa, dedicandosi ad un repertorio di nuove creazioni tra teatro e opera lirica, all’insegna di una qualificata azione produttiva.

La compagnia “Birnbaum teatro”, formata da cantanti lirici, attori, registi, scenografi e costumisti è capitanata da Giuseppe Raimondo, cantante lirico, Matteo Anselmi, attore, che sono anche insieme i registi del nuovo allestimento e dallo scenografo Erik Saglia, tutti uniti in una nuova forma di sperimentazione teatrale multidisciplinare. Prima opera in cantiere, “Macbeth #Homoinstabilis” che contamina il capolavoro Shakespeariano e quello di Giuseppe Verdi per una rappresentazione del dramma attraverso linguaggi diversi: parola, musica, canto, arti visive si intrecciano all’insegna di una contaminazione che rende attuale il contenuto drammaturgico. La loro iniziativa nasce e prende le mosse dal Teatro Nuovo di Torino che, accogliendo il lavoro della nuova “confraternita” artistica, si è trasformato più che mai, in un vero e proprio crogiolo operativo di giovani ormai qualificati professionisti.

L’iniziativa, sostenuta anche dall’Associazione Ex Allievi Teatro Nuovo Liceo Germana Erba insieme all’ “Associazione Artisti Lirici Torinesi Francesco Tamagno” e alla compagnia torinese “ Resina”, ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Torino e, dopo il debutto in prima nazionale nell’ambito della Stagione “Il Gesto e l’Anima” sarà ospite di altri teatri italiani e di alcuni festival estivi 2018

 

 

Teatro Nuovo – sabato 02 dicembre ore 21 – sabato 14 aprile ore 21

 

FONDAZIONE TEATRO NUOVO E LICEO GERMANA ERBA COREUTICO TEATRALE

Il Liceo in palcoscenico

a cura di Girolamo Angione, Antonio Della Monica, Angelo Galeano, Luciano Caratto, Patrizia Pozzi, Nurka De Saa, Maria Elena Fernandez, Marisa Milanese, Daniela Chianini, Franca Dorato, Gianni Mancini, Gabriele Bolletta

 

II Liceo Germana Erba così ribattezzato su espressa richiesta di docenti, allievi e sostenitori nel nome prestigioso della sua lungimirante ideatrice e creatrice, celebra i suoi 20 anni di attività nella magica sede del Teatro Nuovo con una serie di eventi che proseguono per tutta la stagione 2017/18.

Ad ogni appuntamento il Liceo mette in scena i suoi giovani talenti, sia dell’area coreutica che teatrale, spesso riuniti nell’esecuzione di pagine del grande repertorio o di nuove creazioni: brani teatrali si alternano a scene coreografiche classiche e contemporanee, con ampie aperture a quadri di grandi musical rigorosamente eseguiti dal vivo. Di volta in volta, viene proposta una vera e propria kermesse che vede oltre duecento giovani impegnati in un saluto e in una seria dimostrazione di lavoro, ma in forma di piacevole spettacolo, rivolta alle famiglie, agli operatori del settore e agli appassionati di teatro.

Nel corso dell’anno scolastico il Liceo Germana Erba parteciperà inoltre a numerose manifestazioni culturali della città in collaborazione con enti convenzionati del mondo culturale, sociale e scolastico. Fin dal primo giorno di scuola infatti si lavora ai traguardi e ai casting per gli spettacoli che vedono gli allievi inseriti accanto ai professionisti della Compagnia Torino Spettacoli.

 

Teatro Nuovo – da giovedì 14 a sabato 16 dicembre ore 21 PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

 

TEATRO VERDI DI MONTECATINI presenta

RUSSIAN STARS & MOSCOW CLASSICAL STATE BALLET BY TITOVA

Lo schiaccianoci

coreografia Mikhail L. Lavrovsky, Andreij Mercuriev, Sofia Gaidukova, Irina A. Lazareva – musica P. I. Tchaikovsky

 

Per la prima volta in Italia, arrivano i Russian Stars, ovvero alcune delle stelle più rappresentative della danza classica russa unite da Liudmila Titova, etoilè e produttrice, all’organico del Moscow State Classical Ballet, una delle più prestigiose compagnie di balletto classico di tutta la Russia, conosciuta ed apprezzata a livello internazionale. Grazie all’alto livello artistico e alla qualità del repertorio espresso dalla Compagnia, Lo Schiaccianoci esprime al meglio lo splendore della secolare tradizione russa nel balletto classico e, con la bellezza e l’eleganza dei propri danzatori, riesce a coinvolgere ed ammaliare il pubblico di ogni nazione.

 

Teatro Nuovo – da martedì 26 dicembre a domenica 7 gennaio –  PRIMA ASSOLUTA

SONICS

Steam

coreografie Sonics – scene Cristiano Spadavecchia

Nasce espressamente al Teatro Nuovo di Torino la Steam Experience, il nuovo progetto firmato Sonics da vivere e vedere. Molto più di una produzione teatrale, “Steam” offre la possibilità di vivere lo spettacolo a 360° e di godere dei vari spazi del Teatro Nuovo che, per l’occasione, saranno trasformati nel regno “Steam”.

Il foyer e la grande sala teatrale saranno allestite con le magnifiche scenografie di ispirazione  steampunk – corrente artistica e riferimento iconografico dell’ultima creazione Sonics – disegnate da Cristiano Spadavecchia. A cominciare dalla “Steam Lounge”, fantastico scenario che trasforma la grande Hall in una stazione senza tempo, dove bizzarri ed eccentrici personaggi, carichi di bagagli, storie e avventure, daranno vita ad una serie di “incursioni” acrobatiche, animando quello che sarà un vero proprio aperitivo pre-spettacolo. Tra colpi di scena, momenti rocamboleschi e grandi quadri visuali e acrobatici in vero “stile Sonics”, l’avventura proseguirà poi con lo “Steam Show” nella grande sala teatrale, trasformata per l’occasione in un grande set avveniristico.  Ma anche quando lo spettacolo sarà finito, per lo spettatore non è ancora l’ora di tornare alla realtà: fuori dalla sala teatrale, avrà inizio una vera notte “Steam”. “Steam Party” è l’after-show per continuare a sognare e ballare in compagnia del Dj Set di Fabrizio di Lorenzo e di tante altre sorprese!

 

Teatro Erba –martedì 06 febbraio

LUCIANA SAVIGNANO e EMANUELA TAGLIAVIA in

Luminare Minus – Funambolia

coreografia Emanuela Tagliavia – musica Giampaolo Testoni

video Davide Montagna e Giuseppe De Angelis – costumi Lou Antinori – lightdesigner Andrea Giretti

LUMINARE MINUS da un’idea di Mauro Bonazzoli

(I costumi di Luciana Savignano sono ideati e realizzati dall’atelier di Federico Sangalli, Milano..)

C’è al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia un prezioso frammento di pietra lunare; nasce da lì l’idea di Luminare Minus: fondere arte, scienza e nuove tecnologie in uno spettacolo di danza, musica e videoproiezioni, espressamente pensato per la partecipazione straordinaria di Luciana Savignano.

Attraverso le sue fasi, dalla luce al buio e ancora alla luce in eterno divenire, la Luna mostra alla terra le sue facce differenti: quella splendente della luna piena, che esprime la magia del mito di Selene, e dove Galileo lesse col telescopio le sue rivoluzionarie teorie; e quella ombrosa e nascosta della Luna calante, che rimanda al regno delle ombre, al regno di Ecate, Tra mito e scienza, la coreografia evoca gli intrecci amorosi di Selene, Luna Piena e luminosa, e di Ecate, regina delle ombre e dell’ambiguità, immaginandone la zona oscura come una donna a tre teste. Nella Luce Cinerea si inseguono la circolarità del globo lunare, mentre il movimento dei corpi è attratto dalla sospensione del peso, dall’assenza di attrazione gravitazionale e dalla rarefazione estenuata e sensuale dei contatti fisici tra materia diversa.

 

FUNAMBOLIA

Funambolia è una coreografia che nasce dalla collaborazione tra Luciana Savignano e un gruppo di danzatori che, insieme, danno vita a un bizzarro gruppo familiare che di generazione in generazione, tramanda quest’arte senza soluzione di continuità. Una traccia narrativa è fornita da Neve, la protagonista di un delicato racconto di Maxence Fermine che fonde  poesia e funambolismo in atmosfere rarefatte. Neve è una donna dalla pelle bianca come la neve, “la cui vita segue una sola linea retta”, una donna “leggera come un uccello”, sempre in equilibrio su una fune. La metafora della fune rimanda poi alla vita, al gioco, al sentiero terreno degli amanti. Come suggerisce Philippe Petit nel suo Trattato sul funambolismo, “quando i carpentieri in legno iniziano a costruire un ponte, quando i maghi esibiscono una cordicella sul palco, quando i bambini giocano al tiro alla fune, quando i clandestini installano un cavo, c’è sempre un momento in cui il filo penzola liberamente tra due punti e sorride”

 

Teatro Nuovo – sabato 17 febbraio ore 21

BALLETTO DI MILANO

Il lago dei cigni

coreografia Teet Kask – musica P. I. Tchaikovsky – scenografia Marco Pesta – costumi Akos Barat

Una nuova esclusiva emozionante versione de Il Lago dei cigni, il balletto di repertorio classico per eccellenza. Sotto il chiaro di luna, sulle rive di un lago misterioso, il Principe Siegfried incontra Odette, la donna-cigno sotto incantesimo e, affascinato dalla sua bellezza, le giura amore eterno. Il principe si accorgerà troppo tardi che il destino ha in serbo altro per lui. Tutta la magia del “Lago” in una produzione preziosa e affascinante.

 

Teatro Nuovo – venerdì 23 febbraio ore 21

IL TEATRO VERDI DI MONTECATINI TERME e BIG ONE PROJECT presentano

BIG ONE – The European Pink Floyd show

“In The Flesh Tour 1977 /2018”
Leonardo de Muzio: Lead guitar and vocals – Luigi Tabarini: Bass and Vocals – Federico Caldaba: Rhythm Guitar

Stefano Raimondi: Drums and Percussion – Stefano Righetti: Hammond Organ, Synt and Vocals

Claudio Pigarelli: Piano and Synt – Special Guests: Marco Scotti: Saxophone Debora Farina: Backing Vocals
Elisa Cipriani: Backing Vocals

 

Oltre due ore e mezza di musica, con luci ed effetti speciali, per uno spettacolo unico nel suo genere, che vi farà rivivere l’emozione di un vero concerto dei Pink Floyd come solo la più famosa e rappresentativa Tribute band per la musica floydiana poteva fare… I Big One! Nella prima parte di questo spettacolo i BIG ONE riportano in scena, a 40 anni dal suo debutto, il mitico concerto realizzato dai Pink Floyd nel 1977  e denominato “In The Flesh Tour” (noto anche come “Animals Tour”). Come scriveva il New Music Express – una delle più autorevoli riviste musicali inglesi,  “… E’ uno dei più estremi, implacabili, strazianti e iconoclasti album della storia della musica contemporanea”. Lo spettacolo dei BIG ONE è frutto di una ricerca maniacale di strumenti e partiture originali e, soprattutto, di un attento studio dei concerti live della band. Allo scopo di riprodurre nel modo più fedele sonorità e arrangiamenti dei Pink Floyd si utilizzano strumenti vintage e, come nei veri concerti dei Pink Floyd, i video dell’epoca sono proiettati su schermo circolare. La perizia nell’esecuzione dei brani, la fedeltà degli arrangiamenti e la cura per l’aspetto visivo e spettacolare permettono al pubblico di vivere una indimenticabile “Pink Floyd experience “.

 

Teatro Nuovo – venerdì 02 marzo ore 21

COMPAGNIA NAZIONALE RAFFAELE PAGANINI

La bella addormentata

coreografia Luigi Martelletta – musica P. I. Tchaikovsky

 

Le fiabe tradizionali sono fonte inesauribile di suggestioni e riflessioni sulle trasformazioni. Così Luigi Martelletta, attraverso il suo linguaggio neoclassico, ha creato un balletto che pur non tralasciando gli aspetti più noti della fiaba e la delicatezza della vicenda onirica, propone una chiave di lettura più moderna, più attuale. Ad esempio le fate, complici e diffidenti l’una dell’altra, sono un unico “ensemble” di passione, caos e razionalità. La fata cattiva (rappresentata in realtà da un danzatore en travesti) è unica, credibilissima nel suo essere sopra le righe, elegantissima, “femmina” e cattiva al punto da non far paura perché inesistente in natura agli occhi di un bambino

 

Teatro Nuovo – sabato 03 marzo ore 21

FONDAZIONE TEATRO NUOVO e LICEO GERMANA ERBA COREUTICO TEATRALE

Un anno in musical

a cura di Girolamo Angione, Antonio Della Monica, Angelo Galeano, Luciano Caratto, Patrizia Pozzi, Nurka De Saa, Maria Elena Fernandez, Marisa Milanese, Daniela Chianini, Franca Dorato, Gianni Mancini, Gabriele Bolletta

 

Per questa serata gli allievi del Liceo Germana Erba Coreutico e Teatrale saranno protagonisti di un brillante spettacolo interdisciplinare di danza, canto, recitazione e musical per testimoniare, come di consueto, l’appassionato lavoro di allievi e docenti del Liceo Germana Erba, che si è qualificato negli anni come una eccellenza assoluto nel campo della formazione a 360° per lo spettacolo dal vivo.

Saranno proposte celebri pagine coreografiche di balletto classico; e nuove composizioni coreografiche appositamente create per tutte le classi. Alle scene danzate si alterneranno quadri teatrali,  scene da testi classici di tutti i tempi e in omaggio ai grandi musical gli allievi interpreteranno celebri brani coreografici e musicali. Concluderà la serata una grande esibizione corale, che vedrà riuniti in scena tutti gli allievi delle due sezioni dal 1°al 5°anno.

 

Teatro Nuovo – venerdì 23 e sabato 24 marzo ore 21– PRIMA ASSOLUTA

OFF BROADWAY presenta

Otello – L’ultimo bacio

musiche Fabrizio Voghera – liriche Francesco Antimiani e Fabrizio Voghera

coreografie Wayne Fowkes e Tony Lofaro – regia Wayne Fowkes

“Otello – L’ultimo bacio” è il titolo del nuovo musical con musica e testi originali in cui rivive il dramma shakespeariano. il dubbio e la gelosia di Otello, la perversione mentale di Iago, l’amore di Desdemona sono le coordinate che tracciano la rotta di questo viaggio musicale, frutto di un sincero desiderio espressivo. A portare in scena questo nuovo musical è la maggior parte del team artistico di Notre Dame de Paris che, dopo diversi anni di esperienza condivisa sui palchi più belli d’Italia di fronte ad oltre due milioni e mezzo di spettatori, ha deciso di riunirsi per continuare a far sognare il pubblico, raccogliendo il guanto di questa nuova sfida: due ore intense di meravigliose musiche e poesia affidate al canto di straordinari interpreti e al movimento di fantastici ballerini e acrobati.

 

Teatro Nuovo – giovedì 29 marzo ore 21

18° TANGO TORINO FESTIVAL

Tango y nada más

direzione coreografca Marcela Guevara y Stefano Giudice

 

L’international Tango Torino Festival giunge alla sua diciottesima edizione, con la produzione dello spettacolo Tango y nada màs , che debutterà al Teatro Nuovo di Torino. In scena le più grandi star del tango argentino contemporaneo uniti in uno spettacolo emozionante, che
intreccia i differenti stili di musica e danza, con la messa in scena di coreografie di assolo e di gruppo intervallate da armonie tradizionali e poi moderne intorno allo strumento del Bandoneon.

 

Teatro Nuovo – venerdì 06 aprile ore 21

BALLETTO DEL SUD

Carmen

coreografia Fredy Franzutti – musica Bizet, Albéniz, Chabrier, Massenet – scene Francesco Palma

da un racconto di  Prosper Mérimée

La trasposizione coreografica che Fredy Franzutti ha ricavato dalla celebre opera di Bizet è uno dei titoli di maggior successo del “Balletto del Sud”, compagnie di danza molto apprezzata nel panorama nazionale.

Come nelle più importanti produzioni teatrali e cinematografiche contemporanee, anche la coreografia si questo balletto fa riferimento ai temi fondamentali dell’opera quali il fato, il destino avverso, la superstizione, la passione, il tradimento, la gelosia, fino all’omicidio d’onore, collocandoli in una Spagna che rivive nella dimensione esotica della musica e nel fascino delle sue tradizioni popolari.

Scene a trasformazione e accattivanti costumi, citazione del mondo operistico, hanno contribuito al successo dello spettacolo che ha avuto più di 100 repliche nei più prestigiosi teatri e festival internazionali.

 

 

Teatro Nuovo – mercoledì 18 aprile ore 21

BALLET FLAMENCO ESPANOL

Bolero di Ravel – Zapateado De Mozart

coreografia Juan Manuel Carrillo e Luis Ortega

 

Nata alla fine del 1998, la Compagnia di Flamenco JUANMA ha subito ottenuto notevoli apprezzamenti di pubblico e di critica. In particolare, nel Bolero di Ravel la Compagnia opera la fusione di due stili: quello della danza spagnola e del flamenco, che viene esaltato fino alla sua massima dimensione espressiva, in uno spettacolare connubio di forza e movimento, tra ritmo e luci.

Anche nello Zapateado de Mozart il chitarrista Jeronimo Maya segue la tradizione dei grandi concertisti di chitarra flamenca e propone la sua personale versione espressiva di chitarra solista. La coreografia, ricca di ritmo, accenti e battute di arresto, è affidata a differenti solisti, in un gioco di gambe e di luci che si sviluppa dalle note e raggiunge il più travolgente virtuosismo spettacolare.

Teatro Nuovo – venerdì 20 aprile ore 21

GOOD VIBRATIONS ENTERTAINMENT

Il mio canto libero – Omaggio a Battisti e Mogol

voci Fabio “Red” Rosso, Joy Jenkins e Michela Grilli – pianoforte e direzione musicale Giovanni Vianelli

chitarre Emanuele “Graffo” Grafitti e Luigi Di Campo – basso e programmazione computer  Alessandro Sala

batteria Jimmy Bolco –  percussioni e batteria  Marco Vattovani – tastiere Luca Piccolo

video Francesco Termini – ingegnere del suono Ricky Carioti

Canto Libero: non un semplice concerto ma un grande spettacolo che rende omaggio al periodo d’oro della storica accoppiata Mogol – Battisti.

Affidato ad un ensemble di affiatati musicisti, lo spettacolo non si limita alla semplice esecuzione di cover di grandi successi del celebre “duo”, ma rilegge gli originali alla luce della personalità e della sensibilità musicale di “questo gruppo straordinario” (come l’ha definito lo stesso Mogol), capace di far emergere tutta l’anima blues e rock che questo artista aveva molto forte dentro di sé.

Spiega Fabio “Red” Rosso, il frontman della band: «Dopo aver studiato molto la sua musica, Battisti mi ha sorpreso ancor di più. Secondo me, è stato il più grande artista che abbia mai attraversato il panorama musicale italiano, per quantità e qualità di brani. E poi, io amo anche la sua voce. Quando sono sul palco, ho grande rispetto per quel che faccio, intendo nei suoi confronti, e spero sempre di farlo al meglio. Di certo ci metto tutto me stesso. E spero di trasmetterlo al pubblico. Non mi sono accontentato di fare delle belle cover di pezzi straordinari. Ho studiato lo spettacolo nei minimi dettagli, nulla è lasciato al caso, arrangiamenti curatissimi, dinamiche e scenografie, videoproiezioni. Insomma, ci abbiamo messo il cuore».

 

INFO e BIGLIETTERIE

FONDAZIONE TEATRO NUOVO

Torino, corso Massimo D’Azeglio 17 – tel. 011.6500211 – nuovotnt@tin.itwww.teatronuovo.torino.it

Biglietti e abbonamenti in vendita anche presso Torino Spettacoli:

TEATRI ERBA – Torino, corso Moncalieri 241, tel 011/6615447

GIOIELLO – Torino, via Colombo 31, tel 011/5805768

ALFIERI – Torino – piazza Solferino, 4 – tel 011/5623800

ACQUISTO ONLINE www.vivaticket.it

 

LEAVE A REPLY