Teatro Testoni Ragazzi (Bologna): ecco la nuova stagione 2018/2019

0
643
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Teatro Testoni RagazziÈ stata presentata oggi la stagione 2018-2019. In scena questo fine settimana i due spettacoli d’inizio stagione: “Paure vi racconto”, consigliato dagli 8 anni (venerdì 21 e sabato 22 alle 21.00) e “Sogni a occhi aperti”, per bambini da 3 a 8 anni (sabato 22 e domenica 23 settembre, repliche al mattino e pomeriggio). È possibile abbonarsi online su abbonamenti.testoniragazzi.it

Il Teatro per l’Infanzia e la Gioventù di Bologna è pronto ad accogliere il pubblico per l’inizio della 40° stagione teatrale de La Baracca – Testoni Ragazzi, la ventiquattresima organizzata negli spazi di via Matteotti.

Una programmazione che da questo fine settimana fino al 17 maggio propone 71 titoli in 288 repliche (155 per le scuole e 133 per le famiglie) per offrire a bambine, bambini e giovani dagli 1 ai 18 anni spettacoli di qualità, diversificati per le differenti fasce d’età.

Oltre alla compagnia di casa, sui palchi si alterneranno 31 realtà ospiti, di cui 12 provenienti da altri paesi europei, dall’Asia e dal Sudamerica, presentando un totale di 34 spettacoli.

Qui non si parla di una semplice programmazione, ma di un lavoro importantissimo che un gruppo di persone porta avanti da tanto tempo per offrire cultura alle bambine e ai bambini” ha affermato la Vice Sindaco del Comune di Bologna, Marilena Pillati. “Un lavoro di condivisione di linguaggi, di visioni e tra le generazioni, per realizzare quei tanti incontri fortunati che attraversano la programmazione e permettono anche ai servizi educativi della città di poter lavorare in maniera diversa, incrociando artisti della città e da tutto il mondo.”

Partendo dalle collaborazioni possiamo dire che questo teatro è molto più di un teatro” afferma Matteo Lepore, Assessore alla Cultura e Promozione della Città del Comune di Bologna. “Credo si debba investire ulteriormente sulla collaborazione fra il Comune e La Baracca, non solo per dare un valore a quanto di incredibile viene già fatto, ma anche per capire come progettare assieme il futuro, condividendo la scelta coi cittadini e le cittadine”.  

La stagione è composta da titoli di prosa, danza, teatro di narrazione e delle ombre, legati dal filo rosso dell’incontro. Incontrarsi può significare molte cose: confrontare esperienze diverse, conoscere per la prima volta, ma anche ritrovarsi, riunirsi. In ogni caso, incontrare significa avere la possibilità di crescere nella presenza dell’altro. Nella relazione con gli altri possiamo capire la nostra identità, avere l’opportunità di venire a contatto con le mille forme dell’esperienza e dell’esistenza.

La proposta culturale di questa stagione vuole contribuire a ribadire il ruolo del teatro proprio come luogo di scambio e di approfondimento, per far crescere le relazioni e arricchire le sensibilità del pubblico e degli artisti.

Questo fine settimana sono in programma gli spettacoli d’inizio stagione “Paure vi racconto” (venerdì 21 e sabato 22 settembre ore 21; consigliato dagli 8 ai 13 anni) e la proposta a percorso “Sogni a occhi aperti (sabato 22 e domenica 23 settembre con repliche al mattino e al pomeriggio, per chi ha da 3 a 8 anni).

Seguiranno a ottobre gli appuntamenti di “Aspettando la stagione” che mescolano laboratori grafico-pittorici a momenti di spettacolo teatrale vero e proprio, per unire arti visive e performative attraverso le figure di Joseph Cornell e Jackson Pollock.

La programmazione regolare comincerà poi dal 26 ottobre, per concludersi a maggio, con lo spettacolo per famiglie “Il coccodrillo e l’elefante” (1-4 anni), seguito il 2 e 3 novembre dallo spettacolo fuori abbonamento “Filles & Soie” (6-10 anni) della francese Séverine Coulon, all’interno di Gender Bender Festival.

Nel periodo delle festività natalizie sarà sul palco “Pinocchio” (6-10 anni) de La Baracca – Testoni Ragazzi: una produzione con dieci attori in scena che segue le mille trasformazioni del protagonista. Una riscrittura scenica originale che ha ricevuto il patrocinio della Fondazione nazionale “Carlo Collodi”. 

Dal 22 febbraio al 3 marzo 2019 torna l’appuntamento con il festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia “Visioni di futuro, visioni di teatro…”, che porta a Bologna spettacoli, dibattiti, laboratori e la scena internazionale del teatro per bambini da zero a sei anni.

Si rinnova inoltre la progettazione di respiro internazionale sul teatro per la prima infanzia, con il sostegno del programma Creative Europe dell’Unione Europea a “Mapping – una mappa per l’estetica delle arti performative per la prima infanzia”. Un nuovo progetto di cooperazione su larga scala che coinvolge 18 partner da 17 paesi europei, tra cui Bologna Fiere con la Bologna Children’s Book Fair.

La stagione 2018-2019 è realizzata col sostegno del Comune di Bologna, IES – Istituzione Educazione e Scuola Giovanni Sedioli del Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, con il supporto del programma Creative Europe dell’Unione Europea.

Il Teatro Testoni Ragazzi è inoltre sostenuto da Assicoop Bologna Metropolitana, Coop Alleanza 3.0, Granarolo, Unipol Banca, Coldiretti – Campagna Amica Bologna, Legacoop Bologna, Alce Nero e Mielizia.

———

Uno sguardo alla stagione

La stagione propone un dialogo tra gli spettacoli nati al Testoni Ragazzi e quelli ospitati, con lavori di artisti affermati e giovani emergenti.

Tra gli spettacoli ospitati, segnaliamo il ritorno sul palco di via Matteotti di Marco Baliani con “Frollo” (domenica 18 novembre alle 16.30; 6-10 anni), storico spettacolo di un Maestro del Teatro Ragazzi italiano.  

Sarà in scena anche la grande performance di attrice e danzatrice della giovane Valentina Dal Mas nel suo “Da dove guardi il mondo?”, vincitore del Premio Scenario Infanzia 2017 (domenica 20 gennaio alle 16.30 per le famiglie; 6-10 anni) e prodotto da La Piccionaia e Compagnia Abbondanza Bertoni.

Simona Gambaro, diretta da Antonio Tancredi, porta la sua acclamata triplice interpretazione nell’emozionante “Piccoli Eroi – Ai figli partiti” del Teatro del Piccione (giovedì 13 dicembre ore 21.00; dai 12 anni).

Ne “La mia grande avventura” del Teatro delle Apparizioni la capacità scenica di Valerio Malorni, diretto da Fabrizio Pallara, agisce sugli apparati e i costumi di Francesca Marsella, nel segno di una compagnia di ricerca che ha sentito la necessità di lavorare sull’esperienza teatrale condivisa tra adulti e bambini (domenica 3 febbraio ore 16.30; 6-10 anni).  

I titoli in stagione, inoltre, raccontano storie e aprono riflessioni su argomenti diversi, con spettacoli proposti per tutte le fasce d’età di riferimento e una commistione di linguaggi diversi.

È proprio il tema dell’incontro con gli altri e coi loro mondi interiori il centro deLe Quattro Stagioni”, nuovo spettacolo di teatro danza diretto da Bruno Cappagli de La Baracca – Testoni Ragazzi con le coreografie di Silvia Traversi (debutto venerdì 9 novembre in matinée scolastica, in replica per le famiglie domenica 11 novembre e domenica 3 marzo sempre alle 16.30; 4-8 anni). In scena quattro giovani danzatori e attori, quattro personaggi diversi che si incontrano, scontrano, conoscono e accettano, in un vorticoso gioco di movimento e parola.

Stimolare e mediare l’incontro tra la filosofia e l’infanzia attraverso il teatro è il desiderio da cui nasceERaUlisse – L’ultimo viaggio, coproduzione tra la Compagnia del Sole e la Baracca – Testoni Ragazzi, di e con Flavio Albanese e Bruno Frabetti (debutto martedì 13 novembre in matinée scolastica, in replica per le famiglie venerdì 16 novembre alle 21.00; 6-10 anni). Lo spettacolo riprende il mito di Er, raccontato in conclusione de “La Repubblica” di Platone, e di quel viaggio nell’Altrove al fianco di Ulisse che solo il giovane soldato poteva ricordare.

La conoscenza e la salvaguardia delle culture e delle tradizioni è al centro diKanudi Piccoli Idilli (domenica 25 novembre per le famiglie; 4-8 anni).

Lo spettacolo di narrazione, tratto da un racconto africano e portato sul palco con canti e musica dal vivo, riporta in una cornice teatrale la tradizione dei cantastorie africani. In scena, due griot del Burkina Faso accompagnano la storia suonando la kora, il gangan, la calebasse e altri strumenti, per restituire l’immaginario simbolico e la sensibilità poetica di una cultura antica dove il destino dell’uomo è indissolubilmente legato al potere della parola e alla simbiosi con la natura.  


I confini e il loro attraversamento sono al centro de “La Frontiera”, nuovo spettacolo de La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto martedì 2 aprile in matinée scolastica, replica per le famiglie venerdì 5 aprile alle 21.00; 8-13 anni).

Uno spettacolo surreale e poetico sullo spaesamento del Viaggiatore, che con una valigia piena di sogni si trova bloccato in una terra di nessuno tra i confini di due nuovi paesi, nati nel giro di una notte.
Il lavoro vede la collaborazione alla scrittura di Davide Morosinotto, giornalista, traduttore e scrittore di libri per ragazzi con all’attivo più di trenta pubblicazioni per Mondadori, Rizzoli, Einaudi Ragazzi, Piemme, Vallardi, Solferino. Il suo romanzo “Il rinomato catalogo Walker & Dawn” è stato vincitore del premio Frignano Ragazzi 2016 e del Premio Andersen 2017 come “Miglior Libro Sopra i 12 Anni” ed è stato tradotto in diciotto lingue.

Cosa vuol dire la parola famiglia, chi ne fa parte? Ne esiste una sola o ne esistono tante? Si può essere parte di famiglie diverse? Da queste domande poste direttamente alle bambine, ai bambini e agli adulti nasce “Famiglie”, nuova produzione per la prima infanzia firmata da Andrea Buzzetti per La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto giovedì 31 gennaio in matinée scolastica, repliche per le famiglie sabato 2 febbraio ore 16.30, domenica 3 febbraio ore 10.30; 1-4 anni).

Dalla danza e dal teatro fisico nasce una proposta per la prima infanzia sull’identità di genere, affrontando il tema con delicatezza e poesia. “Yo Soy / Io sono” del duo coreografico messicano-argentino Teatro Al Vacío debutta in prima assoluta al Teatro Testoni Ragazzi all’interno di “Teatro Arcobaleno” (debutto venerdì 15 febbraio in matinée scolastica, repliche per le famiglie sabato 16 febbraio alle 16.30 e domenica 17 febbraio alle 10.30; 1-4 anni).

Per il terzo anno consecutivo tornano sul palco del Testoni Ragazzi gli attori di Teatro La Ribalta / Kunst der Vielfalt con “Superabile” (giovedì 21 marzo alle 21 per le famiglie; 8-13 anni), vero e proprio fumetto teatrale sulla disabilità. Gli sguardi degli altri, le domande ricorrenti, la mancanza di autonomia che diventa perdita del privato e dell’intimità vengono affrontati in maniera sfrontata e divertente dagli interpreti sul palco, che mescolano le loro vicende personali ai disegni, le onomatopee e gli ambienti proiettati da un regista/disegnatore con una lavagna luminosa.

Il sentirsi diversi è al centro de “Il Ragazzo Volante” de La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto 15 aprile in matinée scolastica, repliche per le famiglie mercoledì 17 e giovedì 18 aprile alle 21.00; dagli 11 anni). Liberamente ispirato a  “Che cosa è successo a Barnaby Brocket” di John Boyne,  lo spettacolo racconta di come “un potere speciale” dell’infanzia possa diventare oggetto di scherno, stigma e discriminazione nella preadolescenza, tanto da parte dei bambini quanto degli adulti. Un racconto su come lo sguardo degli altri sappia diventare una gabbia che non fa spiccare il volo, non lascia diventare se stessi o ricercare i propri talenti. Raccontato con le voci e i corpi di Daniela Micioni e Maurice Vaccari, lo spettacolo è patrocinato dall’Associazione Italiana per bambini con malformazioni agli arti – ONLUS.

Naturalmente continua l’impegno della compagnia per i pubblici della prima e primissima infanzia, con spettacoli internazionali e nuove produzioni. L’intero arco della stagione offre 45 titoli dedicati alle bambine e ai bambini da 1 a 6 anni, con repliche per le famiglie il sabato alle 16.30 e la domenica alle 10.30 e una programmazione costante di matinée scolastiche a teatro.

Tra le nuove produzioni de La Baracca si segnala “Un elefante si dondolava…” per la regia di Valeria Frabetti con testi e interpretazione di Roberto Frabetti (debutto giovedì 10 gennaio in matinée per le scuole, repliche per le famiglie sabato 12 gennaio ore 16.30 e domenica 13 gennaio ore 10.30; 1-4 anni). Uno spettacolo sul sogno e il senso del possibile, che intreccia avvenimenti imprevedibili e incontri inaspettati.

Dal 25 al 27 gennaio, inoltre, tornano gli Small Size Days, giornate dedicate al diritto di una piena cittadinanza culturale per la prima infanzia. Nell’occasione verrà proposta la trilogia di Piccololorso, per bambini da 1 a 4 anni, scritta e interpretata da Roberto Frabetti per la regia di Valeria Frabetti: “Cikeciak” (sabato 26 gennaio alle 16.30), “Tiketak. Piccololorso ha una sorellina”(domenica 27 gennaio ore 10.30) e “Crikecrak. Piccololorso, la sorellina e la paura” (domenica 27 gennaio alle 17.00).  

La stagione, inoltre, offre grande spazio a lavori teatrali tratti da classici della letteratura, non solo per l’infanzia.

Il primo appuntamento è con le ombre deIl più furbodi Teatro Gioco Vita, tratto dall’omonimo libro di Mario Ramos (domenica 2 dicembre ore 16.30; 4-8 anni). Tra gli spettacoli ospiti seguono “Don Chisciotte” di Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus (domenica 9 dicembre alle 16.30; 6-10 anni) e “Il gatto con gli stivali” di Accademia Perduta Romagna Teatri (domenica 14 aprile alle 16.30; 4-8 anni).

Molti i titoli de La Baracca – Testoni Ragazzi che mettono in scena e rileggono classici senza tempo, miti e fiabe: “Orlando il Furioso” (venerdì 7 dicembre ore 21.00; dagli 11 anni), “Pinocchio” (venerdì 21 dicembre alle 21.00 e domenica 6 gennaio ore 16.30; 6-10 anni), “Labirinto – Un Minotauro diverso” (venerdì 11 gennaio ore 21.00; dagli 11 anni), “Peter Pan” (domenica 17 febbraio alle 16.30; 6-10 anni), “Robin Hood” (domenica 10 marzo ore 16.30; 6-10 anni), “Biancaneve” (domenica 7 aprile alle 16.30; 6-10 anni), “La Bella o la Bestia” (domenica 28 aprile ore 16.30; 4-8 anni), “Cappuccetto Rosso” (domenica 5 maggio ore 16.30; 4-8 anni), “Odissea!?!” (venerdì 10 maggio ore 21.00; dagli 11 anni) e “Il Barone di Münchausen” (domenica 12 maggio ore 16.30; 6-10 anni), spettacolo di chiusura della stagione per le famiglie.

——— 

Un teatro per la città che cresce

I pubblici dell’infanzia e dell’adolescenza restano il baricentro dell’attività de La Baracca – Testoni Ragazzi, compagnia teatrale e cooperativa dello spettacolo che gestisce il teatro di via Matteotti dal 1995. Una scelta portata avanti con dedizione e costanza sin dalla sua fondazione, nel 1976, che ha trasformato il teatro della Bolognina in un punto di riferimento internazionale per il Teatro Ragazzi. 

Nella scorsa stagione sono state 48.986 le presenze a teatro (17.917 spettatori nella rassegna festiva per le famiglie e 31.069 nella rassegna feriale per le scuole) e 8.808 gli abbonamenti (2.829 tra le famiglie e 5.979 tra gli alunni delle scuole).

Oltre all’attività di programmazione, durante la stagione 2017-2018 La Baracca – Testoni Ragazzi ha realizzato 267 repliche di tournée. Austria, Belgio, Cina, Croazia, Cuba, Finlandia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Polonia, Regno Unito, Romania, Singapore, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria hanno ospitato le 165 repliche all’estero degli spettacoli.

———

Abbonamenti per le famiglie

Fino al 31 dicembre è possibile abbonarsi e acquistare i laboratori online su abbonamenti.testoniragazzi.it.

Sarà inoltre possibile abbonarsi a teatro sabato 22 e domenica 23 settembre in occasione di “Sogni a occhi aperti” (da 3 a 8 anni), spettacolo fuori abbonamento che inaugura la nuova stagione, e dal 25 settembre secondo gli orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle ore 16.00 alle 19.00.

I biglietti di “Paure vi racconto” e “Sogni a occhi aperti”, spettacoli fuori abbonamento,  sono disponibili su www.testoniragazzi.it e saranno acquistabili in biglietteria il giorno stesso dello spettacolo. 

LEAVE A REPLY