Border – Creature di confine

Dal 1° al 14 aprile al Cinema Spazio Oberdan, Milano

0
317

Border – Creature di confineDall’1 al 14 aprile 2019,  presso il Cinema Spazio Oberdan di Milano, Fondazione Cineteca Italiana presenta Border – Creature di confine di Ali Abbasi, insignito durante lo scorso Festival di Cannes del premio Un certain regard. Il film sta già facendo discutere non solo per la sua trama, ma anche per una scena di sesso che il Guardian definisce tra le più strane mai viste sul grande schermo.

Un film sorprendente, immaginifico, a un tempo perturbante e poetico, che si muove su un terreno originale e inquietante, quello delle vecchie leggende rivisitate e di un fantastico sociale meravigliosamente ispirato.

Un’opera “mostruosa” e piena di grazia come raramente è dato di vedere su grande schermo. Adattamento del romanzo omonimo di John Ajvide Lindqvist, che aveva già ispirato Lasciami entrare di Tomas Alfredson, anche Border si misura con una creatura leggendaria che popola favole e immaginario della mitologia scandinava. Volto di Neanderthal in un mondo di Sapiens feroci, Tina, la protagonista, ha una difformità primitiva che cattura e a tratti commuove lo spettatore, condotto su una strada di progressiva consapevolezza e meraviglia che è la medesima percorsa da Tina, a sua volta spinta dalle circostanze della storia a prendere coscienza di se stessa.

In definitiva Border costituisce una riflessione profonda e preziosa sulle nozioni di identità, umanità, animalità e le loro frontiere. Se la natura umana è mostruosa, non ci restano forse che i mostri per insegnarci qualcosa, proprio come nelle favole gotiche di Guillermo del Toro.

——–

CALENDARIO PROIEZIONI
Cinema Spazio Oberdan Milano

01.04 ore 17 e ore 19 / 02.04 ore 19 / 03.04 ore 21.15 / 06.04 ore 16.45 / 07.04 ore 15 e ore 21.15 / 10.04 ore 21.15 / 13.04 ore 15 / 14.04 ore 19

Border – Creature di confine
R.: Ali Abbasi. Sc.: A. Abbasi, John Ajvide Lindquist, Isabella Eklöf, dal romanzo omonimo di John Ajvide Lindquist. Int.: Eva Melander, Eero Milonoff, Viktor Akerblom, Matti Boustedt, Jörgen Thorsson. Svezia/Danimarca, 2019, 108’, v.o. sott. it.
Tina ha un fisico massiccio e un naso eccezionale per fiutare le emozioni degli altri. Impiegata alla dogana è infallibile con sostanze e sentimenti illeciti. Viaggiatore dopo viaggiatore, avverte la loro paura, la vergogna, la colpa. Tina sente tutto e non si sbaglia mai. Almeno fino al giorno in cui Vore non attraversa la frontiera e sposta i confini della sua conoscenza più in là. Vore sfugge al suo fiuto ed esercita su di lei un potere di attrazione che non riesce a comprendere. Sullo sfondo di un’inchiesta criminale, Tina lascia i freni e si abbandona a una relazione selvaggia che le rivela presto la sua vera natura. Uno choc esistenziale il suo che la costringerà a scegliere tra integrazione o esclusione.
Miglior film nella sezione Un Certain regard del festival di Cannes 2018.

——–

Modalità d’ingresso al Cinema Spazio Oberdan
Piazza Oberdan Milano
Biglietto intero € 7,50
Ridotto con Cinetessera € 6
Gratuito per ragazzi dai 16 ai 19 anni

LEAVE A REPLY