Salotti musicali del Granducato con la Camerata de’ Bardi

Festa della Toscana in Palazzo dei Vicari a Scarperia (FI) il 24 febbraio, alle ore 16

0
230

Sharing is caring!

Camerata de' BardiDomenica 24 febbraio 2019, alle ore 16.00, l’Ensemble strumentale della borghigiana “Camerata de’ Bardi” sarà ospite del Comune di Scarperia, in Palazzo dei Vicari, per celebrare la Festa della Toscana 2018. Il tema scelto dal Consiglio Regionale per la XIX edizione è “Dai Medici ai Lorena: il Granducato di Toscana, faro di civiltà per l’Europa”.

La parte storica, curata dagli studiosi e ricercatori Giuseppina Carla Romby, Francesco Aspergi e Francesco Calamai, sarà seguita dal concerto dell’Ensemble – costituito da Roberta Landi Malavolti al violino/violino barocco, la sorella Sabrina al clarinetto/corno di bassetto/flauto dolce, David Boldrini al clavicembalo – titolato “I salotti musicali del Granducato: dai Medici ai Lorena”.

Il programma prevede l’esecuzione di quelle pagine strumentali dei compositori che hanno gravitato nel Granducato toscano, fra i quali si ricordano i tedeschi Christoph Willibald Gluck e George Friedrich Händel, entrambi riscoperti e valorizzati dal Granduca Pietro Leopoldo ed interpretati dai cantanti virtuosi e dall’orchestra granducale toscana, la Real Camera e Cappella. Fra le pagine strumentali più note al grande pubblico potremo gustare ‘Orfeo ed Euridice’, ‘Rinaldo’, ‘Salomon’, così come il geniale Mozart con ‘Le nozze di Figaro’ e ‘Don Giovanni’.

Ricordiamo, infatti, che proprio grazie a Pietro Leopoldo, spesso figurativamente immortalato nel ruolo di direttore d’orchestra, queste opere musicali, scritte e rappresentate per la prima volta in Germania, in Austria o in Inghilterra, vengono eseguite, in prima assoluta italiana, a Firenze, tra il 1768 e il 1772. La città gigliata, con i suoi teatri della Pergola, di Corso dei Tintori e del Cocomero, diventa, grazie ai Lorena, fulcro e raggiera di rinascita musicale nazionale, nonché ponte culturale con le tradizioni musicali austro-tedesche.

Il pubblico avrà, dunque, la possibilità di conoscere i curiosi aspetti storico-culturali della famiglia Lorena e la loro opera di mecenati musicali, impegnati nel revival toscano di compositori contemporanei ancora sconosciuti in Italia, dai tedeschi Christoph Willibald Gluck e George Friedrich Händel, al salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart, quest’ultimo viaggiatore instancabile che, in carrozza, ha percorso la nuova strada di valico appenninico, attraverso il Mugello, da Bologna a Firenze, per incontrare il Granduca.

Non mancherà l’omaggio musicale all’Italia tutta, con l’esecuzione del celebre ‘Minuetto’ di Ridolfo Luigi Boccherini, considerato il maggior rappresentante del Classicismo cameristico, compositore e violoncellista italiano impegnato a Vienna, nell’Orchestra del Teatro Imperiale, ponte di collegamento della nostra Toscana medicea, faro di civiltà e cultura per l’Europa intera, con il Sacro Romano Impero guidato dal Granduca Pietro Leopoldo d’Asburgo-Lorena.

Dopo il concerto seguirà la degustazione di cioccolata calda e pasticcini.

Tutti gli eventi della giornata sono realizzati grazie al patrocinio e alla compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana.

L’ingresso è libero ma con prenotazione obbligatoria al numero 055.8468165.

LEAVE A REPLY