Il Teatro dell’Orsa ospite del mitico Andersen Festival di Sestri Levante

La Compagnia reggiana guidata da Monica Morini e Bernardino Bonzani sarà protagonista di uno spettacolo e di racconti intrecciati all’ombra di un fico il 9 e 10 giugno

0
307
Condividi TeatriOnline sui Social Network

La Compagnia reggiana guidata da Monica Morini e Bernardino Bonzani sarà protagonista di uno spettacolo e di racconti intrecciati all’ombra di un fico.

È una storia che dura da 51 anni, quella del Premio H.C. Andersen, il primo dedicato alla fiaba nel nostro Paese. L’omonimo Festival, invece, è nato 21 anni or sono.

Di questo storico, autorevolissimo contesto il Teatro dell’Orsa, Compagnia reggiana che da sempre pone l’arte del racconto alla base della propria azione artistica, sociale e civile, sarà ospite sabato 9 e domenica 10 giugno.

Sabato 9 giugno alle ore 18 sulla Terrazza del Fico di Sestri Levante, a pochi chilometri da Genova, Bernardino Bonzani e Monica Morini narreranno Fiabe ritrovate all’ombra di un fico: «Un tempo ci si incontrava ad ascoltare storie e racconti nei cortili, nelle corti o all’ombra degli alberi» suggeriscono gli artisti emiliani «Così faremo, tesseremo fiabe perdute, cuciremo schegge di memoria sul tappeto dell’immaginazione. Le storie hanno camminato fin dai tempi più lontani per arrivare fino a noi, si sono mutate nel raccontarsi, nutrite di ricordi, alimentate da leggende e saperi. A sorprendere grandi e bambini, una narrazione che rievoca gli antichi cantastorie». 

Domenica 10 giugno alle ore 17 il Teatro dell’Orsa sarà protagonista, nel Cortile del Convento dell’Annunziata, del fortunato spettacolo A Ritrovar le Storie, interpretato da Monica Morini, Bernardino Bonzani e Franco Tanzi: «C’è un paese a Tarot dove gli uomini hanno perso le parole. Ma un giorno da lontano arriva un saltimbanco con un carretto bislacco e sulla piazza tornano a fiorire le storie. Schegge di memoria chiamano racconti divertenti e commoventi, le parole fanno vivere sulla scena animali, alberi, santi, briganti e anche un’antica comare che custodisce il segreto della vita». Aggiungono gli artisti: «In un paese che ha perduto le parole, dove le persone non si incontrano e non si parlano, bastano termini semplici come bicicletta, albero o animali per ricominciare ad accendere brevi storie. La gente esce dalle case per rivivere la piazza come spazio di tutti. Parole e racconti si alimentano a vicenda, chiamano domande. La storia del paese di Tarot ci riguarda, chiama a costruire comunità, alla condivisione con l’altro». A Ritrovar le Storie, progetto speciale selezionato al Festival I Teatri del Sacro 2015 e ospite, nello stesso anno, del Festival Internazionale di Narrazione di Arzo (in Svizzera) e del FestivalFilosofia di Modena Carpi Sassuolo, è ispirato all’omonimo libro di Annamaria Gozzi, Monica Morini e Daniela Iride Murgia (Edizioni Corsare), opera finalista Premio Andersen. «Siamo felici che il libro A Ritrovar le Storie dopo essere stato tradotto in Francia sia esaurito» commenta l’autrice «ed ora la nuova ristampa ritorna in libreria per incontrare nuovi lettori».

——–

Info sul Festival: http://www.andersenfestival.it/

Info sulla Compagnia: http://www.teatrodellorsa.com/

LEAVE A REPLY