Residenza Cremona Barocca

Workshop di perfezionamento di musica antica dal 14 al 18 maggio al Teatro A. Ponchielli, Cremona

0
170
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il Teatro A. Ponchielli organizza, nell’ambito del Monteverdi Festival 2018, una RESIDENZA di musica antica, con l’intento di approfondire il repertorio del ‘600 e ‘700 italiano, secondo una prassi esecutiva storicamente informata.

Il Maestro Alessandro Tampieri, spalla del rinomato ensemble Accademia Bizantina, terrà il workshop dedicato ai Concerti Grossi op. 6 di Arcangelo Corelli e alla scuola romana.  

Ben trenta domande sono giunte al Teatro Ponchielli per aderire al progetto e sono 13 i giovani musicisti selezionati di età compresa tra i 18 e i 30 anni che vi parteciperanno e provenienti da diverse città italiane (Foggia, Bari, Milano, Roma, Catania, Livorno) ma anche dall’estero: Portogallo, Svizzera, Giappone, Estonia, America.

Il workshop vedrà impegnati i ragazzi da lunedì 14 a venerdì 18 maggio e si concluderà con un concerto finale, inserito nel Monteverdi Festival, che si terrà sul Palcoscenico del Teatro Ponchielli (ore 21.00).

Ingresso al concerto € €5,00 (posto unico); info biglietteria (10.30-13.30 e 16.30-19.30) tel 0372 022001/02; biglietteria@teatroponchielli.it 

Qui sotto i nominativi dei ragazzi selezionati che partecipano al wokshop:

Abel Balasz, Sara Meloni, Tommaso Toni, Melissa Jõesaar, Giuseppe Corrente, Dario Emanuele Carlo Militano, violino                                          

Jamiang Santi, Emma Ascoli, viola                                    

Aliya Bakieva, violoncello 

Peter Ferretti, contrabbasso                                   

Lorenzo Abate, tiorba                                  

Nicolò Pellizzari, Cecilia Valleverdina Della Vista, clavicembalo

——

ALESSANDRO TAMPIERI

Violinista, ma anche eccezionalmente chitarrista e liutista, ha iniziato gli studi musicali nella propria città natale, Ravenna, entrando a far parte giovanissimo di Accademia Bizantina. Ha svolto attività concertistica come solista, camerista, in orchestra sinfonica e d’opera (Filarmonica e Teatro Alla Scala) dedicandosi anche alla musica contemporanea con collaborazioni con Luciano Berio e Azio Corghi per registrazioni discografiche e prime esecuzioni. L’identificazione nel linguaggio musicale sei-settecentesco e una spiccata attitudine all’improvvisazione, lo hanno poi portato a dedicarsi prevalentemente a tale repertorio come violinista. Ha collaborato e collabora con Il Giardino Armonico, Divino Sospiro (Lisbona), Accademia Montis Regallis, L’Arpeggiata, Artaserse (Philippe Jaroussky), Imaginarium e Suonar Parlante. Si esibisce regolarmente nelle più prestigiose stagioni e festival di musica antica europei e americani. Ha effettuato registrazioni per Teldec, Decca, Naive, Harmonia Mundi, Hyperion, Virgin e per le principali radio europee e nordamericane. Dal 2011 è Concertmaster dell’Accademia Bizantina. È docente presso il Conservatorio di Musica di Monopoli. Suona un violino costruito nel 2014 da Marco Minnozzi.

LEAVE A REPLY