Cinema Teatro Walter Mac Mazzieri (Pavullo nel Frignano, MO): ecco la nuova stagione 2018/2019

0
288
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Cinema Teatro Walter Mac Mazzieri
Foto di Laila Pozzo

Si rinnova per la quarta volta consecutiva anche per la Stagione Teatrale 2018-2019 del Cinema Teatro Walter Mac Mazzieri la collaborazione tra Amministrazione comunale di Pavullo nel Frignano e ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna, Circuito Regionale Multidisciplinare. I titoli in cartellone sono frutto di un grande e rinnovato impegno nel proporre un cartellone vario e interessante che coniuga alta qualità ed intrattenimento.

Nove gli appuntamenti – da novembre 2018 ad aprile 2019 tutti con inizio alle ore 21 – di cui sei spettacoli di prosa, uno di teatro comico musicale, uno spettacolo di danza contemporanea e un concerto.

Si parte mercoledì 21 novembre con un classico della Storia del Teatro, Arlecchino servitore di due padroni di Carlo Goldoni nella rilettura di Valerio Binasco. Binasco ama mettere in scena testi corali e di forte impatto, creando spettacoli che proiettano gli spettatori in una dimensione giocosa e leggera. Quasi inevitabile il suo incontro con la commedia per antonomasia del grande autore veneziano, un perfetto meccanismo comico che dal 1745 non smette di affascinare il pubblico. Sul palco, un’inedita coppia di attori formata da Natalino Balasso e Michele Di Mauro.

Martedì 11 dicembre ecco un altro classico, questa volta del XX secolo: L’anima buona del Sezuan di Bertolt Brecht, progetto elaborazione drammaturgica e interpretazione di Elena Bucci e Marco Sgrosso. Una parabola antica e attuale, una favola divertente e amara, irta di domande intorno al sentimento del bene e del male, in cui Brecht trasforma in epica e poesia i grandi movimenti della storia, della politica, dell’etica. La storia ruota attorno alla troppo generosa prostituta Shen-Tè prescelta dagli Dei come esempio di bontà e al suo spietato alter ego, il cinico affarista Shui-Tà.

Si riderà con La Bibbia riveduta e scorretta portata in scena giovedì 20 dicembre da Gli Oblivion, vero e proprio musical comico che lascerà il pubblico senza fiato. Nella Germania del 1455, Johann Gutenberg introduce la stampa a caratteri mobili creando l’editoria e inaugurando di fatto l’Età Moderna. Indeciso sul primo titolo da stampare, proprio allora si presenta alla sua porta il Signore, che da millenni aspettava questo momento. Tra discussioni infinite, riscritture e un continuo braccio di ferro tra autore ed editore, nella tipografia prenderanno vita le vicende più incredibili dell’Antico e del Nuovo Testamento, senza censure.

Si ritorna alla prosa per il primo titolo in cartellone il nuovo anno 2019: giovedì 10 gennaio la Compagnia Il Dirigibile diretta da Michele Zizzari calcherà le assi del palcoscenico del Mac Mazzieri con un altro grande classico del Teatro italiano del Novecento, Natale in Casa Cupiello di Eduardo De Filippo. Protagonisti di questa commedia di umorismo tragico – dove le trovate irresistibili e la maschera si mescolano a tensioni umane profonde – sono attori non professionisti, nell’ambito del progetto ‘Teatro e Salute Mentale’ della Regione Emilia-Romagna per la valorizzazione del teatro, elemento di benessere psichico e di crescita individuale e collettiva. Una interessante esperienza sociale e civile, nell’anno in cui ricorrono i quaranta anni della Legge Basaglia.

Moni Ovadia con le musiche dal vivo della sua Stage Orchestra è il protagonista di Dio ride – Nish koshe in programma giovedì 24 gennaio. Il narratore Simkha Rabinovich e i suoi compagni di strada tornano venticinque anni dopo la loro prima apparizione sul palcoscenici italiani per continuare la narrazione di quel popolo ebraico sospeso tra cielo e terra in permanente attesa, con storie di gente esiliata, canti tristi e allegri, luttuosi e nostalgici.

Prosa contemporanea alla ribalta martedì 12 febbraio con Un alt(r)o Everest, scritto diretto e interpretato da Mattia Fabris e Jacopo Maria Bicocchi. Jim Davidson e Mike Prince sono due amici, che nel 1992 decidono di scalare la loro montagna: il Monte Rainer nello stato di Washington, Stati Uniti. Quella scalata non sarà solo la conquista di una vetta ma un punto di non ritorno, un cammino impensato dentro alle profondità del loro legame. Due amici, due vite, due destini indissolubili.

Con Kafka sulla spiaggia della DaCru Dance Company in cartellone martedì 26 febbraio sul palco del Mac Mazzieri arriva la danza. Con il concept e la regia di Marisa Ragazzo – anche autrice delle coreografie assieme ad Omid Ighani – è la trasposizione danzata dell’omonima opera dello scrittore giapponese Murakami Haruki, un geniale romanzo in cui si sviluppano due storie parallele legate da eventi fantastici e misteriose coincidenze. Lo spettacolo è una contaminazione di stili come l’hip hop, la danza contemporanea, il jazz rock e il breaking in una sperimentazione della danza urbana mescolata al concetto del teatro come spazio fisico.

Michele Placido e Anna Bonaiuto portano in scena martedì 19 marzo i loro Piccoli crimini coniugali, testo di Eric Emmanuel Schmitt adattato e diretto dallo stesso Placido. Un sottile, brillante gioco al massacro a due voci: sull’altalena del matrimonio si consuma la vita di Gilles e Lisa che da ormai quindici anni si ritrovano a vivere un apparentemente tranquillo mènage familiare. Un piccolo incidente domestico, in cui Gilles perde completamente la memoria, diventa la causa scatenante di un sottile scontro. Il testo di Schmitt si dipana in un susseguirsi di battute, ora amorevoli ora feroci, ora ironiche ora taglienti. Lo spettacolo sarà audiodescritto per spettatori non vedenti o ipovedenti a cura del Centro Diego Fabbri di Forlì.

A chiudere la Stagione 2018/2019 del Cinema Teatro Mac Mazzieri giovedì 11 aprile, un originale spettacolo tra musica e teatro: la cantante e autrice inglese Sarah Jane Morris e l’autore interprete e regista italiano Silvio Castiglioni sono i protagonisti del concerto The Fisher and the Crow. Con loro sul palco Tim Cansfield e Tony Remy alle chitarre.

——–

BIGLIETTI

intero € 19,00

ridotto età/biglietto cinema € 17,00

abbonati cinema, universitari, YoungER Card € 15,00

abbonati dei teatri ATER € 13,00

card Io Studio € 11,00

scuole di danza del territorio € 10,00 (per lo spettacolo di danza)

scuole di musica del territorio € 10,00 (per il concerto)

per lo spettacolo Natale in casa Cupiello € 5,00

Formula 6+

Sconto di € 2 a biglietto per l’acquisto di un minimo di 6 biglietti per una o più rappresentazioni con l’assegnazione del posto al momento dell’acquisto.

——–

ABBONAMENTI

PROSA 8 + 1 (Natale in casa Cupiello)

intero € 115

ridotto (vedi paragrafo Riduzioni) € 105

Card Io Studio € 65

CARNET 4 (per 4 spettacoli)

abbonamento libero a 4 spettacoli

intero € 65

studenti (fino a 29 anni) € 60

——–

Prelazione

Dal 15 al 20 ottobre la vendita è riservata agli abbonati della Stagione 2017/2018.

Cambio posto

Il 22 ottobre la vendita è riservata agli abbonati della Stagione 2017/2018 che desiderano cambiare posto. Cambiando posto non si conserva alcun diritto su quello occupato nella stagione precedente.

nuovi abbonamenti Prosa 8 in vendita dal 23 al 27 ottobre

abbonamento carnet 4 spettacoli in vendita dal 29 ottobre al 2 novembre

——–

Campagna abbonamenti – orari biglietteria

Durante la campagna abbonamenti la biglietteria sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 17:00 alle 19:00 e il sabato

dalle 10:00 alle 12:30. Su appuntamento telefonando allo 0536/304034 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12).

LEAVE A REPLY