Storie Italiane – Il cinema di Giuliano Montaldo

Dal 19 novembre al 6 dicembre al MIC – Museo Interattivo del Cinema, Milano

0
166

Giuliano Montaldo

Dopo un esordio come attore e aiuto regista, Giuliano Montaldo, classe 1930, si è imposto nel panorama cinematografico italiano come una delle figure registiche più interessanti degli anni Sessanta e Settanta, arrivando anche a conquistare Hollywood.
Uomo di solida cultura e di natura poliedrica, ha saputo spaziare dal cinema politicamente e socialmente impegnato (
Sacco e Vanzetti, Gott mit Uns, Giordano Bruno) al cinema di evasione (Ad ogni costo, Gli intoccabili) alla trasposizione cinematografica di romanzi italiani del dopoguerra (Gli occhiali d’oroTempo di uccidere) affrontando analisi su particolari momenti del nostro Paese (L’Agnese va a morire, Tiro al piccione, Il giocattolo) ed esplorando anche il documentario biografico, la messa in scena di opere liriche e la fiction televisiva.

Tiro al Piccione, che sarà proiettato in versione restaurata martedì 19 novembre alle ore 17 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, è il film d’esordio alla regia di Montaldo, presentato alla 22ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il 25 agosto 1961 ed è stato per lungo tempo introvabile. È la storia di Marco Laudato, deciso ad arruolarsi per la Repubblica di Salò spinto da confuse idee patriottiche e dal caotico scenario lasciato dall’armistizio dell’8 settembre 1943. Il restauro del film è stato realizzato in 4k a cura di CSC – Cineteca Nazionale presso i laboratori di Istituto Luce – Cinecittà a partire dal negativo originale 35mm messo a disposizione da Surf Film e da un positivo sonoro ottico e un lavanda conservati negli archivi della Cineteca Nazionale.

La rassegna prosegue fino al 6 dicembre con alcuni dei film più significativi della filmografia del regista. Alcuni dei film saranno proiettati in pellicola 35mm.
Mercoledì 20 novembre alle ore 15 verrà proiettato Giordano Bruno, celebre trasposizione cinematografica degli ultimi anni della vita del filosofo Giordano Bruno, interpretato da Gian Maria Volontè.
Giovedì 21 novembre alle ore 15 è la volta di Gott mit uns (Dio è con noi), storia di due disertori tedeschi, il guardia marina Bruno Grauber e il granatiere Reyner Schultz, che decidono di consegnarsi agli alleati nel maggio 1945.
I demoni di San Pietroburgo è il film che verrà proposto venerdì 22 novembre alle ore 15. Ambientato nella San Pietroburgo del 1860 a seguito di un attentato che ha provocato la morte di un membro della famiglia reale, narra dell’incontro di Dostoevskij con un giovane ricoverato in un ospedale psichiatrico che gli rivela di essere un terrorista.
La rassegna prosegue
sabato 23 novembre alle ore 15 con L’Agnese va a morire, altro film dedicato alla Seconda Guerra Mondiale e in questo caso a una donna che, segnata dal tragico destino toccato al marito, diventa una convinta partigiana.
Martedì 26 novembre alle ore 17 verrà proiettato Il giocattolo, storia del portavalori Vittorio, interpretato da Nino Manfredi, la cui vita verrà stravolta a seguito di un incidente durante una rapina dove rimarrà ferito.
Si riprende
mercoledì 27 novembre alle ore 15 con Gli occhiali d’oro, ambientata nella Ferrara antisemita del 1938 e alle ore 17 con Sacco e Vanzetti, celebre riproposizione sullo schermo del processo ai due immigrati italiani Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti accusati di rapina a mano armata e omicidio.
Si chiude
martedì 3 novembre alle 15 con L’industriale, sulla vita fallimentare dell’imprenditore quarantenne Nicola e alle ore 17 con Tempo di uccidere, tratto dall’omonimo romanzo di Ennio Flaiano, ambientato durante il conflitto italo-etiopico nel 1936 dove il Tenente Enrico Silvestri uccide per sbaglio una giovane indigena.

I FILM DELLA RASSEGNA
MIC – Museo Interattivo del Cinema

Martedì 19 novembre ore 17 | Replica: venerdì 6 dicembre ore 15
Tiro al piccione
Giuliano Montaldo, tratto dall’omonimo romanzo di Giose Rimanelli, Italia, 1961, DCP, 114’, v.o.sott.ingl. Int.: Jacques Charrier, Eleonora Rossi Drago. Ed. restaurata.
Settembre 1943. Spinto da confuse idee patriottiche e da un’insostenibile situazione personale, il giovane Marco Laudato si arruola nelle forze armate della Repubblica di Salò.

Mercoledì 20 novembre ore 15
Giordano Bruno
Giuliano Montaldo, Italia/Francia, 1973, 35mm, 123’. Int.: Gian Maria Volonté, Charlotte Rampling.
Trasposizione sullo schermo degli ultimi anni della vita di Giordano Bruno, il filosofo di Nola che fu arso sul rogo nell’anno 1600 in Campo dei Fiori.

Giovedì 21 novembre ore 15
Gott mit uns (Dio è con noi)
Giuliano Montaldo, Italia, 1969, HD, 123’. Int.: Franco Nero, Osvaldo Ruggeri.
Maggio 1945, le superstiti forze tedesche sono incalzate dagli anglo-americani. In Olanda, due disertori, il guardiamarina Bruno Grauber e il granatiere Reyner Schultz, decidono di consegnarsi agli alleati.

Venerdì 22 novembre ore 15
I demoni di San Pietroburgo
Giuliano Montaldo, tratto da un’idea originale di Andrei Konchalovsky, Italia, 2007, 35mm, 118’ . Int.: Miki Manojlovic, Carolina Crescentini.
San Pietroburgo, 1860. Dopo un attentato che provoca la morte di un membro della famiglia imperiale, Dostoevskij incontra un giovane ricoverato in un ospedale psichiatrico che gli rivela di essere un terrorista…

Sabato 23 novembre ore 15 | Replica: mercoledì 4 dicembre ore 15
L’Agnese va a morire
Giuliano Montaldo, tratto dall’omonimo romanzo di Renata Viganò, Italia, 1976, 35mm, 135’. Int.: Ingrid Thulin, Stefano Satta Flores.
Una pacifica emiliana si vede portar via il marito dai tedeschi. L’uomo muore poi sotto i bombardamenti. La donna si sente investita da una nuova fiamma eroica che la trasforma in una attivissima partigiana.

Martedì 26 novembre ore 17
Il giocattolo
Giuliano Montaldo, Italia, 1979, 35mm, 118’. Int.: Nino Manfredi, Marlène Jobert.
Vittorio, amico d’infanzia dell’industriale Nicola, lavora per lui come portavalori e prestanome. Ferito nel corso di una rapina, Vittorio viene sostituito da un ex poliziotto.

Mercoledì 27 novembre ore 15
Gli occhiali d’oro
Giuliano Montaldo, tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani, Italia, 1987, HD, 103’. Int.: Philippe Noiret, Rupert Everett.
Ferrara, 1938. La locale comunità ebraica viene gradualmente respinta in un ghetto morale di umiliazioni e di prepotenze. Qui, le vicende del giovane Davide Lattes e del medico Fadigati sono destinate a intrecciarsi.

Mercoledì 27 novembre ore 17
Sacco e Vanzetti
Giuliano Montaldo, Italia/Francia, 1971, HD, 111’. Int.: Gian Maria Volonté, Riccardo Cucciolla.
A Boston, nel 1920, due immigrati italiani, Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, vengono accusati di rapina a mano armata e omicidio ai danni di due cassieri di un calzaturificio.

Martedì 3 dicembre ore 15
L’industriale
Giuliano Montaldo, Italia, 2011, 35mm, 94’. Int.: Pierfrancesco Favino, Carolina Crescentini.
Torino. Nicola ha quarant’anni, è proprietario di una fabbrica, ereditata dal padre, che però si trova sull’orlo del fallimento. In più, è convinto che sua moglie Laura gli sia infedele e che lo voglia lasciare.

Martedì 3 dicembre ore 17
Tempo di uccidere
Giuliano Montaldo, tratto dall’omonimo romanzo di Ennio Flaiano, Italia, 1989, 35mm, 110’. Int.: Nicolas Cage, Ricky Tognazzi.
Nel 1936 durante il conflitto italo-etiopico, il Tenente Enrico Silvestri uccide per sbaglio una giovane indigena. Tuttavia, una volta seppellito il cadavere e tonato al campo base, egli rischia di perdere il senno…

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA
Viale Fulvio Testi 121, 20162, Milano – MM5 Bicocca

INFO 
T 0287242114 / info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it

BIGLIETTI
Intero: € 6,50; ridotto con *Cinetessera: € 5,00; bambino + adulto € 7,00
Dai 16 ai 19 anni ingresso gratuito
*Cinetessera 2020: €10, valida fino al 31/12/2020.

Il biglietto di ingresso consente: la visita al MIC, la possibilità di assistere alla proiezione cinematografica giornaliera e la visita guidata nel Nuovo Archivio Storico dei Film, effettuabile da martedì a domenica alle ore 16.30.

LEAVE A REPLY